Positano. Anticipi di mare allo spettacolare ristorante Li Galli dell’hotel Villa Franca

Ristoranti

La foto è da cartolina. La vista panoramica è da urlo. Villa Franca è un raffinato hotel 5 stelle che guarda Positano dall’alto e chiude in alto la corona delle case che digradano fino al mare.

Il classico angolo di paradiso in terra che Rosa e Massimo Napoli curano con dedizione e passione. Alla riapertura di quest’anno dopo la pausa invernale, Villa Franca si presenta completamente rinnovata nelle 45 stanze che compongono la struttura.

[do action=”jor”/]

Più una grande casa, che un albergo, modulata sulle aspettative di una clientela che vuole vivere una delle perle della costiera amalfitana e non solo soggiornare.

Anche per chi, come me, Positano è luogo noto c’è da restare colpiti dalla successione di sale, balconcini e terrazze.

Oggetti d’arte, mobili fuori dai cataloghi dell’hotellerie, arredi, sedute e divani replicano l’idea di una casa nobiliare mediterranea e contemporanea. Un bel lavoro che ha due punti di interesse gastronomici.

La sala delle colazioni che in versione serale è champagneria e il ristorante Li Galli che prende il nome dagli isolotti su cui affaccia.

[do action=”jq”/]

In meno di 24 ore la nostra full immersion dà una indicazione univoca: se potete, ritagliatevi uno spazio prima che i mesi estivi rendano Positano luogo super affollato.

Non è che ne soffrirete più di tanto qui a Villa Franca dotata di una piscina sulla terrazza di copertura (servita da un altrettanto panoramico punto di ristoro con brace) e di una spa in fase di ultimazione.

A colazione una omelette con vista vale una ricarica indimenticabile.

E all’imbrunire, le luci accompagnano la selezione di champagne e di finger food dell’aperitivo.

La carta del ristorante Li Galli, guidato dallo chef Vincenzo Esposito, è lì ad accogliervi.

Sono le battute iniziali di una stagione che gustiamo in anteprima e che troverà il suo assestamento nei giorni a venire.

Iniziamo con un’insalata di mela verde fresca e pungente di aringa accompagnata dai pani artigianali.

La salsa acidula conferisce un tocco esotico alla palamita in bocconi raffinati e forieri di vacanze.

Le seppie arrosto con puntarelle e salsa agrodolce è richiamo ancora più diretto alle usanze delle tavole di questi luoghi benedetti dalla mano del creatore.

Dalla cantina la proposta è il Terre Alte di Livio Felluga che va a nozze con le note leggermente affumicate.

Vale il viaggio il risotto con piselli e parmigiano vacche rosse che è eletto miglior piatto della cena.

I ravioli ripieni di ricotta, un altro classico del triangolo Positano-Sorrento-Capri, sono declinati in una zuppa di pesce.

Villa Franca è dimora preferita da una clientela internazionale e va in questa direzione la scelta delle capesante alla piastra con spugnole e asparagi.

Chiudiamo con un tris di dolci su cui spadroneggia il semifreddo al provolone del monaco che regola sulla distanza il tiramisù e il limone verde.

Sulle note della piccola pasticceria e di un whisky Caol Ila si consuma la promessa di tornare ad assaggiare la cucina del Li Galli messa a regime.

Ma l’estate è a un passo, e ancor prima Pasqua e i ponti del 25 aprile e del 1 maggio, e le prospettive di questa tavola sono di intenso luccichio da provare anche se non siete ospiti dell’hotel (il menu degustazione da 4 portate è quotato 90 € e ci sono due upgrade a 7 e 10 portate rispettivamente a 120 e 160 €).

flash-saette-bnflash-saette-bnflash-bnflash-bnflash-bn

Li Galli di Villa Franca. Viale Pasitea, 318. Positano (Salerno). Tel. + 39 089.875655

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.