Florian Maison, locanda 2.0 che piace assai per ottimo rapporto qualità – prezzo a Bergamo

Dici locanda e pensi a una sistemazione medievale per far riposare i cavalli e rifocillarsi.

Giusto, trasponete al tempo del web 2.0 e avrete Florian Maison relais di charme work in progress sulla strada che dal Nord Est mena a Milano passando per Bergamo.

Siamo appena sopra il capoluogo di provincia, in una collina dominante e facile da raggiungere finanche in taxi.

Una locanda perfetta per sostare a poca distanza da Milano e restare fuori dal clangore della città con il vantaggio di un servizio ferroviario a disposizione.

Locanda, dunque, e parto dalla residenza: 6 camere l’una diversa dall’altra che guardano la vallata. Sono state messe a punto da Umberto De Martino, chef sorrentino, e da Monia Remotti, trottola bergamasca che si divide tra il suo accorsato negozio di abbigliamento nel centro della città.

Ottimo risultato e segnalazione d’obbligo per chi voglia dormire con un ottimo rapporto qualità prezzo cui si aggiunge la cordialità dell’ambiente e delle persone.

Ma come dicevo, Umberto De Martino è chef e quindi la ragione del peregrinare in questo triangolo ricco di offerte gastronomiche di qualità (il vicino di De Martino è il tristellato Da Vittorio) è la sua tavola. Che abbiamo assaggiato in due momenti tra una lunga e divertente tavolata con amici e una cena a due.

Benvenuti di mare con alice in carrozza, salmone o polpo, lingua di vitello, e pani che invitano all’assaggio dell’olio ligure.

Umberto De Martino spiega subito la sua voglia di cercare nuove strade con la cucina di mare che chiaramente gli è nel DNA.

I gamberi sono preparati in una versione di catalana con i peperoni pungenti di aceto ammorbiditi dalla sfera di acqua di pomodoro che provvede a ingentilire il boccone finale.

L’equilibrio è migliore sul “Gambari”, con il gambero crudo e cotto accompagnato dalla burrata e dal Campari che ne contrasta la dolcezza. Non ve lo lasciate scappare.

Sospesi tra terra e mare, altri due validi antipasti: le lumache al lardo con fave e asparagi, boccone fresco e consistente, e il krapfen di capasanta arricchito dalla burrata.

Ma voi non esitate sulla carta e scegliete le animelle con i carciofi e la liquirizia. Spettacolari a testimonianza che con pochi e semplici ingredienti si può fare la differenza: wow.

Più anonimo il riso con astice crudo e lime anche se la cottura del riso è da manuale e l’equilibrio dei sapori è buono.

Intrigano molto di più gli gnocchi con il coniglio in più cotture e i peperoni che ripropongono stilemi del sud con ottima mano.

Voi, però, puntate il dito sui bottoni di alghe con un ripieno di cacciucco e triglie rinfrescati dal finocchietto. Molto buoni.

Sul pesce, Umberto De Martino ha parecchie frecce al suo arco. Il totano mbuttunat è una specialità della costiera sorrentina e la sua declinazione – con un totano purtroppo piccolino e non perfetto, ci tiene a precisare il cameriere – è convincente e fresca.

Il filetto di San Pietro con accompagnamento di piselli e la – forse troppo onnipresente – burrata è lì a dimostrarlo in un felice abbinamento di note fresche e delicate.

L’agnello è di ottima cottura e l’accompagnamento di melanzane sarà ancora più valido con la corretta stagionalità.

Una piccola digressione sulla cantina ben curata e con vini del territorio e di altre regioni. Non vi mancherà scelta.

Molto buoni i dolci con in evidenza una grattachecca al lampone che resetta benissimo in piacevolezza.

Buono il dolce al caprino come anche la sferzata dei frutti di bosco, mentre gli appassionati di cioccolato possono assaggiare il connubio con i lamponi.

Tre dita di Moscato di Scanzo e l’ape della piccola pasticceria ci ricorda che qui lo chef ha lavorato sodo per trovare la quadratura tra bella ospitalità e buona tavola iniziando un percorso che dovrebbe portarlo molto lontano.

Voi accendete i motori e fate tappa da Florian Maison per farci sapere come vi siete trovati.

Avete a disposizione due menu, di terra o di mare, con 5 portate a 55 €. Mentre una camera ad uso singolo vi costa 90 € che diventano 190 per la suite con idromassaggio incorporata se viaggiate in due.

In versione business giorni feriali, il lunch con due portate viene via a 22 €.

flash-saette-bnflash-saette-bnflash-saette-bnflash-bnflash-bn

Florian Maison. Via Madonna d’Argon, 4/6.  San Paolo d’Argon (Bergamo). Tel. +390354254202




- martedì, 18 aprile 2017 | ore 12:52

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.