La colazione costituisce spesso il pasto principale delle mie giornate ed è per questo che è importante che sia, oltre che nutriente, anche e soprattutto di qualità.

Così sono stata particolarmente felice quando Peck mi ha invitato a provare la sua nuova offerta per la colazione.

Da qualche giorno infatti Peck, la gastronomia nel cuore di Milano, da sempre famosa per la sua pregevole selezione di prodotti, si è aperta anche al rito della colazione, con una lista di (deliziose) brioches e croissant (1,80 €) che si accompagnano, a seconda del gusto di ciascuno, a spremute (5 €), centrifugati ed estratti con frutta e verdura fresche e pulite al momento, oltre che ai classici di caffetteria.

Il Piccolo Peck, il nuovo spazio creato all’interno del negozio, è il posto giusto per regalarsi una coccola dolce all’inizio della giornata, ma anche per intrattenersi durante un incontro di lavoro, una merenda o per aperitivi accompagnati da piccoli piattini.

Anche nel Piccolo Peck riecheggia l’aggettivo “gourmet” – in qualche caso si abusa del termine, ma qui non possiamo non riconoscere questa qualità, soprattutto dopo aver assaggiato le creazioni dolci in mostra sull’elegante bancone in acciaio al centro della sala, circondato da lucidi tavolini neri.

Tutto ciò è reso possibile da una squadra di professionisti a capo dei quali c’è Galileo Reposo che, da qualche mese, con  semplicità ed eleganza, rispecchia perfettamente lo stile Peck, occupandosi della colazione ma anche delle linee di pasticceria, della cioccolateria, della gelateria così come della carta dei dessert del ristorante al primo piano. Tra i suoi maestri: Leeman, Gualtiero Marchesi ma soprattutto Ducasse e Cerutti.

La lista che propone è vasta e varia: dai croissant tipicamente sfogliati alla francese alle brioches, il cui impasto è ricco di uova e aromatizzato con vaniglia e scorze di limone e arancia.

Oltre ai classici (crema, cioccolato, confettura, kranz), generalmente presenti anche nell’offerta di altre  colazioni milanesi, qui potrete scegliere tra sfogliate alle mandorle piuttosto che con pistacchi tostati e lamponi freschi.

La veneziana, un impasto gioiello, si contraddistingue per sofficità e delicatezza negli accostamenti. La crema contiene tre tipi diversi di vaniglia: Tahiti, indonesiana e Bourbon.

Meritano l’assaggio anche il Krapfen farcito di crema o la sfogliata alle mele, così come la rivisitazione della veneziana con crema al cioccolato o il bombolone alla crema (delizioso) con crumble alla vaniglia che, insieme ad altre specialità, saranno protagonisti della lista e varieranno settimanalmente.

Non da meno sono le crostatine di frolla con marmellata all’albicocca o frutti rossi, la cosiddetta “Sbrisolina”, rivisitazione del tipico dolce mantovano.

Inoltre, per gli amanti della tradizione, uno dei classici delle nostre tavole mattutine: pane artigianale, burro e marmellata ma anche creme spalmabili: al cacao, alla nocciola, al caffè o al pistacchio.

Peck non si accontenta insomma e si ripromette di appagare i gusti di tutti, anche degli ospiti che prediligono la colazione salata, per loro: toast classici, Club Sandwich o pane con salumi misti.

Per il bar è stato selezionato un blend ottenuto da 5 arabiche diverse (1,50 €); ogni mese verrà proposto uno dei 12 caffè monorigine (5 €) presenti in lista, per poter apprezzare di ciascuna miscela le singole aromaticità.

I prezzi? Pur essendo leggermente più elevati rispetto alla media sono giustificabili sotto diversi aspetti, a partire dal contesto (non una comune caffetteria) e dall’innegabile qualità degli impasti così come degli ingredienti, e dell’ampia offerta che vi si propone.

Peck ci mette sicuramente impegno insomma, un impegno unito alla passione di chi, come Galileo Reposo, lavora costantemente alla ricerca di una produzione che sia il più possibile leggera ed elegante. M anche semplice, sia nella forma che nella sostanza, con quel valore aggiunto conferito dall’impiego di materie prime d’eccellenza.

Peck. Via Spadari, 9. Milano. Tel. +39 028023161.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui