Ma come, direte voi, Scatti di Gusto è media partner del Foodies Festival di Castiglioncello in Toscana che si svolge nel ponte del 1 maggio e vuole suggerire altri posti dove mangiare nonostante il ricco cartellone?

Si sa, l’appetito vien mangiando e l’occasione fa l’uomo che assaggia.

Ecco quindi appena sfornati 5 ristoranti e 5 chef da assaggiare per chi si trova a transitare lungo la Costa degli Etruschi.

1. La Pineta. Luciano Zazzeri (Marina di Bibbona – Livorno)

Se siete sulla Costa degli Etruschi la vostra meta numero 1 non può che essere La Pineta di Luciano Zazzeri sia perché è difficile trovare un ristorante stella Michelin pied dans l’eau bello e accogliente come la capanna dello chef pescatore – cacciatore sia per gli spaghetti a vongole buonissimi. Poi ci sono le seppie, i gamberi o gli scampi e quanto il mare fornisce a questa tavola.

Luciano Zazzeri sa come trattare il pesce ed è uno dei Re del Mare insieme a Gennaro Esposito, Moreno Cedroni, Mauro Uliassi, Lorenzo Viani – per citare – su cui l’Italia può contare. Non fatevelo mancare nella vostra giornata perfetta sul mare della Toscana.

2. Locanda Garzelli. Catola Ilan (Quercianella – Livorno)

In una villa in stile Liberty di fine ‘800 La Locanda Garzelli domina la spiaggia di Quercianella in un ambiente elegante ma fresco. I quadri alla parete ricordano i Macchiaioli che in queste terre labroniche hanno dipinto le loro più famose tele.

Il giovane chef Ilan Catola propone una cucina in sintonia con l’ambiente ed i suoi piatti di pesce fresco si alternano in base al pescato dal crudo di mare e alla rivisitazione del classico Cacciucco alla livornese.

Scegliete gli spaghetti della locanda che sono diventati un classico da rifare anche a casa vostra seguendo la ricetta.

Ingredienti per 4 persone

250 g di spaghetti
20 cozze
20 vongole
15 scampi
15 gamberi rossi
Polpi, calamari e zighe
Olio, aglio e pomodoro fresco

Mettere a bollire l’acqua con il sale q.b. In una padella sufficientemente grande mettere i frutti di mare con olio, aglio e far aprire. Aggiungere tutto il pesce, cuocere per 10 minuti, il tempo di unire insieme alla pasta, saltare con del pomodorino fresco ed il piatto è pronto. Facile, non vi pare?

3. Locanda Martinelli. Michele Martinelli (Nibbiaia – Livorno)

La Locanda Martinelli è il regno di Michele Martinelli, eclettico chef massese che nel 2010, rientrato definitivamente in Italia dopo la bellissima esperienza come Italian Chef alla Corte del Re di Giordania, ha aperto sulla collina di Nibbiaia in provincia di Livorno, una piccola locanda dove si può mangiare solo su prenotazione.

Da lui potrete scoprire la tartare di gambero rosso.

4. Nonna Isola. Enrico Faccenda (Castiglioncello – Livorno)

Situato sull’Aurelia in zona Portovecchio il ristorante è uno dei locali storici di Castiglioncello. Qui la signora Isola già agli inizi del ‘900 accoglieva visitatori e residenti con il suo pane. Nei tempi più recenti, Enrico Faccenda suo nipote, dopo aver lavorato nelle cucine di tutto il mondo, ha iniziato ad esprime una cucina pulita a base di pesce fresco e locale.

Qua potrete assaggiare i migliori spaghetti al riccio della vostra vita.

5. La Carabaccia. Emanuele Vallini (Bibbona – Livorno)

Se avete voglia di cucina tipica, la Carabaccia di Emanuele Vallini, chef dell’associazione Chic ed executive del ristorante Il Giardino di Praga, ha il piatto per chi non vuole il pesce: la pappa al pomodoro con pesto di basilico di Pra, pinoli di San Rossore, pecorino di Pienza e olio extravergine toscano.

Nel ristorante c’è anche l’Officina Vallini, trattoria moderna dove oltre a pranzare rapidamente potrete acquistare tipici prodotti toscani come conserve, vino, olio extra vergine d’oliva, pasta.

E ora tocca a voi segnalarci qualche altro buon ristorante in questo lembo di terra toscana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui