La pizza di Gabriele Bonci e del suo Pizzarium sbarca a Lucca e trova terreno fertile nella ricca offerta delle eccellenze dei produttori locali

Il Michelangelo della pizza in un connubio d’intenti con l’imprenditore e patron del ristorante la griglia di Varrone (che potete trovare sia a Lucca che a Milano) Massimo Minutelli raddoppia, per la prima volta, il suo Pizzarium che a Roma domina il panorama della pizza a taglio dal 2003.

Un’esperienza gastronomica, come la definisce lo stesso Minutelli, che parte da una grandissima materia prima, da grandi lievitazioni e da grandi farine e che trova il suo proseguo nella formazione del personale che, come già succede a Roma, attende il cliente descrivendo nei minimi dettagli quanto sta per consumare.

Perché la vera forza di Pizzarium sta nella proposta di una pizza realizzata con la selezione dei migliori prodotti che il consumatore deve scoprire prima nel racconto del “banconista” e poi affermare con il proprio palato.

Nell’assaggiare questa nuova proposta di pizza a taglio (nuova per la Toscana si intende) andrete ad incontrare l’etica e la filosofia che è la filosofia di questo splendido matrimonio culinario composto dalla selezione di prodotti fantastici come l’acetosella della Garfagnana (raccolta dai ragazzi della Maestà della Formica) piuttosto che i würstel della norcineria Bullentini, i formaggi di capra dell’azienda Podere Al Carli di Monica Ferruci, le mozzarelle di Magie di Latte oppure le verdure della cooperativa sociale Carraia che integra nel suo lavoro persone con disabilità.

E da bere?

Tranquilli anche sulla proposta beverage non mancano le eccellenze. Se per la birra domina il bancone la Baladin, per i vini la selezione verte su una decina di etichette strettamente naturali e bio-dinamici “che il vino lo realizzano in vigna e non in cantina” come ci dice lo stesso patron Massimo Minutelli.

Amici toscani vi è venuta già fame?

Bene, Gabriele Bonci vi attende da quest’oggi a Lucca in via Romana 1740 c, nel locale firmato dall’architetto Diego Perusko, con pizze entusiasmanti come quella con salsiccia di cinta senese e parmigiano, quella a base rossa con ricotta di pecora e acetosella marinata, la burrata e cotto oppure la sublime con würstel Bollettini su insalata di capperi, maionese e acetosella della Garfagnana.

Ah.. non vi dimenticate di assaggiare la porchetta del Bonci, uno spettacolo!

Dopo il mare sarà un’eccezionale esperienza culinaria, ve lo assicuriamo.

3 Commenti

  1. Bravissimooooo
    Un vero e proprio pioniere !!!! Può essere criticato quanto volete . Il coraggio di aprire ovunque e replicare filosofia cultura e qualità.
    Siamo orgogliosi di questa Italia gastronomica. Lui da anni sulla cresta dell’onda senza cadere mai !
    Ti vogliamo bene !
    Sei grande

  2. “Nell’assaggiare questa nuova proposta di pizza a taglio (nuova per la Toscana si intende) andrete ad incontrare l’etica e la filosofia che è la filosofia di questo splendido matrimonio culinario composto dalla selezione di prodotti fantastici come l’acetosella della Garfagnana (raccolta dai ragazzi della Maestà della Formica) PIUTTOSTO CHE i würstel della norcineria Bullentini…..”…vi prego, utilizzate il piuttosto che come dio comanda!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui