Sicilia. La Taverna Nicastro per conoscere gli antichi sapori della Contea

Bisogna inerpicarsi su per le antiche scale che ricordano il quartiere Alfama di Lisbona, per arrivare alla Taverna Nicastro a Modica alta, la parte più antica della città. Questo locale storico della Sicilia si trova in cima ad una scalinata sulla quale si trovano numerosi tavoli all’aperto, come in un vecchio film di Pasolini.

Mantiene le stesse atmosfere del 1948, la Taverna Nicastro che è una delle più antiche “putìe” del vino in cui, tra un bicchiere di vino e l’altro, si mangiavano uova sode e bollito. Nei primi anni ’50 la moglie del titolare arricchisce la proposta culinaria con la rosticceria tipica.

Negli ultimi 15 anni il figlio Salvatore eredita la passione per la cucina e, dopo aver conseguito una laurea in scienze economiche e bancarie, si dedica alla ricerca degli antichi sapori, valorizzandoli sapientemente.

L’ambiente è familiare ed accogliente e il menu segue l’antica tradizione culinaria della Contea. L’antipasto, con pietanze di rosticceria tipica, come le “scacce”, focacce con salsiccia e ricotta e le arancine fatte come una volta, ripiene di uova sode e carne cotta nel sugo di maiale, gelatina di maiale, salsiccia secca e formaggi locali.

I primi, di pasta fatta a mano e lavorata utilizzando semola di grano duro Russello; dai ravioli di ricotta e maggiorana al sugo di maiale, ai capunti (cavatelli) con pomodorini e ricotta salata, fino alla zuppa di fave locali.

I secondi, realizzati con materie prime lavorate nel laboratorio della Taverna; carne di maiale al sugo, salsiccia al Nero d’Avola e coniglio alla Nicastro, in agrodolce. Solo su prenotazione la trippa o l’impanata di agnello (empanada), antico piatto di origina spagnola rielaborato.

La lista dei dolci, breve ma pertinente, è composta da gelo, semifreddo e cannolo, tutti rigorosamente fatti in casa.

Come nelle più antiche famiglie siciliane, il rosolio non manca mai. Per lo più siciliane le etichette dei vini, con qualche escursione in altre regioni italiane.

Il conto sarà l’ultima, piacevole sorpresa: per una cena completa, dall’antipasto al dolce, spenderete da 25 a 35 €, bevande escluse.

Taverna Nicastro. Via Sant’Antonino, 30. Modica (Ragusa). Tel. +39 0932 945884 – 333 9184650




- mercoledì, 23 agosto 2017 | ore 11:13

Un commento su “Sicilia. La Taverna Nicastro per conoscere gli antichi sapori della Contea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.