Perché dovreste andare a Care’s 2018, evento del nuovo tre stelle Michelin Norbert Niederkofler

Tempo di lettura: 2 minuti

Metti insieme un po’ di chef, qualche sponsor “importante”, ed argomenti come etica e sostenibilità. Potremmo tentare di spiegare così, sommariamente, cosa è CARE’s – The Ethical Chef Days, il progetto ideato da Norbert Niederkofler, fresco chef tri-stellato del ristorante St. Hubertus (Hotel Rosa Alpina di San Cassiano) e Paolo Ferretti, titolare dell’agenzia di comunicazione hmc di Bolzano, con il contributo di Giancarlo Morelli, chef stellato e patròn del Pomiroeu a Seregno, e del ristorante Morelli a Milano – eccetera.

Però faremmo a tutti loro un grande torto.
Perché alla terza edizione, in Alta Badia dal 14 al 17 gennaio, il cibo è ormai quasi un pretesto per spiegare una filosofia.
Sia chiaro, non mancheranno mica gala dinner, pranzi in alta quota, gite panoramiche e masterclass di cucina (per questa edizione aperte al pubblico), ma non verrà perso di vista l’argomento principe. Anzi, in questa edizione 2018 di CARE’s il focus si sposterà su larga scala, con l’obiettivo di mostrare come e perché anche le aziende multinazionali – alcune delle quali hanno a ragione scelto di sostenere negli anni CARE’s – sono impegnate in progetti etici e sostenibili.

Questo sarà l’obiettivo dei CARE’s TALK, dove, oltre a molti ospiti importanti, verrà dato spazio ad alcune delle aziende main sponsor per raccontare il loro contributo, la mission etica e il motivo del supporto a CARE’s.

Non mancheranno comunque, come abbiamo detto, gli appuntamenti gastronomici, con un’ampia rosa di chef internazionali dove, tra i tanti, spiccano i nomi di Mitsuharu ‘Micha’ Tsumura, lo chef del Maido a Lima, appena insignito del premio come migliore ristorante dei Latin America’s 50 Best Restaurants, e con lui Leonor Espinosa, chef colombiana di Bogotà del Leo Cocina y Cava, dichiarata Best Female Chef per il Sud America nonché fondatrice di Funleo, fondazione che si occupa di tutelare le più antiche tradizioni della cucina colombiana.

Anche per questa edizione è prevista l’attesa consegna degli Awards, promossi dagli sponsor nei vari settori, con particolare attenzione al Social Responsibility Award, premio sostenuto da Marchesi 1824. La novità in più sarà il giudizio attraverso i social, dal momento che i candidati ai premi Young Ethical Chef Award sostenuto da Monograno Felicetti e Young Ethical Hospitality Award sostenuto da Ferrari Trento e Lavazza, avranno la possibilità di caricare un breve video di presentazione su Facebook ed essere poi scelti tramite votazione degli utenti.

Non resta che farci un pensierino, appuntamento davvero interessante.

[Massimo D’Alma]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui