Domani a Roma apre Saulo, ristorante e cocktail bar ma anche sito archeologico e terrazza panoramica. Un nuovo spazio dedicato al cibo e al buon bere che affaccia sulla maestosa Basilica di San Paolo Fuori Le Mura. Nei piatti le origini della cucina romana, nelle mura il passato della città eterna: un sepolcreto che testimonia le antiche necropoli sorte lungo la strada che conduceva al porto della Città. A concepire il nuovo locale di Via Ostiense, due giovani imprenditori romani che hanno voluto un menu caratterizzato da una ristorazione di qualità e da prodotti locali.

Da questa idea nasce la preziosa collaborazione con il Maestro Mauro Secondi, pastaio vincitore del premio Slow Food Lazio e dell’Oscar Qualità del Gambero Rosso, che ha firmato il menu di Saulo, valorizzando il territorio, puntando sulla genuinità e garantendo la freschezza dei prodotti.

Una carta dedicata ai piatti tipici della tradizione romana, tra le proposte il Raviolo fresco ripieno di coda alla vaccinara, la Pasta e fagioli con cotiche soffiate, il Lesso alla picchiapò con mentuccia romana e il Baccalà in oliocottura con la sua maionese. 

La vera novità sarà il pranzo della domenica, il tipico pranzo in famiglia fatto di Lasagne e Fettucine al ragu, di Pollo alla cacciatora e Vitello tonnato. Il menu è in costante cambiamento per non tradire la stagionalità dei prodotti e prevede un’eccellente carta dei dolci provenienti dalla Pasticceria Barberini e una ricca carta dei caffè, 7 miscele torrefatte appositamente da Caffe Profili.

Saulo, che prende il nome da Paolo di Tarso (San Paolo) per la vicinanza alla Basilica, è anche un locale per aperitivo e dopo cena; la drink list è stata pensata e messa a punto da Argot e prevede 10 interessanti cocktail dai nomi originali come Il Calvario di Margherita e Figaro e Le sue Nozze, ognuno dei quali racconta una storia. Lo spazio, caldo, accogliente, con richiami al passato ed uno sguardo al futuro, è stato rivisto e progettato dall’Architetto Francesco Cotone. L’abbigliamento del personale, che fonde tradizione e il casual raffinato, usando materiali di pregio rigorosamente italianinel pieno rispetto del mood di Saulo, è firmato da Francesco Testi.

Siete pronti per gustare la cucina romana nel sito archeologico?

Saulo Roma. Via Ostiense 251. Roma