Stai a casa. Così finisce l’avventura di Attilio Albachiara a Las Vegas

Lo sapete già: Umberto Fornito ha vinto il titolo a Las Vegas 2018. Anzi, due: Napoletana e Pizzaiolo dell’Anno.

Una grande affermazione dell’arte dei pizzaioli napoletani che è anche la capacità di andare oltre la pizza napoletana. E Umberto Fornito l’ha dimostrato con una pizza che napoletana non è, “Ma è una grande pizza” (cit.)

Un successo per il mondo pizza napoletana che qualcuno ha provato a rovinare gettando schizzi di fango a destra e a manca per cercare di coprire un personale insuccesso.

Il giullare della pizza che ha fatto rischiare l’incidente diplomatico è Attilio Albachiara, personaggio avvezzo a lanciare proclami in video che gode di largo seguito. Peccato che non avesse messo in conto la reazione dell’organizzazione dell’International Pizza Challenge che lo ha squalificato e lo ha messo di peso alla porta.

Albachiara ha pensato di continuare la sua opera di distruzione anche dopo l’allontanamento dal campo di gara.

Un atteggiamento incomprensibile per un pizzaiolo testimonial vezzeggiato e coccolato dalla farina 5 Stagioni e dai forni Marana che ha cercato di accreditarsi con un evento alla Mostra d’Oltremare in cui ha giocato a fare l’ambasciatore buono della pizza napoletana ripulito per l’occasione dai buoni servigi del suo ufficio stampa.

Ancora più incomprensibile considerato il ruolo di contributor del blog di Luciano Pignataro, che non ha riportato la doppia notizia della vittoria probabilmente perché male informato dal suo inviato a Las Vegas, e facilitatore di visite a pizzerie non ancora conosciute che anelano all’ingresso nella 50 Top Pizza.

E alla fine Pete Lachapelle gli ha dato una risposta su Facebook cui sarà difficile dare una replica.

Resta a casa Albachiara che sei ridicolo.

Sono stanco di questi pizzaioli che si credono così bravi da non saper accettare la sconfitta. La smettessero.

Attilio Albachiara

Ho ricontrollato tutti i fogli con i punteggi di ognuna delle 5 competizioni. Ogni punteggio è stato inserito correttamente nel programma del computer. I punteggi dei singoli fogli sono stati prima aggiunti dal giudice stesso, poi ancora da una seconda persona e inseriti nuovamente nel foglio di calcolo di Excel.

Ogni punteggio è stato controllato ben 3 volte.

Nessun punteggio sbagliato è stato inserito o riportato.

Nessuno ha modificato il punteggio una volta che il foglio con il punteggio è stato consegnato.

I risultati che avete visto all’International Pizza Challenge erano accurati e corretti.

Siamo orgogliosi di condurre la competizione della pizza giudicata più equa del mondo.

Io e te ne abbiamo discusso 10 anni fa. Ti sei piazzato primo in una competizione italiana… E secondo al Pizza Expo una settimana dopo. Tu e il mulino che rappresentavi avevate chiesto un riconteggio e siete arrivati ad accusarmi di aver truccato la competizione. Sono stato insultato allora e il modo in cui ti sei comportato al passato Pizza Expo e online a seguire… è nuovamente offensivo!

Non hai alcun diritto di rimproverare i giudici perché pensi di saperne più di loro.

Non hai alcun diritto di mettere in dubbio i nostri risultati per poi lamentarti in tutta Italia che la nostra competizione è imperfetta.

Non avevi alcun diritto di rubare lo schema con il punteggio finale.

La competizione Pizza Expo è la più equa nel mondo.

Te l’ho detto 10 anni fa, se non ti piace la competizione… Stai a casa.

Se ancora la pensi così, dopo che ho speso ore del mio tempo ad analizzare e a ricontrollare i nostri punteggi… E averli confermati accurati, ti consiglio di non venire al Pizza Expo il prossimo anno.

Sono stanco di queste sciocchezze. Pizza Expo è un evento eccezionale con una reputazione seconda a nessuno nel mondo dei produttori.

Le nostre competizioni sono giudicate da persone che hanno ottima reputazione nel mondo del food. Il nostro punteggio è equo e accurato.

Questo conclude la mia risposta alla lamentela di Attilio. Ridicolo.

[Immagini: Scatti di Gusto, Facebook, Pizza Passione Napoletana, Il Mezzogiorno,]


- mercoledì, 4 aprile 2018 | ore 13:15

2 commenti su “Stai a casa. Così finisce l’avventura di Attilio Albachiara a Las Vegas

  1. Mi congratulo con il vincitore e allo stesso tempo mi chiedo come sarebbe andata a finire se a partecipare ci fosse stato lui (e sapete chi intendo…) con la sua pizza: avrebbe vinto anche partecipando con la sola foto di Emanuele Bonati ! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *