Qual è la migliore ricetta per celebrare la Carbonara nel giorno dedicato al piatto di pasta della (recente) tradizione romana che è diventato un must per le giovani generazioni? E non solo a Roma.

Per quanto ci riguarda, qui su Scatti di Gusto, avete un ampio florilegio e ogni giorno è buono per celebrare il Carbonara Day.

Ma stando ai festeggiamenti che partono il 6 aprile, promossi da di AIDEPI (Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane) e IPO (International Pasta Organisation), tocca seguire il video di Luciano Monosilio, chef che si “sospetta” abbia fatto guadagnare la stella Michelin al ristorante Pipero di Roma proprio per la sua famosa carbonara.

Ascoltatelo in video mentre assumete che la tradizione (nata per i più durante la Seconda Guerra Mondiale con l’incontro tra la pasta italiana e la razione K dei soldati americani che annoverava uova e bacon) prevede 5 ingredienti e basta: guanciale, pecorino, uovo, sale e pepe. Le rivisitazioni (guanciale o pancetta, aglio sì o no, tuorlo o uovo intero, parmigiano o pecorino, etc), arrivano dai gusti personali e dalle abitudini familiari. E si discute anche sul formato di pasta da utilizzare. Meglio corta o lunga? A scanso di equivoci, vanno bene entrambe. Se per molti ‘alla Carbonara’ si lega indissolubilmente al termine spaghetti, più recentemente gli esperti consigliano anche i formati a sezione circolare, come rigatoni o mezze maniche, specie se “catturano” al loro interno il guanciale.

E ora siete pronti per festeggiare anche voi la Carbonara che è una delle 3 ricette del cuore dei Millennials.

La ricetta della carbonara di Luciano Monosilio

Ingredienti (per 2 persone)
160 g di pasta 
2 tuorli d’uova bio
40 g di guanciale

1 g di pepe in grani
30 g di pecorino
20 g di Parmigiano Reggiano

Preparazione
Butta la pasta in acqua bollente. Se si è in due per una cena romantica il mio consiglio è di utilizzare spaghetti. Appena superato il numero di 5 commensali passate senza dubbio a un formato corto (1/2 manica o rigatone) per facilitare la preparazione.

Sbatti i tuorli col formaggio e circa la metà del pepe macinato.

Rosola il guanciale in padella di ferro scolando il sexy grasso rendendolo croccante. Ricordati che non va buttato perché sara questo grasso a dare alla carbonara quel profumo erotico e seducente che farà impazzire i tuoi ospiti.

Scolare la pasta al  punto di cottura come indicato sulla confezione della pasta che utilizzi.

Manteca in una ciotola di acciaio con le uova montate, il pepe e il formaggio e alla fine unisci un po del grasso scolato per rendere il turtto amonioso.

Solo alla fine aggiungi il guanciale e dopo aver impiattatato metti il formaggio rimanente e il pepe.