La serie dei ristoranti di mare si arricchisce di un nuovo capitolo.

Dopo Capri e Bacoli, è il turno dell’isola di Ischia dove c’è un locale storico attivo da oltre 20 anni condotto dai fratelli Marco ed Umberto Regine che hanno costruito una realtà solida e di qualità: Umberto a Mare a Forio.

Da qualche anno Marco è rimasto al comando solitario per il distaccamento strategico del fratello Umberto ai Giardini Eden di Ischia Ponte, sotto il castello Aragonese, ed altro luogo bellissimo e, vi assicuro, buonissimo.

Ho ritrovato gli “antichi” fasti gastronomici in un posto bellissimo e del mio cuore, e questo mi rende particolarmente felice. Lo chef Umberto Mattera, sempre schivo, in gran spolvero con le nuove leve dei Regine, Fabrizio, in sala e Bartolo in cucina.

Iniziamo subito con il benvenuto della bruschetta di ricciola.

Per combattere la gola secca ecco l’ottimo consiglio di Marco per bere bene: un Terre Siciliane IGT Guardiola Bianco Passopisciaro 2013.

Le nuove leve si fanno notare anche se ci sono piatti che da Umberto a Mare non hanno mai tradito, come il crudo di pesce diventato attualmente Gioco con il mare 2018. Chiara la maestria di Umberto Mattera nel trattare la grandiosa materia prima che emerge sempre in modo forte. Insomma si sente il mare per davvero.

Arriva un altro caposaldo della cucina di questo ristorante, il Polpo Dolce Forte con radicchio, zucca, peperoncini verdi e cioccolato extra amaro. Una vera goduria storica molto bella nel nuovo impiattamento.

Altro antipasto da inserire nel percorso è la Parmigiana di Melanzane a modo nostro in 2 preparazioni che dimostra che qui non si sente solo il mare.

Quando arriva lo Spaghettone Gerardo di Nola, Ricciola, Limone parte il wow. Merito della semplicità coniugata all’esplosione dei sapori.

Interessantissimo il Risotto Sconcigli Fiori di Zucca e yogurt di Bufala che ha la sola colpa di arrivare dopo il wow del piatto precedente!

Da Umberto a Mare, come detto, non si mangia solo mare e quindi ci gustiamo degli ottimi Bucatini al sugo di coniglio, grande classico di tradizione dell’isola verde.

Cambiamo vino e saliamo in Friuli per un maggiorenne Castello di Buttrio 2000 e continuiamo a divertirci.

I Gamberoni scottati all’arancia continuano a dimostrare che in questo ristorante si bada poco ai fronzoli e si va dritti al sapore e alla materia prima.

A seguire Pesce d’amo croccante di pane e zucchina alla scapece, una spettacolare ricciola cucinata molto bene: il contrasto con la giusta acidità delle zucchine e la croccantezza del pane esaltano ancor di più il pesce.

Siamo al rush finale e anche in questo caso abbiamo i grandi classici di Umberto a Mare con il Babà crema e fragole ad avviare la batteria dei dolci

La sempre eccellente melanzane al cioccolato non può mancare.

Come lo Scilla, una sorta di cannolo scomposto che da buono è diventato sublime grazie anche alla ricotta in salvietta Costanzo.

Vi ricordo che il menu degustazione da 5 portate costa 65 € e che ci sono anche 10 camere tutte affacciate sul mare, anzi, quasi in acqua.

Avete bisogno di altri motivi per concedervi almeno una due giorni nell’Isola Verde?

Umberto a Mare. Via Soccorso, 2. Forio d’Ischia (Napoli). Tel. +39.081.997171

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui