Il Riccio, ristorante di mare a Capri che vi tenta con spaghetti, crudi e dolci

234 Condivisioni

Ci siamo. La bella stagione è arrivata e la scelta di un ristorante di mare si impone. In Campania, dopo il Caracol che forse in pochi conoscete, ecco il più famoso Riccio a Capri.

Un ristorante pieds dans l’eau che si fregia della stella Michelin. Un approdo sicuro sia per chi decide di sbarcare via mare direttamente sulla terrazza che lo ospita sia per chi è già sull’Isola Azzurra.

Eh sì, perché il Riccio è il distaccamento marino sulla Grotta Azzurra della corazzata Capri Palace, capitanata dall’ottimo Ermanno Zanini, e del ristorante L’Olivo, che di stelle Michelin ne ha due, guidato da Andrea Migliaccio.

Al Riccio sarete catapultati in un mondo di fiaba in equilibrio tra il lusso della semplicità e la calorosa accoglienza.

Il Riccio è stato aggiornato rispetto alla versione che già conoscete: l’ingresso è stato spostato e ora si accede dalla terrazza solarium che è diventata uno splendido lounge bar a disposizione degli ospiti del ristorante, ora in posizione più riservata, o di chi ha voglia di prendere un aperitivo. A dirigere il Riccio c’è Roberto Bonetti che arriva dalla Valtellina.

Lo chef resident è Giovanni Bavuso da Potenza e a sovraintendere la cucina c’è l’executive Andrea Migliaccio ischitano di nascita, ma caprese di adozione.

Pane burro e alici è un avvio scoppiettante.

Fresco ed equilibrato il Carpaccio di gamberi rossi con fragole, cetrioli, taralli alle mandorle, aceto balsamico.

Per dissetarsi un Ferrari Perlè 2007.

Lo Spaghetto al Riccio onora in pieno il nome della casa ed è tanto godurioso quanto ben dosato: il sapore arriva in bocca direttamente dal mare che si apre davanti.

Con gli Gnocchi di patate al ragù di gallinella e cannocchie arriva la seconda ondata di giusta sapidità.

Notevoli i Filetti di triglia scottata con pappa al pomodoro e peperoncini verdi.

Il pranzo al Riccio offre molte opportunità ma il consiglio è di tuffarsi in un grande classico come la Frittura mista di pesce.

Il percorso salato lascia spazio ad una delle tentazioni più forti del Riccio: la Stanza delle Tentazioni che è un vero e proprio luna park dei dolci.

E voi lasciate un po’ di spazio per perdervi tra le proposte che affollano il tavolo centrale.

Alla voce prezzi, sappiate che potete scegliere un menu degustazione da 5 portate (compresa la Stanza delle Tentazioni) a 130 € che diventano 160 con l’abbinamento vini.

E poi avete la carta da cui pescare con la garanzia di un pesce freschissimo, sfizi, ostriche e crudi di mare.

Non vi resta che godere come un Riccio e decidere se raggiungerlo via mare o scendere da Anacapri lungo stradine di incommensurabile bellezza.

Ristorante Il Riccio. Via Gradola, 4. Anacapri (Napoli). Tel. +39 081 837 1380

234 Condivisioni

- domenica, 10 giugno 2018 | ore 13:12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.