Invito ad assaggiare la pizza dell’estate a Vada con Giovanni Santarpia

Tempo di lettura: 2 minuti

Le squadre dei pizzaioli sono ben attrezzate a Vada, in Toscana per il Festival della Pizza che ha avuto già un paio di appuntamenti di sgambatura con i workshop sulla comunicazione, la triangolazione con il pizzaiolo atipico di San Mauro Torinese Patrick Ricci e il laboratorio dei bambini con le mani in pasta.

Da un lato c’è l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani con 11 pizzaioli guidati da Gianluca Pirro e Marilena Miccù forti delle munizioni delle farine Saccorosso e Tipo 1 del Mulino Caputo, il Fiordilatte di Napoli di Latteria Sorrentina e il pomodoro Ciao.

Dall’altro la rappresentanza della Costa degli Etruschi con Antonio Polzella de La Ventola e il “Giamba” della Cambusa armati con grani locali, pesce del Tirreno e ortaggi della piana del comune di Rosignano Marittimo.

Il campo di gara è quello che spariglia le carte: niente forno a legna, ma l’ultima evoluzione dei nuovi forni elettrici Neapolis di Moretti Forni, segno di ecosostenibilità che le vacanze 2018 invoca a gran voce.

A metterli in Piazza Garibaldi ci hanno pensato Scatti di Gusto e Superior Adv, i due centri di informazione e comunicazione che hanno “affilato” le armi con i due volumi di grande formato dedicati all’olio extravergine da mangiare (il terzo è in preparazione).

La sfida è di carattere giocoso, ma neanche tanto.

Davanti ai tre forni Neapolis si riunirà la giuria più stravagante che abbiate mai pensato: giornalisti e critici toscani con i bambini e i ragazzi del Centro Sportivo di Vada chiamati in causa dalla Proloco che ha messo su un calendario di Notte Bianca favorita dall’eclissi lunare.

Una sfida su due giorni, stasera con i pizzaioli di Vada, domani con i pizzaioli napoletani.

A vincere sarà sicuramente il pubblico che potrà gustare le Margherite e le Marinare che verranno sfornate dalle tre squadre di pizzaioli.

Mentre la giuria “tecnica” si pronuncerà su originalità della pizza, qualità degli ingredienti e cottura della pizza.

Ma come mai un Festival della Pizza a Vada? C’è fermento da queste parti con oltre 15 pizzerie che offrono ai turisti la pizza in versione toscana, scrocchiarella o forse potremmo dire “schiacciatina” che al pubblico locale piace come anche agli stranieri (Olandesi e Francesi in testa).

Due giorni, oggi e domani di sfide tra i pizzaioli e poi domenica 29 luglio la preparazione della pizza dell’estate 2018 pensata dai pizzaioli di Vada e la chiusura affidata a Giovanni Santarpia, il pizzaiolo di stanza a Firenze che ha saldato la pizza napoletana e i gusti toscani nelle sue proposte gastronomiche.

Tre serate di grande pizza per festeggiare l’estate che per moltissimi vuol dire abbinare il relax alla pizza.

Il Vada Pizza Festival é l’evento conclusivo della rassegna gastronomica Mangiaingiro organizzata dal Comune di Rosignano Marittimo con il contributo di Vetrina Toscana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui