Si chiama Pescheria con Cottura – ovvero, banco di pesce all’ingresso, la Pescheria appunto, così lo vedi e lo scegli (ma non lo puoi comprare e portar via) con l’aiuto del personale e del direttore, Mimmo Persano, con Cottura, te lo preparano nella cucina lì dietro, che è anche a vista.

Tutto questo nasce “in famiglia”, da padre e figlio. L’idea è del figlio, Fabio Ingrosso, imprenditore nella ristorazione già a 19 anni; complice, il padre Daniele, imprenditore edile ma appassionato di cucina da sempre. La Pescheria con Cottura nasce a Lecce quattro anni fa, e si ispira ai “fornelli di Cisternino”, locali-macelleria che ti cuociono la carne prescelta al bancone in un forno a pietra.

Declinata sull’ittico, visto il grande successo gli Ingrosso hanno deciso di portarla al nord (bravi!!), ma non semplicemente trapiantandola, bensì adattandola al nuovo pubblico.

Quel che mangiate lo vedete nella lavagna con il menu del giorno, fondamentale, visto che la cucina dipende da quello che si è pescato.

Anche se poi ci sono ovviamente piatti e pesci in carta.

E poi la sala, anzi, diversi ambienti, o meglio, due sale separate da un salotto. 

Che poi il salotto è un lounge bar. Con degli ottimi cocktail: ne ho assaggiati tre o quattro, e mi hanno convinto. L’area mixology del locale è affidata al giovane bartender Paolo Mastropasqua, che ha anche collaborato alla drink list ideata da Fabio Bacchi, suo maestro, con la wine consultant Valentina Rizzi. 

Un cocktail prima di cena? Io ho preso una Chicha al mar, con Barsol Pisco Acholado, lime, sciroppo di Chicha Morada, ginger beer – ma l’intera carta dei cocktail è interessante. L’idea è di richiamare gusti e profumi del Mediterrano: ecco quindi il Negroni Mediterraneo, base Gin Mare con Luxardo Bitter Bianco, Macchia Vermouth Bianco e bitter Mediterraneo Sirene, o il Fairy Pools, creato con Talisker Skye Whisky, Morin Calvados, Macchia Vermouth Rosso, grapefruit bitter, hibiscus & lime cordial.

Ancor più interessante l’idea che si possa passare da Pescheria con Cottura anche solo per prendere un cocktail, o più d’uno, accompagnandolo con qualche piattino di pesce.

Ma Pescheria con Cottura è un ristorante. E abbiamo assaggiato qualcosa. Il funzionamento, lo abbiamo detto, è semplice: si ordina al banco, e si aspetta la preparazione al tavolo.

Intanto si può scegliere il vino: 120 etichette, molti bianchi italiani ed esteri, rossi, champagne. Siamo rimasti in Puglia: Es di Gianfranco Fino, un Primitivo di Manduria consigliato da loro per la nostra cena: ottima scelta.

E si assaggia qualche antipasto. Molto buone le polpettine di sgombro.

Il pinzimonio di gamberi è stato un’ottima idea per iniziare. Era accompagnato da salsine, buone, fatte dallo chef Rocco Costantini a partire dai singoli ingredienti: crème fraîche, guacamole, babaganoush alle melanzane, salsa nordica di senape dolce e aneto e salsa di rafano bianco. Ma con dei gamberi così, erano quasi un di più.

Il riso con crema di piselli patate e gamberi rossi era buono, anche se forse comincia a vedersi un po’ troppo in giro, e non sono sicurissimo che il tutto si amalgami bene.

Le tagliatelle con gamberi, asparagi, e granella di nocciole erano buoni – forse avrei preferito un po’ meno granella.

Qualche altro piatto – non ho mangiato tutto, ahimé, ma pian piano lo farò. Queste ad esempio sono sarde fritte su un letto di puntarelle.

Pesce cucinato bene, fresco, con delle idee: ci siamo. Il prezzo di una cena si aggira sui 40/50 €.

Aggiungiamo che questo sembra il momento dei ristoranti di pesce, che aprono con una frequenza incoraggiante – più posti da provare! sia con il banco del pesce che senza…

Gli ambienti hanno un’aria fra il vintage e il mediterraneo – molto piacevoli, molti pezzi dell’arredamento sono stati fatti su misura per il locale.

E bello l’ingresso con divanetti (e portacenere: è vero che il tabacco, come il sale, fa male, ma almeno non buttiamo le cicche in giro).

Io direi che la famiglia Ingrosso ha fatto centro.

Pescheria con Cottura. Via Tito Speri, 7. Milano. Tel. +39 026572301.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui