Avevamo accolto con favore la prima ristrutturazione del Mercato Comunale di piazza Santa Maria del Suffragio a Milano. Ora il Mercato con Cucina – questa la scritta sull’entrata – sta cambiando per la seconda volta, ma solo come offerta gastronomica.

Era uno dei numerosi mercati comunali cittadini, nel corso del tempo inesorabilmente invecchiati. Questo, fra l’altro, sorge in una zona storicamente “mercantile” (in largo Marinai d’Italia fino al 1965 c’era il mercato coperto della frutta e della verdura che una volta stava al Verziere).

I Mercati Comunali milanesi avevano col passar del tempo assunto un’aria vecchiotta e in qualche caso un po’ squallidina: ma una serie di operazioni di restyling ha iniziato a rinnovarne aspetto e contenuti. Come in questo caso, del 2015: una veranda e un balconcino esterni, aggiunti al corpo centrale, solo 4 banchi, a forte impronta food-gourmet. Oh, gli interni sono rimasti ancora un po’ sottotono, ma sicuramente molto meglio di prima. E adesso, questa risistemazione degli spazi interni, il cui primo risultato è la pescheria.

L’idea del Mercato con Cucina era di Angelo Davide Longoni, che aveva già aperto in via Tiraboschi, poco lontano, un suo panificio (il negozio di famiglia è a Carate Brianza). Così, qui al Mercato c’erano un banco pane e pizza e dolci, un banco vino salumeria (e gelati), un banco di frutta e verdura, un banco di pesce.

La risistemazione vede Longoni in una postazione, con pane e pizza ovviamente, dolci, cocktail, vino. Al forno non c’è più Fabio Venturini, trasferitosi già da qualche tempo da Veratti Casual Gourmet a Varese. Ci sono una serie di pizze alla pala, buone.

Anche frutta e verdure, e insalate bio-veggie, succhi e così via, sono rimasti in loco, forse con meno merce, sotto l’insegna Fresco e Buono, il brand creato da Erika Fumagalli.

La gastronomia, con la salumeria Beccalli di Costamasnaga, e il gelato di Cool, di Concorezzo, non c’è più. Al suo posto, si sta lavorando a un banco di macelleria, si suppone con la possibilità di consumare sul posto. Facciamo le prime ipotesi sul menu? Tartare. Magari di fassona.
Dico che non c’è più la salumeria-gastronomia a ragion veduta, ovvero, ci sono stato. Lo preciso perché il sito riporta tutta la storia e le botteghe e le descrizioni che c’erano all’apertura. Capisco che non sia facile tenere dietro a tutto, social e sito compresi – ma deve essere fatto, se no, ci si perde.
Il marchio è Macellerie Riunite, non sappiamo altro. Possiamo ipotizzare che quella con le Pescherie non sia soltanto un’elegante assonanza, ma proprio una consonanza, sotto il marchio Seven Group.

Marchio che fa il paio con Pescherie Riunite, che a sua volta sostituisce l’altro food corner, Schooner Cucina di Mare, ovvero la Pescheria Volpe di Viareggio in società con Roberto Ghezzi, patron di Schooner, industria conserviera a Empoli. Se non ho capito male, il personale è rimasto lo stesso.

Le Pescherie Riunite sono a loro volta un marchio di Seven Group, ovvero, per i milanesi, di marchi se non “storici” sicuramente consolidati: Zio Pesce, Joe Cipolla, Seven, Drogherie Milanesi. Le Pescherie hanno già aperto un altro ristorante “intero” in corso Cristoforo Colombo. Gli ingredienti del format sono gli stessi: un banco del pesce da cui scegliere il proprio preferito, da far cucinare in 4 modi diversi, qualche proposta dello chef, si paga, si va a tavola. Fine.

In Cristoforo Colombo, però, c’è sempre la coda, che qui, in due o tre volte che ci sono passato, compreso un sabato sera, non ho visto. Ed è un vero peccato, a prescindere dalla bontà del pesce, e riguarda tutto il Mercato: è una bella idea, un posto tranquillo in quella fascia della città posta tra il centro e la periferia, abbastanza alberi da dare un’illusione di verde, ci si mangia bene. Deve essere pieno di gente. Andateci.

Mercato con Cucina. Piazza Santa Maria del Suffragio. 20100 Milano.
Pescherie Riunite. Tel. +39 0255184461.

[Immagini: iPhone Emanuele Bonati]

Indirizzi dove mangiare e bere in zona

1. Le pizze al taglio di Pandemonium in via Spartaco
2. Le pizze di Lievità in via Sottocorno
3. i dolci di Ernst Knam in via Spartaco Anfossi
4. Mangiare in giardino Da Giacomo Rosticceria, in via Sottocorno
5. Le pizze di Capperi, che pizza! in Santa Maria derl Suffragio
6. I piatti giapponesi “manga” di Wellkome in via Bezzecca
7. Le 25 pizze del 25° della Taverna in via Anzani
8. I cocktail di Alchimia in viale Premuda
9. Le uova di L’Ov in viale Premuda
10. La pasta fresca di MiScusi dietro Cinque Giornate

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui