Milano. Apre un ristorante fast food di pasta della nonna: Miscusi, Adesso Pasta!

Ristoranti

pasta fatta a mano

I nuovi locali che aprono a Milano a volte me li ritrovo sotto casa, o dietro l’angolo.

Oppure – come ha fatto MiScusi, Adesso Pasta! – mi scrivono, dicendo ehi guarda che apro, sto per aprire, sono già aperto. Ho ricevuto una mail appunto in cui mi racconta della sua imminente apertura – a cui è seguita un’altra mail con il giorno dell’inaugurazione, sabato 18 febbraio.

pasta forchetta

Incuriosito, ho risposto a MiScusi scusandoni e chiedendo loro qualche foto, qualche notizia in più, magari poter fare un paio di domande a qualcheduno.

Mi hanno rinviato a dopo il 18 – ma potevo forse io privare i miei affezionati lettori di una anticipazione che non fosse il solito comunicato stampa riciclato invertendo l’ordine delle parole? (Sì, perché io sono un raffinato esteta, e inverto l’ordine eccetera.)

E soprattutto – essendo io “Scatti” di gusto – di qualche scatto che renda l’idea del nuovo MiScusi?

mi-scusi-esterno-5mi-scusi-esterno-4

No, certamente: sono quelli che vedete a corredo di queste poche righe. Righe in cui posso dirvi che l’idea è quella di proporre un pasta-della-nonna-fast-food con pastificio accluso. Il tutto in pieno centro, in via Pompeo Litta, alle spalle del Coin di 5 Giornate.

Già da qui si vedono alcune parole d’ordine: genuinità, tradizione, cucina a vista. Pasta fresca prodotta ogni giorno all’interno del locale, in diversi formati, anche ripiena; un mulino che macina grano duro di Altamura, producendo la farina integrale per la pasta (che ci sarà anche senza glutine); vino a mescita libera; ricette “della nonna”, ricerca delle materie prime, insomma, tutto quello che serve per pensare un locale, oggi.

Comprese le menti ideatrici del progetto, Alberto Cartasegna e Filippo Mottolese, due ragazzi meno che trentenni, bocconiani, con interessanti esperienze imprenditoriali alle spalle (BCG e Helpling, e PWC e TOM-The Ordinary Market rispettivamente).

L’idea quindi è “tutta pasta” – e mi sembra di capire addirittura “solo pasta”, ma immagino che un ampliamento del menù sarà inevitabile, come è già accaduto in altre esperienze monoprodotto. Resta da capire quali possibilità di successo può avere un locale del genere, visto anche i risultati dubbi di locali consimili.

pasta.eat.chiuso

Pasta Eat, a poche decine di metri di distanza, è attualmente chiuso per cambio di gestione (ma era aperto fino a poso tempo fa); mentre Il Boss della Pasta, ovvero una versione fast-food, da passeggio, lo vedo chiuso da tempo (oppure ha orari particolarmente strani).

mi-scusi-esterno-2

Probabilmente, e naturalmente, dipenderà in buona parte della bontà del prodotto, che andrò a provare quanto prima; ma anche da come il locale si muoverà a livello di comunicazione, sui social, sulla stampa.

Che dite: andiamo a provarlo?

MiScusi, Adesso Pasta! Via Pompeo Litta, 6. Milano.

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.