Il format probabilmente già lo avete conosciuto leggendo della nuova Bifulco Exclusive a Ottaviano, vicino Napoli.

Macelleria, hamburgeria e negozio di alimentari che ora approda a Roma con una formula simile ideata da Salvio Passariello, Marco Passariello, Pasquale Di Muccio.

Si chiamerà Chiancheria Gourmet Roma  il nuovo locale la cui apertura è prevista in via Ostiense 52 per la fine di gennaio 2019. Il nome riprende quello del negozio del chianchiere che in lingua napoletana identifica il macellaio. Dunque una macelleria in cui non si vende solo carne ma si preparano piatti dalla materia prima in esposizione.

E quindi hamburger.

Che saranno serviti tra i 30 posti in sala, i 30 nel dehors e ai 20 della macelleria con bar.

Chiancheria è una hamburgeria, una macelleria e una gastronomia con un format ristorativo che offre, a seconda delle esigenze, un consumo veloce, una degustazione più completa, un acquisto take away.

Al banco macelleria e gastronomia si potranno acquistare carne, formaggi, conserve, pane. La carne di alta qualità è chiaramente l’elemento centrale del progetto.

La vendita nel locale costituisce infatti l’atto finale di una filiera unica, gestita e garantita dalla stessa proprietà, a partire dagli allevamenti di famiglia di Fattoria Carpineto in quel di Presenzano (Caserta). Qui vengono allevate due razze bovine italiane, la marchigiana e la podolica.

La proprietà inoltre selezione in maniera attenta delle aziende partner, dopo aver conosciuto gli allevatori, visitato gli allevamenti, visto cosa mangiano gli animali e constatato il clima e le proprietà dei terreni sui quali pascolano; è il caso della realtà di Massimiliano Gatti che alleva il bisonte in Italia.

Una selezione accurata che riguarda anche la vasta gamma di prodotti presenti nello store, tra i quali figurano anche diversi presidi Slow Food. Dalle conserve artigianali (Lupini Vairanesi, Peschiole, Papaccelle Napoletane, Colatura di Alici di Cetara) alla pasta di Gragnano, passando per l’ampia proposta di formaggi (Mozzarella di Bufala Campana, Pecorino Irpino, Conciato Romano) e salumi (tra i quali spicca per l’alta qualità dei suoi prodotti il Salumificio F.lli Billo).

La carta dei vini e delle birre è in costruzione. Saranno tuttavia presenti molti nomi importanti. Tra questi: i vini di Allegrini, Falesco, Terra di Lavoro Galardi, Antinori, gli champagne di Paillard, Boizel e Pierrer Jouet, le birre artigianali firmate Baladin, Karma e Cask Beer World Top.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui