Villa Miraglia in Sicilia, che ieri era un rifugio montano nel cuore dei Monti Nebrodi a Cesarò a 1.500 metri sul livello del mare, oggi è uno dei Relais più belli e ospitali della provincia di Messina.

Il rifugio – di proprietà della Città metropolitana di Messina – è stato dato in gestione a una famiglia di ristoratori di Cesarò, i Fratelli Mazzurco, che hanno trasformato i locali esistenti in una struttura ricettiva dotata di tutti i comfort.

Il Relais, su tre livelli, è dotato di un’area ristoro all’aperto e di un elegante ristorante, espressione della cucina tradizionale nebroidea interpretata in chiave moderna.

Lo chef è Gianluca Barbagallo, figlio d’arte, cresciuto nel ristorante di famiglia Fratelli Mazzurco gestito dalla mamma e dagli zii.

Lo chef  interpreta in chiave innovativa gli ingredienti del territorio alla ricerca dei sapori perduti e valorizza i prodotti di eccellenza siciliana.

Per cominciare, è consigliata la selezione di Formaggi e Salumi di Suino Nero dei Nebrodi (16 €) con il capicollo, la pancetta, la lonza, il salame, la salsiccia di maialino nero, la ricotta salata, la provola fresca, il ragusano, il pecorino e il piacentino ennese.

Per gli amanti delle verdure, c’è un ricco antipasto a base di ortaggi e preparati di stagione (9 €). Nel pieno rispetto della stagionalità, la degustazione è sempre differente. Noi abbiamo gustato frittata di asparagi selvatici; broccoli e patate; zucchine con fave e piselli; carciofi al vino bianco; ceci fritti con finocchietto e aglio selvatico; lingua in salsa verde.

Tra i primi potete scegliere i piatti tradizionali, come i maccheroni al sugo di suino nero dei Nebrodi (€ 10) e le tagliatelle ai funghi porcini (12 €) oppure lasciarvi consigliare dallo chef e provare la sua specialità, la pasta fresca ripiena di ingredienti di stagione. La nostra scelta è dunque caduta sui Ravioli ripieni di ricotta salata, lardo e maggiorana con asparagi selvatici (13 €) raccolti nei boschi circostanti.

Varia la scelta di secondi di carne, dal coniglio in padella con passatella di patate alle erbette (€ 14), alla quaglia alla brace e orzo (15 €), alla tagliata di vitello con funghi (14 €) alla carne di maiale alla griglia (12 €). Da non perdere il Filetto di suino nero dei Nebrodi e composta di frutta (13 €) in cui si apprezza appieno la morbidezza e la succosità delle carni.

Per le buone forchette, c’è la possibilità di scegliere il menù fisso a 30 € con una ricca varietà di antipasti, due primi piatti, la grigliata mista e un dessert, acqua e vini inclusi. Ben fornita la cantina del Ristorante.

Sapori autentici, amore per il territorio e prodotti a km zero. Sono questi i punti di forza della cucina del Ristorante di Villa Miraglia, riaperto nel marzo 2018, dopo un’opera di ristrutturazione che ha mantenuto intatto il fascino della struttura in pietra degli inizi del ‘900 nell’affascinante faggeta più a sud d’Europa. In inverno c’è tutta la magia del paesaggio innevato e si può praticare lo sci di fondo, nella bella stagione si lascia spazio ad altri sport all’aria aperta, dal trekking alle passeggiate naturalistiche, dai giri in mountain bike a quelli in quad. Sono dieci le camere, calde e accoglienti, curate in ogni dettaglio e dedicate al tema della fauna e della flora del Parco dei Nebrodi.

Relais Villa Miraglia. Strada Statale 289, 22. Cesarò (Messina). Tel. +39 095 883 4898

1 commento

  1. Tutto buono ed abbondante. Fantastica location immersa nei boschi Nebroidei. Ospitalità, cortesia e cordialità eccellenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui