George Clooney (c’è bisogno di presentarlo?) ha intenzione di esportare il Pecorino di Padru nel mondo, afferma la stampa internazionale (che però in parte localizza il tutto, erroneamente, nei pressi della villa di Clooney sul lago di Como).

Come racconta un quotidiano britannico, il “Daily Mail”, Clooney conosce il Pecorino di Padru (siamo naturalmente in Sardegna, nella provincia di Sassari) l’anno scorso, appena una settimana dopo le nozze di Harry e Megan a Londra. L’attore si trova appunto sull’isola per la lavorazione degli episodi di Catch-22 (Comma 22, serie TV distribuita questa primavera 2019 da Hulu su Sky Atlantic, tratta dal romanzo di Joseph Heller che aveva ispirato il film di Mike Nichols del 1970).

“George Clooney ha comprato una forma di pecorino giovane, una mezza stagionata e una vecchia. E mi ha proposto di diventare attore per il suo film a Olbia”.Ecco l’intervista a zio Peppino Fadda, “Peppineddu”, di Padru, il pastore che a Puntaldia ha venduto il formaggio all’attore.

Posted by Guido Piga on Sunday, 27 May 2018

A quanto ha riportato a suo tempo il Daily Mail, l’attore statunitense era passato in moto, con la sua scorta, e si era fermato accanto al camioncino di zio Peppineddu (Peppino Fadda), lo aveva assaggiato, lo aveva comprato (in tutte e tre le stagionature, “giovane”, di 4 settimane, “medio”, e “vecchio”): lo racconta lo stesso Fadda in questa videointervista rilasciata al giornalista Guido Piga, che l’ha pubblicata sulla sua pagina Facebook.

La passione per il Pecorino di Padru è scoppiata subito, e ora George sembra non ne possa più fare a meno, terminando anzi tutti i suoi pasti con un generoso pezzo di formaggio. Secondo un amico di famiglia, la moglie Amal (che pure apprezza anch’essa il formaggio sardo) costringe amorevolmente l’attore a lavarsi i denti subito dopo mangiato, non sopportando l’aroma così intenso del pecorino.

Passione che sembra destinata a diventare una nuova avventura commerciale per Clooney, che era già entrato nel mondo del commercio al dettaglio quando aveva fondato, con i soci Rande Gerber e Mike Meldman, Casamigos, marchio di Tequila, venduto a Diageo nel 2017, di cui forse avrete incrociato gli spot qui sopra.

E già che ci siamo – vi ricordate lo spot Nespresso con Clooney “copiato”? Potete rinfrescarvi la memoria leggendo il nostro articolo.

George era alla ricerca di un nuovo progetto imprenditoriale. Ora pensa di aver fiutato la sua prossima grande impresa,” sostiene la stessa fonte.

Per tastare il terreno con amici, possibili clienti e investitori, Clooney ha acquistato e fatto spedire a Los Angeles 32 kg di Pecorino di Padru dall’amico Peppino, che nel frattempo è diventato una piccola celebrità (sembra che abbia avuto anche una partecipazione al telefilm), e che se tutto va bene potrebbe diventare, da pastore con una bancarella al mercato e un furgone, un imprenditore con un volume d’affari di tutto rispetto.

[Link: Daily Mail, Daily Star, Ansa. Immagine di Fadda: La Nuova Sardegna]

1 commento

  1. “che pure apprezza anch’essa il formaggio sardo” e “costringe amorevolmente l’attore a lavarsi i denti subito dopo mangiato, non sopportando l’aroma così intenso del pecorino” sono due frasi che vanno in senso opposto.
    Comunque se sei famoso vendere a gente che di cibo ne capisce generalmente poco come gli americani non è difficile, sono sempre in attesa di qualcuno noto che gli dica “questo è il numero uno” e loro a capo fitto ci si buttano, pure a prezzi assurdi 😀 vivono di rating e classifiche, tu digli che è il numero uno ed è fatta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui