Just Eat risponde sulla questione pizza sbagliata e razzismo

Tempo di lettura: 1 minuto

Sono contenta che Just Eat abbia preso carta e calamaio, ops, schermo e tastiera per rispondere a noi e soprattutto a Daniele Lanza di IGPizza di Milano.

Come vi avevamo riferito, c’era stata una incomprensione tra chi ha inserito gli ingredienti delle pizze del menu con una consumatrice che ha rischiato di mangiare un ingrediente per lei intollerante e la telefonata di protesta del pizzaiolo.

Leggete tutto qui.

E leggete di seguito la risposta che abbiamo provveduto a inserire anche nell’articolo di stamattina.

In merito all’articolo pubblicato, ci teniamo a informarvi che siamo in contatto con il nostro partner IGPizza, per ricostruire con precisione l’accaduto e prendere ogni opportuno provvedimento. La sicurezza e il benessere dei nostri clienti sono estremamente importanti per Just Eat ed eventuali errori o mancanze nella gestione dei menù non devono assolutamente verificarsi, soprattutto in relazione a situazioni delicate come eventuali allergie e intolleranze alimentari. Stiamo inoltre approfondendo come la questione sia stata gestita affinché atteggiamenti che non rispecchiano la nostra politica e non riflettono il modo in cui Just Eat richiede che una questione di questo tipo venga trattata, non accadano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui