Delivery a Roma. Ho provato il box con la crostata da montare a casa

La crostata di crema e fragole di Trecca Cucina di Mercato che arriva in kit pronta da montare

Tempo di lettura: 5 min

Quando il lockdown sarà solo un ricordo, ripenseremo con ammirazione all’estro e all’inventiva degli irriducibili del food. Ecco che il delivery, che per motivi logistici è limitato a certi piatti e non altri, diventa smart e sdogana i box, scatole con piatti o pranzi completi da montare in kit degni di Ikea, con tanto di istruzioni.

box con gli ingredienti per crostata di crema e fragole

Lo fanno gli chef stellati, come Angelo Troiani che mette a disposizione menu completi dal Convivio e Adriano Baldassarre con quella macchina da guerra che è L’Avvolgibile in attesa di attivare il servizio anche al Tordomatto.

E perché non dovrebbero i bistrot? Di recente Trecca – Cucina di Mercato ha lanciato i box Daje e Coci, due kit uno dolce e uno salato, che cambiano ogni settimana: la crostata di crema e fragole mi ha fatto gola e ho ordinato il box.

ingredienti per crostata di fragole e crema

Arrivata nel giro di ventiquattr’ore (ora più ora meno) una scatola con tre ‘elementi’, sigillati e sottovuoto: un panetto di pasta frolla, una sac-à-poche di crema pasticcera e una scatolina di fragole fresche.

stampo per crostata in alluminio

In una busta a parte, lo stampo in alluminio per la crostata, che è riutilizzabile non usa e getta.

istruzioni per preparare la crostata in kit

Le istruzioni sono molto chiare, anche perché i passaggi sono davvero pochi.

come foderare con la carta forno uno stampo per crostata

Stendere il panetto di frolla in modo da foderare lo stampo: è tanta, e volendo restare sui bordi della teglia avanza parecchia pasta. Se ne possono fare biscotti. Io però ho deciso di usarla tutta. Il profumo della pasta cruda è molto limonoso, piacevole. Non riesco a capire se la parte grassa è a base burro o margarina, perché – e qui bacchettate sulle mani – nel pacco non c’è l’elenco degli ingredienti, né degli allergeni.

stampo per crostata foderato di carta forno

Non imburro lo stampo come richiesto dalle istruzioni, uso la carta forno tagliata a misura, perché sostiene la pasta che fuoriesce dai bordi, altrimenti in cottura con il calore cadrebbe sul fondo del forno.

frolla per crostata da stendere

Per la cottura in bianco, alla temperatura indicata, 170° i 25 minuti non bastano. Me ne servono altri 10 per ottenere una consistenza asciutta. Vista l’umidità rilasciata dalla frolla, propendo per la margarina.

frolla per crostata pronta da cuocere

Quando la frolla è cotta come piace a me, sforno lascio che raggiunga la temperatura ambiente. Intanto lavo le fragole e le asciugo bene: nulla da eccepire sulla qualità, sono fresche, sode e turgide e mandano un buon profumo. Ma mi sembrano un po’ pochine… vedremo.

crema pasticcera e frolla per crostata

Prendo la sac-à-poche con la crema, che avevo messo in frigo durante le lavorazioni precedenti, e farcisco il guscio di frolla, non senza averla assaggiata. Un po’ densa, ma buona, profumata al limone e decisamente fresca.

Come sospettavo: le fragole sono troppo poche, non si riesce a coprire la superficie della torta se non inventandosi dei disegni, ma a me piace con tanta frutta sopra. Pazienza…

crostata di crema pasticcera e fragole in kit

La prova decisiva, l’assaggio è comunque superato. Continuo a pensare che la frolla sia fatta con la margarina e non con il burro, ma è una torta gustosa quella che nasce dalla scatola di Trecca.

Esperimento food box riuscito e anche divertente. Se c’è un appunto da fare forse è sul prezzo non proprio conveniente. Il formato consente circa 5 porzioni non esagerate e costa 18 € (consegna compresa), un po’ più di 3,50 euro ciascuna. Ma visto il periodo difficile (e che lo stampo comunque resta a me) ci si può stare.

E per il prossimo kit, sto pensando ai cornetti, quelli buoni da pasticceria… chi si propone?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui