Pasta con alici fresche, la ricetta con il pesto alla trapanese

La ricetta degli spaghettoni alla chitarra con alici fresche di Stefano Marzetti è arricchita dal pesto alla trapanese con le mandorle

Tempo di lettura: 4 min

Dallo chef Stefano Marzetti del Mirabelle di Roma, un primo di pasta che sa d’estate, pieno di profumi mediterranei e dal sapore intenso, dalle note sapide e dolci, e di suprema masticabilità. Il procedimento sembra lungo, ma in realtà è super semplice, e restituisce uno di quei piatti che chiamano la scarpetta e che tornano in cucina puliti a specchio…

Lo abbiamo preparato seguendo in video le sue istruzioni come con la pizza da sparare in bocca.

La ricetta degli spaghetti con alici e pesto trapanese

Stefano Marzetti

Ingredienti per due persone

  • 150 g di spaghettoni alla chitarra
  • 4 pomodori freschi
  • 4 petali di pomodori sott’olio secchi
  • 10 grissini
  • Semi di finocchietto q.b.
  • 20 chicchi di uvetta sultanina
  • 10 pinoli
  • 10 mandorle bianche
  • 10 alici intere fresche
  • Aneto fresco, Prezzemolo, q.b.
alici

Prima di iniziare

Mettere a bagno l’uvetta con vino bianco o marsala; diliscare e sciacquare le alici fresche, tamponare e mettere da parte. Porre sul fuoco una pentola con l’acqua in cui avremo messo due spicchi d’aglio privati del germoglio interno.

Procedimento

Tritare non troppo finemente le mandorle e i pinoli, mescolare con i semi di finocchietto e far tostare brevemente in una padella con un goccio d’olio.

Mettere da parte ma non lavare la padella, che servirà a più riprese.

Tritare le erbe aromatiche e mettere da parte. incidere con una croce il fondo dei pomodori e sbollentarli per poi spellarli e tagliarli in quattro spicchi, da cui elimineremo i semi e la parte centrale.

Tritare i pomodori sbollentati con l’uvetta e i pomodori secchi e mettere da parte.

Con un batticarne, o la parte piatta di un coltello grande, sbriciolare grossolanamente i grissini e farli insaporire sul fuoco nel padellino dove avevamo tostato la frutta secca, aggiungendo poco olio e del peperoncino fresco. Mettere da parte.

A questo punto, togliere l’aglio dall’acqua bollente, ridurlo a crema schiacciandolo con la punta di un coltello, e aggiungerlo al trito di pomodori e uvetta.

Buttare la pasta nell’acqua bollente e contare 9 minuti. Mescolare il trito di frutta secca, di pomodori e uvette, di erbe aromatiche e porli sul fuoco nella solita padella, dove andremo a mantecare la pasta.

Scolare gli spaghetti – tenendo da parte una tazzina dell’acqua di cottura – e versare nella padella: aggiungere ora le acciughe fresche, che si cuoceranno col calore della pasta.

Spadellare brevemente e impiattare: sul nido di spaghetti spolverare il crumble di grissini al peperoncino, guarnire con una foglia di menta o basilico e… buon appetito!

Spaghetti alla chitarra con alici fresche e pesto alla trapanese

La ricetta dello chef del Mirabelle di Roma
Preparazione15 min
Cottura15 min
Tempo totale30 min
Portata: Primo piatto
Cucina: Italiana
Keyword: pasta
Porzioni: 2

Ingredienti

  • 150 g spaghettoni alla chitarra
  • 4 pomodori freschi
  • 4 petali pomodori sott'olio secchi
  • 10 grissini
  • q.b. semi di finocchietto
  • 20 chicchi uvetta sultanina
  • 10 pinoli
  • 10 mandorle bianche
  • 10 alici intere fresche
  • q.b. aneto fresco
  • q.b. prezzemolo

Istruzioni

Prima di iniziare

  • Mettere a bagno l’uvetta con vino bianco o marsala; diliscare e sciacquare le alici fresche, tamponare e mettere da parte. Porre sul fuoco una pentola con l’acqua in cui avremo messo due spicchi d’aglio privati del germoglio interno.

Procedimento

  • Tritare non troppo finemente le mandorle e i pinoli, mescolare con i semi di finocchietto e far tostare brevemente in una padella con un goccio d’olio.
  • Mettere da parte ma non lavare la padella, che servirà a più riprese.
  • Tritare le erbe aromatiche e mettere da parte. incidere con una croce il fondo dei pomodori e sbollentarli per poi spellarli e tagliarli in quattro spicchi, da cui elimineremo i semi e la parte centrale.
  • Tritare i pomodori sbollentati con l’uvetta e i pomodori secchi e mettere da parte.
  • Con un batticarne, o la parte piatta di un coltello grande, sbriciolare grossolanamente i grissini e farli insaporire sul fuoco nel padellino dove avevamo tostato la frutta secca, aggiungendo poco olio e del peperoncino fresco. Mettere da parte.
  • A questo punto, togliere l’aglio dall’acqua bollente, ridurlo a crema schiacciandolo con la punta di un coltello, e aggiungerlo al trito di pomodori e uvetta.
  • Buttare la pasta nell’acqua bollente e contare 9 minuti. Mescolare il trito di frutta secca, di pomodori e uvette, di erbe aromatiche e porli sul fuoco nella solita padella, dove andremo a mantecare la pasta.
  • Scolare gli spaghetti – tenendo da parte una tazzina dell’acqua di cottura – e versare nella padella: aggiungere ora le acciughe fresche, che si cuoceranno col calore della pasta.
  • Spadellare brevemente e impiattare: sul nido di spaghetti spolverare il crumble di grissini al peperoncino, guarnire con una foglia di menta o basilico.

LASCIA UN COMMENTO

Recipe Rating




Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui