Puglia. Se del pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto non sapete tutto, peggio per voi

Il pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto è un presidio Slow Food della Puglia. Dove acquistarlo e assaggiarlo nei ristoranti. E dove dormire

Tempo di lettura: 8 minuti

La raccolta del Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto, in Puglia è iniziata in questi giorni e terminerà tra poche settimane. Alla raccolta seguirà la tradizionale lavorazione per fare la salsa per l’inverno. Rituale di famiglia, quasi sacro, che quest’anno – causa norme anti Covid-19 – non prevede feste pubbliche che si tenevano nel brindisino.

Il pomodoro fiaschetto arriva sulle tavole grazie alla distribuzione dei migliori supermercati e a un ben collaudato e-commerce.

Ma volete mettere la gioia di recarvi nelle pizzerie, nelle osterie e nei ristoranti dei dintorni di Torre Guaceto?

Conoscerete quel lembo di paradiso terrestre di Puglia a ridosso della statale che collega Brindisi a Bari, in terra di Carovigno.

Il territorio del pomodoro Fiaschetto

Scianolecchia Torre Guaceto Puglia

Là dove l’estate è rossa per il pomodoro biologico Fiaschetto, presidio slow food dal 2008. Rossa sullo sfondo turchese del mare incontaminato della Riserva Naturale dal 1970. 1200 ettari di pace e bellezza a 17 chilometri da Brindisi e a pochi chilometri dai Comuni di Carovigno e San Vito dei Normanni.

pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto

Una riserva relativamente piccola che presenta una straordinaria varietà di ecosistemi protetti.

La piccola presentazione della riserva naturale è d’uopo perché qui il Pomodoro Fiaschetto non sarebbe tale senza Torre Guaceto.

Qui è nata la Comunità Slow Food del cibo di Torre Guaceto, che comprende oltre ai contadini, anche allevatori e caseificatori e pescatori. Tutti attivi all’interno dell’area protetta.

Aziende dalla lunga tradizione familiare che hanno scelto la linea della salvaguardia della biodiversità dell’area protetta, entro la quale è stato avviato il progetto di recupero dell’ecotipo locale del pomodoro Fiaschetto.

Un pomodorino, dolce, succoso, serbevole, dalla polpa corposa e consistente, in una buccia molto sottile particolarmente sapido proprio grazie alla particolare composizione del terreno, all’acqua di irrigazione da pozzi di superficie lungo il litorale che l’arricchiscono di sali.

Fresco è un’esplosione di gusto in bocca, finanche senza condimento alcuno, così che in alcuni casi vengono scelte lavorazioni senza aggiunta di sale sia per le passate che per le salse.

Un prodotto che fa parte della storia gastronomica di queste terre, e delle famiglie che lo coltivano, e che ha rappresentato per generazioni la base per la passata di tutte le famiglie, anche quelle urbane, per l’inverno.

Le due aziende agricole che coltivano il pomodoro fiaschetto

pomodorini Fiaschetto di Torre Guaceto pianta

Come detto, il Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto Biologico diventa presidio Slow Food nel 2008 e da allora è un moltiplicarsi di successi per le aziende che lo coltivano e lo lavorano.

Due sono le imprese di famiglia che operano nell’ambito della riserva e che godono del riconoscimento bio per la varietà autoctona, le buone pratiche agronomiche dell’azienda, le tecniche ecosostenibili e il valore paesaggistico e ambientale. Sono l’Azienda Agricola Pietrasanta, della famiglia Leobilla e l’Azienda Agricola Calemone della famiglia Di Latte.

Le due aziende si sono affidate anche alla grande distribuzione. NaturaSì nel caso di Pietrasanta e Eataly nel caso di Calemone.

passata di pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto Calemone

Calemone vi permette la spesa direttamente dal sito. Ci sono il Pomodoro Fiaschetto, ma anche olio extravergine di oliva, pomodorino giallo, creme. Una passata di Fiaschetto da 260 grammi ha un prezzo medio di 2,50 € in relazione alla quantità che si prenota.

passata di pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto Pietrasanta

Sullo shop on line di Pietrasanta, una confezione di passata pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto Biologica in vasetto da circa 500 grammi ha un prezzo di 3,50 € mentre la salsa costa 5 €.

Segnate in rubrica gli indirizzi per la visita in sede.

Pietrasanta. Via Don Luigi Sturzo, 60. Carovigno (BR). Tel. +393381637917

Calemone. Contrada Baccatani, 36. Serranova Di Carovigno (BR). Tel. +393334561929

E prendete nota dei migliori indirizzi e i piatti realizzati con pomodoro fiaschetto nei ristoranti, osterie e pizzerie dei dintorni

Dove assaggiare il Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto

melanzane pomodori Casale Ferrovia Carovigno

Porta Nova Ristorante e Osteria Casa Ciaccia sul belvedere della Città Bianca. Stessa famiglia due tipologie di menù. Gourmet per il Ristorante panoramico Porta Nova a Ostuni dal 1989 che propone menu degustazione e à la carte dai sapori del territorio con la ricercatezza delle materie prime e delle cotture. Punta di diamante al Porta Nova sono i risotti, preparati con una selezione di Riso Acquerello, e i piatti a base di pesce, e i crudi, quando possibile di giornata da pesca sostenibile in Riserva marina Torre Guaceto. Importante la carta vini e champagne, ma c’è anche una selezione di 5 etichette di famiglia. Prezzo medio 65/70 €, bevande escluse. In Osteria largo spazio alla cucina della tradizione. Prezzo medio 35/40 €, bevande escluse.

Osteria del Tempo Perso nel Centro Storico di Ostuni. Dal 1983 propone la degustazione di piatti tipici della cucina pugliese nella sua splendida location interrata nella cantina tra le bianche mura ostunesi. Consente anche di pernottare a Le Dimore del Tempo Perso. Prezzo medio: 35 €, bevande escluse.

Sempre a Ostuni c’è Osteria Piazzetta Cattedrale che è uno dei 16 Bib Gourmand elencati dalla Guida Michelin in Puglia. Tra i piatti segnalati lo sformatino fiori di zucca, cipollotto e vellutata di datterino e le orecchiette di grano arso, ceci, vongole e pomodorino giallo. Menu tra 30 e 50 €.

Il Casale Ferrovia è appena fuori dal borgo di Carovigno, alle spalle della Stazione Ferroviaria. Nella casa novecentesca, i coniugi Giuseppe e Maria Galeone conducono alla riscoperta dei piatti tipici, ma conferiscono più leggerezza nelle preparazioni e nelle cotture. Vale il viaggio, anche in treno: la fermata è proprio al Casale. Prezzo medio: 35/40 €, bevande escluse.

Vi aggiungo anche le segnalazioni delle due aziende. La pizzeria Bellavista sia a Ostuni che a Carovigno, Opera Prima a Ostuni, Nonna Mena a San Vito dei Normanni e Osteria Ricanatti ancora a Ostuni.

Dove dormire

Mater Bed e Food Torre Guaceto Puglia

Per gustare al meglio il territorio e visitare la riserva, il borgo di Serranova e il percorso cicloturistico tra gli Ulivi Millenari si può pernottare tra Torre Guaceto e Serranova.

A Torre Guaceto consigliamo il Mater Bed & Food dove si pratica la Permacultura che è un modo di progettare gli spazi interni della casa e gli spazi esterni, la campagna, in modo sostenibile; si lavora un particolare orto sinergico. Tre stanze: necessario prenotare anticipatamente.

La masseria Scianolecchia è ospitata in un’ex caserma militare del 1873 all’interno della Riserva Naturale di Torre Guaceto. Circondato da campi coltivati è un B&B a 2 km dalla spiaggia di Punta Penna Grossa.

A Serranova: Le Terrazze di Serranova, rivisitazione di una vecchia dimora fondiaria, a 50 metri dal livello del mare. È un agriturismo masseria. Piscina con idroassaggio. Qui è nato l’asinello bianco più raccontato di Puglia. Sei stanze finemente arredate. Pet-friendly. Transfert da e per l’aeroporto di Brindisi a pagamento. 

Tra Serranova e Torre Guaceto: L’eremo degli Ulivi, casa colonica in un terreno di 500 metri quadri. Tre camere e ampio giardino tra gli alberi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui