Covid. Da Zero chiude due pizzerie a Milano per assenza di indicazioni

Da Zero chiude due pizzerie per tamponi positivi al Covid a Milano. Una decisione spontanea che rivela falle nel sistema pubblico di allerta

Tempo di lettura: 3 minuti

Brancolare nel buio delle disposizioni perché ci sono due positivi al Covid-19 tra i dipendenti di una pizzeria e dover rispondere in autonomia.

È accaduto alla pizzeria Da Zero nelle due sedi di via Luini e via De Amicis a Milano.

I controlli interni hanno evidenziato i due casi positivi nelle due pizzerie. Paolo De Simone, Giuseppe Boccia e Carmine Mainenti – proprietari delle pizzerie – non ci hanno pensato un minuto in più.

E hanno deciso di chiudere a scopo precauzionale nonostante non avessero ricevuto alcuna indicazione dall’Agenzia di Tutela della Salute della Lombardia.

pizzeria Da Zero

Che anzi, a quanto si apprende dal post che hanno pubblicato su Facebook, latita anche sul versante tamponi. Nessuna indicazione sulle misure da prendere rispetto agli altri dipendenti seguendo la logica del tracciamento. E così, oltre ai due positivi, le pizzerie Da Zero hanno deciso di effettuare a proprie spese in una clinica privata i tamponi a tutti i dipendenti.

Nessuna caccia all’untore, dunque. Ma al di là delle proteste in piazza per le limitazioni di orari applicate in alcune regioni e ventilate con il nuovo Dpcm, bisogna registrare che la macchina sanitaria pubblica perde colpi. Come in questo caso e per giunta nella Regione Lombardia che spesso viene – veniva – indicata come modello da seguire.

Per il settore ristorazione è vitale che non passi il messaggio che i locali siano luoghi di contagio. Ma, come ricorda Piero Pompili del Cambio di Bologna, non è possibile passare dalle chiusure spontanee che hanno anticipato il lockdown alla considerazione che la ristorazione sia una “categoria economicamente disperata” con “titolari di attività ad alto rischio di contagio”.

Evitare questo passaggio è responsabilità della categoria, ma anche della sanità pubblica che deve fornire indicazioni precise e tempestive.

L’annuncio della chiusura delle pizzerie Da Zero a Milano

CHIUSURA PRECAUZIONALE DELLE PIZZERIE DI MILANO IN VIA DE AMICIS E VIA LUINIA seguito di un controllo interno, alcuni…

Posted by Da Zero on Sunday, 11 October 2020

A seguito di un controllo interno, alcuni membri del nostro staff nei due punti vendita di Milano risultati positivi al COVID-19. Al momento non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione dall’ATS, che non ci ha fornito indicazioni su come affrontare la situazione né ha disposto il tampone per il resto del personale, per cui le nostre pizzerie di Milano potrebbero restare aperte.

Nonostante ciò, in virtù di una maggiore prudenza e per l’attenzione che da sempre riserviamo alla tutela dei nostri clienti e dei nostri dipendenti, abbiamo deciso di far effettuare – a nostre spese, presso una struttura privata – il tampone a tutto lo staff in forza nei nostri locali di Milano, e di disporre in via precauzionale la chiusura temporanea delle nostre due pizzerie di Milano, situate in via Luini e via De Amicis.

Vi confermiamo, infine, che tutte le altre pizzerie “Da Zero” a Torino, Firenze, Matera e Vallo della Lucania sono regolarmente aperte.

1 commento

  1. Atteggiamento encomiabile da portare ad esempio a quelli che invece, nell’ incertezza, stabiliscono che i loro dipendenti non hanno il covid e li fanno andare a lavorare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui