andrea aprea vun

Andrea Aprea lascia il due stelle Michelin Vun e apre il suo ristorante

Andrea Aprea, napoletano, da 10 anni a Milano, aveva conquistato la seconda stella Michelin con il ristorante Vun del Park Hyatt nel 2019

Ristoranti

Un annuncio sulla pagina Instagram del ristorante: Andrea Aprea, lo chef del Vun, 2 stelle Michelin, lascia il Park Hyatt per aprire un suo ristorante.

“È con un mix di sentimenti che oggi chiudo un capitolo della mia vita. Lascio il VUN Andrea Aprea per intraprendere un nuovo percorso di crescita personale e professionale. Non è facile per me lasciare il ristorante e la famiglia che gli abbiamo costruito intorno in questi dieci anni. Ma sono felice di dedicarmi ad un nuovo progetto altrettanto ambizioso. Ringrazio di cuore tutto il mio team, per la passione e la dedizione con cui hanno lavorato in questi anni, la direzione dell’hotel Hyatt e la proprietà, che mi hanno sempre supportato. E ringrazio tutti voi, ospiti e followers del ristorante, che avete creduto in noi.”

andrea aprea lascia vun

Più tardi, Andrea Aprea ha postato sul suo Instagram:

“Non è mai facile prendere decisioni, ma questa l’ho presa con molta riflessione… soprattutto in un momento storico come questo, ma ho deciso di inseguire il mio sogno. Vi informo che lascio la gestione delle cucine del Park Hyatt Milano e del Vun per aprire il mio ristorante. Ora mi aspetta un nuovo percorso, vi terrò informati sull’evoluzione.”

Napoletano, a Milano da una decina d’anni, Andrea Aprea aveva conquistato la seconda stella Michelin nel 2019 con il Vun Andrea Aprea. “Vun” in milanese vuol dire “uno”: un nome, un programma, di eccellenza e originalità, per il ristorante di via Pellico, lato ovest della Galleria Vittorio Emanuele.

Andrea Aprea ha portato a Milano la cucina napoletana, e l’ha risciacquata nella modernità cosmopolita del capoluogo lombardo. Operazione che non ne ha mutato la sostanza, l’essenza partenopea, portandolo in pochi anni al successo.

Il ristorante si era classificato fra i primi 5 migliori ristoranti di fine dining di Milano al Premio MangiaeBevi.

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.