ristorante Il Papavero Eboli tortelli

Il pranzo semplicemente perfetto al ristorante Il Papavero di Eboli

Il ristorante stella Michelin Il Papavero di Eboli, guidato da Fabio Pesticcio, è straordinario per piatti e prezzi con il menu a 45 €

Ristoranti

Bello e buonissimo il ristorante Il Papavero ad Eboli. Voi lettori di Scatti di Gusto sapete che abbiamo un debole per questo ristorante aperto da Maurizio Somma. Che fa tutt’altro nella vita – biologo – ma ha una passione incredibile per la cucina. Tanto che Il Papavero si è meritato la stella Michelin.

sala di ingresso ristorante Il Papavero Eboli
La sala di ingresso a piano terra del ristorante Il Papavero Eboli

Un bell’ambiente, una casa con sale che sono salotti e un giardino imperdibile con la bella stagione.

Fabio Pesticcio
Fabio Pesticcio del ristorante Il Papavero Eboli

Uno chef che sa il fatto suo, Fabio Pesticcio, di poche parole e molta sostanza. Per lui al ristorante Il Papavero parlano piatti che mescolano ingredienti ancestrali del territorio e abile rielaborazione.

Benedetta Somma
Benedetta Somma del ristorante Il Papavero Eboli

Una passione a tutto tondo con una squadra giovane che ha contagiato anche la famiglia. Ora nella piccola ma efficace brigata c’è anche la figlia Benedetta che a vedere girare piatti è diventata pastry chef. Nessuna raccomandazione paternalistica per lei, anzi. Ha messo al centro dolci semplici ma raffinati che ancora una volta rivelano il piacere di cercare gli ingredienti giusti.

Quanto costa il ristorante Il Papavero

E poi c’è la nota del rapporto qualità prezzo. Il ristorante Il Papavero è sempre stato tra le stelle migliori della Michelin quanto a prezzi. Se non il migliore. E questa linea continua per il piacere dei clienti.

Due i menu degustazione: da 5 portate a 45 € e da 7 portate a 60 €.

Veramente dire di trovarsi a casa nelle sale al primo piano di questo edificio rurale non è una retorica. Il camino ad accompagnare gli ultimi refoli di freddo della stagione primaverile e ragazzi in sala molto accoglienti.

tarallini
benvenuto

Si parte con il benvenuto della cucina del ristorante Il Papavero in piccoli bocconi di sfoglie e di fritti, i grissini e i taralli all’oliva.

servizio del vino al ristorante Il Papavero Eboli
vino

Il vino che scegliamo è un gaglioppo ‘A Vita e che accompagnerà tutto il pranzo. La gentile signora ci lascia spazio per costruire un menu degustazione e la carne in carta promette bene per farsela sfuggire.

Come si mangia al ristorante Il Papavero

sgombro

Anche se l’antipasto è di mare con lo sgombro locale con estratto di mela verde, olio e foglioline di acetosa, composta di mela verde. Ad accompagnare un paninetto limone e bottarga di sgombro. Sbam, lo sgombro c’è e non è mitigato. Perfetto l’abbinamento con la spinta verde. Una droga il paninetto che va a raccogliere il fondo in una scarpetta casalinga.

Ci accorgeremo tra un po’ che il capitolo lievitati di casa è fantastico.

servizio al ristorante Il Papavero Eboli
triglia al ristorante Il Papavero Eboli

Intanto ci deliziamo con la triglia e pecorino con salsa di frutti rossi e grattugiata di cocco gelato. Inzuppiamo la triglia nella salsetta e il risultato è ottimo.

pane al ristorante Il Papavero Eboli
olio

Arriva il pane e la focaccia di castagna ed è subito festa con l’olio extravergine di oliva Auri di Pietra dei Venti. Toccherà fermare i rimpiazzi per evitare di eccedere con un pane eccezionale.

La tradizione

gnummarelle al ristorante Il Papavero Eboli

Parlavo di ancestrale ed eccola la scelta: gnumarelle, le interiora, con lenticchie “normali”, zabaione e lenticchie soffiate. Piatto raffinatissimo e altra scarpetta irrinunciabile.

linguine

Il capitolo pasta si apre con le linguine del pastificio Gerardo Di Nola al ciauliello, cioè i pomodori e le zucchine essiccate per portare la bella stagione anche in inverno. Perfetti come sa fare Fabio Pesticcio che vivacizza scena e sapori con la spolverata di peperone crusco.

tortelli al ristorante Il Papavero Eboli

Si continua con i tortelli ripieni al ragù accompagnati da un brodo di parmigiano 36 mesi affumicato. Una delizia per consistenza e sapori.

L’anatra al ristorante Il Papavero

anatra ristorante Il Papavero Eboli fondo
anatra al ristorante Il Papavero Eboli

Avevamo detto carne ed arriva in tavola l’anatra cotta con burro e timo, riduzione di passito, funghi cardoncelli e scalogno. E a rinvigorire i sapori, il fondo di cottura dell’anatra. Esplosivo anche grazie ad una magistrale cottura.

I dolci di Benedetta Somma

pre dessert

Il capitolo dolci al ristorante Il Papavero parte con il reset dell’arancia in tre consistenze al naturale, in succo e al velo. Con una spuma di panna acida.

ristorante Il Papavero Eboli semifreddo alla vaniglia
semifreddo

E poi un piccolo assaggio confezionato da Benedetta Somma. Un semifreddo alla vaniglia con biscuit di mandorle e olio, una crema alla vaniglia, zucchero a velo, pepe rosa lamponi ghiacciati. Con crema di mandorle e lamponi. Una bella sterzata rispetto alle acidità del pre dessert.

tortino al cacao
ristorante Il Papavero Eboli tortino

Non è semplicemente di maniera il tortino con liquirizia e cacao accompagnato dalla crema inglese che fora la superficie. Buonissimo.

miele
ristorante Il Papavero Eboli crema al latte e miele

La tazza trasparente accoglie la base di chiffon tostato, parfait al miele millefiori, crema al latte, polline e miele di castagno. Un equilibrio di zucchero inaspettato a vedere la colata di miele in aggiunta. Semplicemente ottimo.

piccola pasticceria

Chiudiamo con la piccola pasticceria e i macaron alla lavanda, panna cotta all’amarena, mini rocher alle arachidi, un cioccolatino. E i lollipop di cioccolato bianco ripieni di cacao.

ristorante Il Papavero Eboli portone

Da Eboli è tutto. E se non siete ancora andati al ristorante Il Papavero di Eboli, segnate l’indirizzo in rubrica. È perfetta tappa autostradale ora che si avvicina Pasqua e i viaggi da nord a sud.

voto recensioni Scatti di Gusto 4,5

Voto: 9,5/10

Ristorante Il Papavero. Corso Garibaldi, 112. Eboli (SA). Tel. +390828330689




Di Vincenzo Pagano

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.