Daniele Fadda e la gintoneria di Roma

La prima gintoneria di Roma con 110 etichette di gin è da Santo Trastevere

Nasce la prima Gintoneria di Roma con più di 110 etichette di gin italiane e straniere accompagnate dal cibo di Santo Trastevere

Drink

Ce ne stiamo inventando di ogni, ma ben venga se il risultato è avere la prima Gintoneria di Roma. Il mostro tentatore (non ce ne voglia, è un appellativo affettuoso) che l’ha inventata è Daniele Fadda, il proprietario del caratteristico ristorante trasteverino Santo Trastevere.

Il locale è ben pensato, l’atmosfera altrettanto, il calore che si respira è notevole. Le luci sono giuste, le bottiglie ci sono, eccome se ci sono.

Cosa trovate nella Gintoneria di Roma

La gintoneria di roma

110 bottiglie di Gin provenienti da tutto il mondo. Una selezione da fare invidia a bartender e mixologist e una cucina che sforna piatti da abbinare ai cocktail.

I Gin non sono ovviamente tutti italiani, ma la notevole selezione non fa certo rimpiangere questa scelta. Ci sta il fatto che dobbiamo essere patriottici, ma c’è una differenza sottile tra il voler scegliere a tutti i costi prodotti italiani dal voler puntare sulla qualità. Ovviamente, non scopriremo di certo oggi l’acqua calda, a qualche compromesso bisogna pur scendere. Quindi non aspettatevi solo prodotti di super nicchia, perché il diavolo tentatore del marketing è sempre dietro l’angolo, ed è inutile che cerchiamo di sfuggirgli.

Siamo nella prima Gintoneria di Roma, e dobbiamo essergli comunque grati.

Qualche etichetta della Gintoneria di Roma

Gin Crudo

Più di 110 gin con una selezione di 10 gin aggiuntivi che cambiano a rotazione ogni mese. Tra i made in Italy troviamo l’Argintum 925. Il nome ci riporta in Toscana, sull’Argentario, ed è il primo “maritime” Dry Gin italiano. Non adatto magari da bere a canna in spiaggia, ma poco ci manca. Restando in Italia troviamo anche il Gin Crudo, crudo cioè grezzo e non lavorato ma anche crudele, dal carattere forte, schietto.

Non può mancare poi una delle etichette storiche, con la sua ultima versione floreale, l’Hendrik’s Amazonia, profumo di fiori e frutti tipici di quella terra.

Ma nella prima Gintoneria di Roma non può non esserci anche un deciso tocco dal sapore orientale con il Ki.No.Bi, gin giapponese realizzato con foglie d’oro.

E ancora il Buffel Gin, il distillato dell’ex calciatore dei Rangers Thomas Buffel e il Lord of Barbès proveniente dalla Francia.

La location

la gintoneria di roma ambient

Tra il fuori e il dentro c’è quasi solo la differenze del cielo che sta sopra. In una Trastevere che rimane sempre una delle zone magiche di Roma, dentro a quel vicolo che pare poco illuminato e conducente dentro a chissà quale segreto, si arriva a Santo Trastevere. Le luci calde arrivano già fuori e annunciano la vita che lì si muove, crea, anima un locale che ora ha qualcosa in più da raccontare, un bancone che deve essere popolato, una bottigliera ampia a reggere il peso di nuovo mondo che da poco si è aperto.

Il Gin Tonic, si sa, è spesso il comfort cocktail, quello che se non sai di cos’hai voglia “è sempre l’ora del gin tonic”, e allora se davvero è così, la Gintoneria di Roma da ora può essere il mio e il vostro Comfort Place. Che poi siamo a Roma, a Trastevere e c’è una Gintoneria, non è che dobbiamo aggiungere molto altro.

Santo Trastevere. Via della Paglia, 40. Roma. Tel. +393396092999