Potreste pensare a un Capodanno senza il Concerto di Vienna e alla Marcia di Radetzky?

Io no. E soprattutto con potrei rinunciare a una Sachertorte  simbolo di una delle capitali più dolci d’Europa la cui ricetta è custodita in una cassetta di sicurezza presso l’omonimo Hotel Sacher.

Gli ingredienti principali della Sacher Torte sono: farina, uova, zucchero, cioccolato fondente e marmellata di albicocche.

La torta Sacher nasce nel 1862. Il principe Von Mettenich incaricò lo chef di corte di creare un dolce speciale in occasione di un importante cena di gala. Il capo chef, che quella sera era ammalato, incaricò l’apprendista sedicenne Franz Sacher di prendere il suo posto e fu proprio il giovane a creare, senza saperlo, una tra le ricette di maggior successo della pasticceria.

Per assaggiare la versione originale della Sacher che vedete nella foto accompagnata da un ciuffo di panna e da un cappuccino, dovrete quindi fare tappa al famoso Hotel Sacher che ogni anno sforna ben 360.000 fette vendute al prezzo di circa 7 €.

Ma se non avete intenzione di andare a Vienna e volete ballare un valzer in cucina al sapore di cioccolato, procuratevi uno stampo da 18 centimetri di diametro e seguitemi nella ricetta.

La preparazione della Sacher è semplice.  La vera difficoltà è riuscire a realizzare la copertura al cioccolato che deve risultare liscia e lucida.

La ricetta della torta Sacher

Ingredienti

75 g di cioccolato fondente
3 tuorli (di uova medio grandi)
3 albumi
65 g di burro
20 g di zucchero a velo
1 pizzico di sale
90 g di zucchero aromatizzato alla vaniglia
65 g di farina 00
150 g di confettura di albicocche

Per la glassa

100 g di cioccolato fondente
70 g di zucchero
1 bicchiere di acqua

Procedimento

Tagliare il cioccolato a pezzetti e fonderlo a bagnomaria.

Nel frattempo montare in una ciotola il burro ammorbidito con lo zucchero a velo e aggiungere un pizzico di sale.

Separare i tuorli dagli albumi e sbatterli leggermente. Unirli un po’ alla volta al composto ottenuto e mescolare. Per finire aggiungere il cioccolato fuso.

Montare a neve gli albumi con lo zucchero semolato e incorporarli delicatamente all’impasto con movimenti dal basso verso l’alto. Aggiungere la farina e amalgamare con cura cercando di evitare la formazione di grumi.

Preriscaldare il forno a 175°.

Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera del diametro di 18 cm, versare il composto e infornare per circa 35-40 minuti. Controllare la cottura con uno stecchino.

Sfornare il dolce e lasciarlo raffreddare.

Una volta freddo, toglierlo dallo stampo e con un coltello sottile, a lama lunga, tagliarlo a metà.

Su uno dei dischi così ottenuti stendere uno strato di confettura di albicocche e chiudere la torta con il secondo disco. Spalmare la confettura anche sui bordi e su tutta la superficie.

Per stenderla meglio, è possibile allungare la confettura con un po’ di acqua.

Questo passaggio è importante perché consente di far scivolare meglio la glassa.

Preparare la glassa per la copertura.

In un pentolino portare a bollore l’acqua con lo zucchero. Quando lo sciroppo sarà abbastanza denso, unire il cioccolato spezzettato fuori dal fuoco e mescolare fino a farlo sciogliere.

Rimettere sul fuoco e mescolare continuamente fino a raggiungere la giusta consistenza. Basteranno 10/15 minuti.

Fare intiepidire leggermente e versare la glassa sul dolce aiutandosi con una spatola per le rifiniture.

Utilizzare la glassa avanzata per scrivere al centro della torta la scritta “SACHER”.

Et voilà, la vostra torta Sacher è pronta per essere servita con un ciuffo di panna montata non zuccherata, proprio come vuole la tradizione.

Che sia segreta o meno, ricordatevi sempre che a rendere speciale una ricetta è la passione che ci mette colui o colei che la prepara.

Voi quanta ne avete per mettervi alla prova?