I 10 migliori ristoranti cinesi di Milano

La cucina cinese a Milano vanta anni di storia con i ristoranti che hanno aperto negli anni '70 cui si sono aggiunti i migliori per qualità

Ristoranti

Dal  boom dei ristoranti cinesi a Milano di fine  anni ’80 ad oggi sono cambiate le carte (anche dei menu) in tavola dei migliori. Le nuove generazioni che gestiscono i locali sono molto più occidentalizzate e talvolta milanesizzate. Per fortuna i ristoranti cinesi a Milano conservano i piatti tradizionali. Sono cambiati il servizio, i prezzi e l’attenzione alla qualità della materia prima.

In passato i ristoranti cinesi a Milano erano molto economici. Permettevano di godere di quel “comfort esotico” tra pollo all’ananas, nuvole di gamberi, anatra laccata e tanta soia senza stravolgere il proprio budget mensile. Oggi i menu sono più accattivanti, offrono vasta scelta e si può optare per luoghi e ricette rigorosamente tradizionali, per una cucina con piatti ricercati o per locali semplici in stile trattoria (e rumorosi).

Si contano circa 1500 ristoranti cinesi a Milano, molti dei quali in versione “giappo”, ma noi abbiamo selezionati i migliori 10, tutti con una grande personalità e con un ottimo rapporto qualità prezzo.

1. Ba Restaurant

Ba Restaurant a Milano

Elegante e chic, Ba Restaurant è di Marco Liu, fratello di Claudio proprietario degli stellati Iyo e Aalto, e di Giulia Liu del ristorante Gong. Ha aperto nel 2011 e nel 2019 è stato ristrutturato. Qui trovate la cucina cinese contemporanea più raffinata. Di impatto il design del locale dominato da imponenti lampadari rossi che riprendono le linee della tipica lanterna cinese.

La tradizione millenaria della cucina cinese è proposta con ingredienti freschissimi e di prima qualità, soprattutto italiani. Anche il drink pairing ha il suo peso. 580 etichette di vino italiane ed estere, birre artigianali e, come da tradizione, tè.

Nella lingua cinese, il primo significato della parola “Ba” è “otto”, che sta per armonia e prosperità mentre un secondo significato è “padre”e Marco Liu ha pensato di dedicare parte del suo percorso al padre.

I piatti fanno ben pensare ad un possibile obiettivo stella Michelin.

Ecco qualche esempio

Ravioli Capesante (4 pezzi a 19,50 €)

Cheung Fun al Wagyu. Cannelloni viola di farina di riso al vapore ripieni di wagyu e sedano (22,50 €)

Ostriche e Caviale. 3 Ostriche Sorlut servite con caviale Kaluga Amur, gelatina di soia e aceto di riso e olio al coriandolo  (24 €)

Animella alla brace con soia dolce e spezie, anacardi tostati all’aceto di riso e peperoncino croccante, carote in agrodolce (19,50 €)

Ombrina rossa del Gargano, crumble di soia e cipollotto, asparagi, aiolì e crema al latte di cocco (35 €)

Controfiletto di Wagyu A5 con glassa di soia al pepe nero di Sarawak, purea di cipolla abbrustolita (65 €)

BA Restaurant. Via Raffaello Sanzio 22 ang. via Ravizza. Milano. Tel. +39024693206

Orari
Mercoledi – Domenica  12:30 – 14:45; 19:30- 23:30
Martedì: 19:30-23:30
Chiuso il lunedì e il martedì a pranzo

Facebook

2. Gong Oriental Attitude

Il raviolo d’oro del ristorante Gong

Aperto nel 2015 dalla giovane imprenditrice cinese Giulia Liu è considerato uno dei più sofisticati e contemporanei ristoranti cinesi di Milano. Le tradizioni antiche cinesi si fondono con i migliori ingredienti italiani e dal mondo. Tecniche cotture all’avanguardia e attenzione all’estetica ed eleganza  del piatto sono le caratteristiche del ristorante Gong. Il nome deriva sia dallo strumento a percussione che dal Qi Gong, disciplina cinese ispirata alle delle arti marziali per il benessere vitale.

Il raviolo Wagyu è tra i piatti più rappresentativi . È un dim sum – un raviolo dalla pasta sottile – ripieno di ragù di Wagyu su una base di crema di foie gras e tofu, finito con lamella di tartufo.

Un omaggio a Milano è il raviolo d’oro ideato da Giulia Liu insieme allo chef Guglielmo Paolucci e ispirato al risotto allo zafferano. Il raviolo è composto da pasta di riso aromatizzata allo zafferano e racchiude un morbido e saporito ragù di ossobuco. Alla base del piatto una crema di risotto allo zafferano.

Gong propone tre menu degustazione (Classico a 115 €, Pecking Duck a 115 €, Evoluzione a 150 €).

Per darvi idea della cucina ecco qualche piatto del menu Evoluzione. Lamian all’astice, ovvero spaghetti tirati a mano saltati con ragù d’astice sfumati con vino di riso cinese, zenzero ed erba cipollina. Filetto di sogliola  con salsa al beurre blanc allo yuzu. Piccione in tre fasi con petto di piccione ripieno di foie gras e tartufo nero, coscia dorata con maionese allo Sriracha e maionese al miso bianco, foglia di shiso rossa ripiena di ragù di piccione cotto in casseruola e polvere di Kimchi

Gong. Corso Concordia, 8. Milano. Tel. +390276023873

Orari
Martedì: 18:30 – 22:30
Mercoledì – Domenica: 12:30 – 14:30; 18:30 – 22:30
Chiuso il lunedì e il martedì a pranzo

Facebook

3. Bon Wei

Bon Wei Milano zhu di manzo piccante in terracotta
Zhu di manzo piccante in terracotta

Dalla sua apertura nel 2010 questo ristorante di alta cucina cinese contemporanea a Milano non ha mai smesso di stupire, grazie alla genialità creativa dello chef Zhang Guoqing. Trovate un menu classico e una carta di specialità regionali con 8 percorsi autentici corrispondenti alle 8 regioni gastronomiche in cui si suddivide la Cina. Le  specialità regionali si possono ordinare anche singolarmente e abbinare  a piacere con i piatti della carta classica. Zhang Guoqing vuole far apprezzare la cucina contemporanea senza dimenticare la tradizione. Non gli piace parlare di fusion ma solo di pietanze realizzate con ingredienti pregiati.

I piatti più noti sono il riso saltato in vari condimenti, i ravioli cinesi con i ripieni di verdure carne o pesce, l’immancabile pollo alla Kung Pao (11 €), il granchio sale e pepe (32 €). Si alternano con piatti più originali come la fonduta di rane con verdure (17 €), l’agnello piccante (13,50 €), i gamberoni dorati in salsa di prugne, il rombo in crosta con verdure (40 €), l’astice saltato con zenzero (40 €)

Anche i piatti delle regioni sono vere e proprie sorprese.

Fujian, cucina leggera ma molto saporita con l’anatra alla castagne (18 €).

Dallo Shandong, regione della cucina imperiale cinese, i tagliolini tirati a mano (12 €)

Hunan maiale rosso di Mao (16 €)

Anhui Zuppa Xiangla, piccante e profumata (12 €)

Anatra dei tre regni del grande stratega Cao Cao (18 €)

Jiangsu. Polpette teste di leone (14 € )

Zhejiang. Crème caramel salato con vongole (12 €)

Bon Wei. via Castelvetro, 16. Milano. Tel. +3902341308

Orari
Lunedì – Sabato: 12:00-14:30; 19:00 – 23:30
Domenica aperto solo a pranzo

Facebook

4. Il Giardino di Giada

branzino
Branzino

Il Giardino di Giada si trova in pieno centro, a pochi passi da Palazzo Reale e da Piazza Duomo.

Aperto quarantadue anni fa è uno dei ristoranti cinesi di Milano che hanno resistito a mode e tendenze, rispettando una cucina di sapore familiare. Una familiarità apprezzata e riconosciuta specialmente dai clienti asiatici che compongono il 50% della clientela e dai veri estimatori di cucina cinese. Tutta la sala è pervasa da un delicato e piacevole odore di cucina, che solletica l’appetito.

In cucina il giovane chef Zhao abilissimo nell’utilizzo delle spezie, ha sostituito lo storico chef Dong che ora è rientrato come socio di Carmen, fondatrice del Giardino di Giada.

La scelta alla carta è molto varia e propone piatti semplici ma perfettamente bilanciati e ricchi di gusto. Le spezie arrivano dalla Cina, in particolare da Sichuan,  le verdure sono invece fornite da aziende agricole in Italia.

Il Giardino di Giada propone un unico menu degustazione al costo di  55 € in cui è possibile provare tutte le specialità principali, tra cui l’intramontabile anatra alla pechinese (19 €) servita con crêpe, i ravioli di gamberi in padella, i gamberoni con pepe selvatico, il richiestissimo branzino al vapore con salsa di soia (26 €), i ravioli di verdure (6,80 €), i wanton Sichuan style (7 €) .

Giardino di Giada. Via Palazzo Reale, 5. Milano.

Orai
Martedì – Domenica: 12:00 -14:45; 19:00 – 22:45
Chiuso il lunedì 

Facebook

5. Mandarin  2

ravioli cinesi al Mandarin 2

È il ristorante cinese di Milano dove incontrare qualche vip o calciatore italiano. Un ristorante cinese un po’ milanesizzato per le frequentazioni e con una cucina gustosa e semplice.

Nel 1979 Yan Sang ha aperto il locale con la moglie siciliana Carmela, in viale Piave per poi trasferirsi in Via Garofalo. Ci troviamo di fronte Sicilia e Cina in un mix di personalità che ha influito in cucina. Chun Yi, supportato dalla zia Antonella, porta avanti la tradizione della famiglia fatta di sapori d’oriente e calore siciliano. Il ristorante è stato rinnovato un anno fa con uno stile moderno ma senza fronzoli.

L’atmosfera è molto vivace con una clientela giovane attirata anche da prezzi molto competitivi. Qualche esempio. Spaghetti di riso con gamberi (9 €), pollo arrosto con vino cinese (12 €), gamberi con aglio e salsa chili (12 €), vitello con bambù e funghi (11 €)

Mandarin 2. Via Garofalo, 22. Milano. Tel. +39022664147

Orari
Martedì – Domenica: 12:30-14:30; 19:30-23:00
Chiuso il lunedì

Facebook

6. Lon Fon

ravioli cinesi

Altro ristorante cinese storico di Milano aperto negli anni Settanta con uno stile sobrio e accoglienza calorosa. Semplice ma con un tocco di eleganza, tovaglia e tovaglioli in stoffa, garbo del personale. A due passi da Piazza Repubblica, Lon Fon ha una clientela molto fedele oltre a quella business e di passaggio data la zona.

A gestire il sala e cucina ci sono le due sorelle Angela e Maria anche se è ancora mamma Rita a preparare tutte le basi al mattino.

Il menu è tradizionale e i ravioli sono tra i migliori su piazza meneghina.

Su richiesta un piatto speciale è lo scorfano servito in più portate. Con la testa e le verdure preparano il brodo mentre il pesce sfilettato è servito in agrodolce o al vapore con verdure. Anche il galletto Lon Fon è molto richiesto, sia in versione croccante (18,50 €) che fritto in salsa speciale (18 €).

Lon Fon. Via Lazzaretto, 10. Milano. Tel. +390229405153

Orari
Mercoledì – Lunedì: 12:00-14:30; 19:00-22:45
Martedì chiuso

Facebook

7. Migliori ristoranti cinesi a Milano: Le nove scodelle

ristoranti cinesi a Milano: Le Nove Scodelle

Le nove scodelle, aperto nel 2017 a Milano, è secondo le parole del titolare una “piccola locanda con cucina cinese” che merita il Bib Gourmand della Guida Michelin ai ristoranti. Semplicità, qualità della materia prima e autenticità sono i tre elementi fondamentali che caratterizzano questo ristorante cinese di Milano. Il nome rimanda alla proposta, ovvero in carta ci sono 9 piatti, perché 9 è il numero delle portate servite nelle feste importanti della cucina di Sichuan. È una cucina colorata e carica di aromi esotici con un ottimo rapporto qualità – prezzo.

Tra i piatti in carta segnaliamo i gamberoni sale e pepe con pepe rosa e pepe di Sichuan (16 €). Le puntine di maiale disossate infarinate con macinato di riso speziato cotte a vapore in cestello di bambù (12 €). I panini Wowo con farina integrale cotti a vapore serviti con ripieno di verdure fermentate e ragù di maiale saltato in wok con zenzero e peperoncino (10 €)

Le nove scodelle. Viale Monza, 4. Milano. Tel. +393318001116

Orari
Lunedì – domenica: 12:00- 15:00; 18.00-23:00

Facebook

8. Migliori ristoranti cinesi a Milano: Little Lamb

ristoranti cinesi a Milano: carne wagyu da Little Lamb

Se volete una serata al ristorante cinese un può più “conviviale” nel servizio questo locale di Milano fa per voi. Si trova nel cuore di China Town, e negli anni scorsi era frequentato quasi esclusivamente da cinesi. Ora ci sono anche gli avventori della city.

Da Little Lamb si viene soprattutto per l‘hot pot, o fondue cinese, una pentola colma di brodo fumante posta al centro della tavola in cui cuocere i diversi ingredienti. Potete sceglierete tra una trentina di tipi di brodo a base di carne, pesce o vegetariano per intingere affettati, carne (manzo, vitello, agnello, pecora, pollo), pesce (gamberi e granchio), verdure (daikon, cavolo cinese, radice di loto e funghi) ma anche ravioli e e spaghetti. Tra le opzioni, Hot Pot 2 gusti (11 €), Hot Pot 3 gusti (12 €), Hot Pot osseo di agnello (18 €). Da provare la quaglia (10 €) o le costolette di agnello (20 €)

Little Lamb. Via Paolo Sarpi, 8. Milano. Tel. +393272981339

Orari
Aperto tutti i giorni: 12:00-15:00; 18:00-23:00

Facebook

9. Migliori ristoranti cinesi a Milano: Mao Hunan

ristoranti cinesi a Milano: tagliatelle di Mao Hunan

Piccante  saporita con qualche proposta strong (come il polmone di manzo) è la proposta di questo ristorante cinese di Milano molto frequentato dagli studenti. La cucina è ispirata a quella dell’Hunan, regione di provenienza di Mao Tse-tung, al quale sono dedicati piatti come la Testa di Mao o la Pancetta brasata di Mao (8 €). Mao Tse-tung te lo ritrovi qui un pò ovunque nelle 3 piccole sale con ritratti murali, un mezzobusto, poster propagandistici.

Tra i piatti, calamari saltati al peperoncino (8 €), spaghetti della casa in brodo di manzo (7 €), riso ai tre sapori (7 €), pollo saltato con peperoncini rossi secchi (7 €).

Mao Hunan. Via Porpora, 5. Milano. Tel. +390249787361

Orari
Martedi – Domenica: 12:00–14:30; 18:30–23:00
Chiuso il lunedì

Facebook

10. Migliori ristoranti cinesi a Milano: Ta-hua

ristoranti cinesi a Milano: Ta-hua

Il ristorante cinese Ta-hua propone a Milano la cucina di Hong Kong così come l’atmosfera: c’è più occidente che oriente ma i profumi restano quelli di un buon cinese. Difficile trovare posto senza prenotare con largo anticipo. Il locale sì è creato una fama per essere anche fashion e frequentato da vip ed influencer. I piatti sono molto ricchi sia di gusto che in quantità, la cucina è decisamente accattivante pur rimanendo di “facile comprensione” e senza troppi fronzoli. I prezzi sono piuttosto buoni per il tipo di servizio e location.

Anatra fritta brasato di spezzatino di  manzo con spezie (13 €), pollo fritto al limone (12 €), vitello ai sette colori (13 €), omelette con polpa di granchio (11 €),  fettuccine di riso alla Pad Thai (11 €), astice con ginger e cipollotti (35 €),

Ta-hua. Via Gustavo Fara, 15. Milano. Tel. +390266987042

Orari
Lunedì – Domenica:  11:45 – 14:45; 19:00 – 23:00

Facebook




Di Alessandra Fenyves

Di Alessandra Fenyves

Ho una lunga e bellissima esperienza come headhunter nei settori moda, ristorazione e hotellerie Scrivo con passione di food, drink e lifestyle selezionando storie e prodotti che mi intrigano