La ricetta perfetta dello chef: pasta con la ‘nduja

Ieri sera viaggiavo sulla Flaminia e stavo tornando a casa. Quasi periferia di Roma Nord. E sono passato davanti all’incrocio che mena a Prima Porta. Lì a un tiro di schioppo c’è l’antica Osteria L’Incannucciata di Dino de Bellis che a dispetto del suo cognome … fa attenzione alle materie prime popolari ma le nobilita anche (e qui in ossequio al suo stesso cognome). A titolo di curiosità, la sua ricetta sul broccolo romanesco è stata letta molto. Ora mi aspetto la stessa considerazione per queste mezze maniche con la ‘nduja che viene addolcita dal caprino. Una soluzione, questa del caprino, che permette di gustare il piccante alimento calabrese anche dai palati più delicati. Ecco la ricetta, mentre se volete sapere dell’Incannucciata andate qui.

MEZZE MANICHE AL TORCHIO CON ‘NDUJA, MELANZANE, LIQUIRIZIA E CAPRINO

    Ingredienti
    400 gr. mezze maniche all’uovo
    100 gr. pomodorini
    50 gr. ‘nduja fresca
    200 gr. melanzane
    50 gr. caprino
    5 gr. polvere di liquirizia
    Cipolla rossa
    Basilico
    Olio extravergine di oliva
    Sale e pepe

incannucciata_mezze-maniche_nduja_preparazione

In una padella metti a rosolare un po’ di cipolla con l’olio, aggiungi le melanzare tagliare a cubetti e fai cuocere per 10 minuti.
A cottura ultimata aggiungi la ‘nduja e i pomodorini.
Fai cuocere le mezze maniche in abbondante acqua salata .
Cotta la pasta, gettala nella padella e aggiungi la polvere di liquirizia e il caprino.
Impiatta e guarnisci con il basilico fresco.

incannucciata_mezze-maniche_nduja_scattidigusto

Foto: Francesco Arena




- domenica, 7 marzo 2010 | ore 12:00

20 commenti su “La ricetta perfetta dello chef: pasta con la ‘nduja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.