Grazie Benedetta Parodi. Siamo su Wikipedia. E 426mila pagine lette!

Tempo di lettura: 1 minuto

Avevamo smesso di giocare a chi la faceva più lontana da un po’ di tempo, ma la rete offre numerosi spunti di giocosità. E noi siamo pronti a raccoglierli perché sorridere fa bene alla salute. Basta non cadere dalla sedia.

pagina-wiki-scatti

pagina-wiki-dettaglio-scatti

Quindi, bando alle ciance, non ci assumiamo alcuna responsabilità, ma abbiamo fatto una scoperta: siamo su Wikipedia e grazie a Benedetta Parodi e alla “paperazzata” delle Invasioni Barbariche!  Peccato solo che il nome dell’autore sia stato riportato come Pagani… Siamo qui a parteciparvi dell’evento anche se probabilmente avremmo preferito che scattidigusto fosse accostato, che so, a quello di Massimo Bottura (che ha tenuto a battesimo la nascita del nostro Mag a Londra). Oppure a quello di Pier Giorgio Parini anche se una persona affidabile (e il cui nome nemmeno sotto tortura riveleremo) ha confidato in mail che il titolo di Re delle Erbe ce lo siamo inventati noi e il Wall Street Journal (mica il provincialissimo Sole24Ore eh) lo ha copiato in “king of herbs”. E non ci sarebbe nemmeno dispiaciuto che Federico Quaranta avesse ammesso che sì, ebbene sì, lo scoop della ricotta rossa è di scattidigusto ma non si può avere tutto dalla vita gastronomica.

E ora, in un impeto di egocentrismo scopiazzato, diamo i numeri delle pagine lette, quelle che ogni tanto ci mandano giù il server e hanno fatto incazzare il provider che mi ha chiesto, scusi ma non doveva fare un blogettino? A Novembre viaggiamo su 426391 pagine lette. Vedete il tutto nella foto su su in alto (era troppo tronfia per stare quiggiù).

Grazie nostri cari lettori che siete diventati 28 da 24 che eravate!

18 Commenti

  1. è la tendenza contemporanea… si passa all’onore delle cronache solo se ci si accapiglia in tv , si grida o si fanno cose trash in genere….
    Quindi bando alle ciance , che Vincenzo o Alessandro si scoscino come la Parodi , per il bene di “Scatti di gusto” !!!!

  2. Posso permettermi di dare un consiglio senza che nessuno si offenda?
    Per il bene delle persone che qui scrivono, persone che stimo, cancellate questo post.

  3. ha risposto a Maurizio Cortese: Maurizio il problema è che ci si prende sempre troppo sul serio… essere seri non significa essere seriosi, talvolta se po ride con i nostri 2 lettori in più su i piccoli successi dal nome sbagliato 😀
    Ciao A
    Ps anche noi ti vogliamo bene e ti stimiamo, ma questo già lo sai…

  4. Vabbè, d’accordo Vincenzo, il non averli nemmeno letti ti dimostra che trovo questi numeri poco interessanti sotto tutti i punti di vista.
    E’ solo che questa moda dilagante di ostentare numeri, numerini, numeretti, questa gara a chi ce l’ha più duro, mi deprime.
    Soprattutto perchè non tengono conto di altri fattori, determinanti per la crescita comune che come ben sai auspico sempre, ovvero la qualità dei post, degli interventi di chi commenta, di come si scrive, di come evolve una discussione.
    Credo che ai lettori questo interessi.

  5. ha risposto a Maurizio Cortese: hai ragione… Interessa eccome! credo che uno dei problemi della nostra piccola società gastronomica (e non da oggi) sia la difficoltà a fare sistema… Hai ragione il cielodurismo alla fine non paga…
    Ciao A

  6. ha risposto a Cristiana Lauro: Cristiana e Alessandro, non è che mi manchi il bene dell’ironia, per l’amor del cielo, ho solo preso la palla al balzo per esprimere un mio stato d’animo e l’ho fatto in questo blog, dove so di essere ben accettato 🙂

  7. Cavolo che si prenda sul serio la Claudia-Cloo è una novità… ma forse Maurizio non mi conosce … fa nulla….
    Visto il mio ruolo di trainer (ora anche qui) non posso parlare con tono serio di cose alte come la VERA cucina e il buon vino….
    Mi limito a far il giullare per tenere frizzanti questi post…
    Che dici Vincenzo sarà il caso di ripristinare la mia foto con naso rosso… così si capisce il tono ?

  8. ha risposto a Maurizio Cortese:

    Ciao Maurizio,
    sul principio di fondo la penso come te e aggiungo che io sono stanca anche delle continue polemiche usate ad arte per richiamare lettori che ormai, Scatti a parte, sembra l’unico modo per fare notizia.
    Lo dico qui perché a parte questo post, che se letto in tono scherzoso cambia completamente impressione, a parte questo dicevo mi pare che su Scatti ci siano spesso bei contenuti e non provocazioni o opportunismo.

    Mi fa piacere leggerti qui.

  9. come faccio a leggere Sccatti di nascosto, così non rientro nei lettori? Non vorrei che si pensasse che lo faccio per le foto di Dino e Arci…

  10. vince’, per carita’, con tutto il bene che voglio a te e a tanti altri rispettosissimi frequentatori di questo blog, non imboccare questa strada dei numeri e dei consensi che si rischia di fare la fine di dissapore…
    vincenzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui