Una foto intrigante e una ricetta semplice, ideale in estate ma realizzabile anche in inverno. Daniele Zunica presenta un piatto povero della cultura orticola, che diventa irresistibile in estate quando si prepara la salsa di pomodori in bottiglia: “E’ il periodo in cui i peperoni arrivano ad essere succosi e maturi e qualche uovo di pollaio non manca mai. Piatto unico, robusto e sapido, pressoché a costo zero e sicuramente a chilometri zero per le casalinghe di Civitella del Tronto, ben saldo nella tradizione gastronomica locale. Una curiosità: in molte famiglie, come nel mio ristorante, per preparare “lu vuzzetill’e” anche in inverno, si appartano in vasetti a bagnomaria peperoni e pomodori crudi già pronti per la cottura nei mesi a venire”.

Sfiletta un peperone rosso dolce, soffriggilo a fuoco basso in buon olio d’oliva in compagnia di uno spicchio d’aglio vestito. A mezza cottura aggiungi abbondante pomodoro (il “cuore di bue” ben maturo) tritato a coltello dopo averlo privato dei semi. Sala il tutto e attendi il riassorbimento dell’acqua di vegetazione: a questo punto, scansando con un cucchiaio la salsa di pomodoro e peperoni, crea uno spazio per mettere due uova Bio Melampo in padella (il pozzetto = lu vuzzetill’e). Cala le uova e sala appena  attendendo il giusto punto di cottura. Un Montepulciano Cerasuolo d’Abruzzo è l’ideale compagno.