Alla cucina dei Cavalieri. Il pane naturale secondo Massimiliano Alajmo

Tempo di lettura: 1 minuto

Unità nel rispetto delle differenze. E’ questa la visione strategica dei Cavalieri della Cucina Italiana che hanno come obiettivo quello di far accelerare  la velocità e la qualità della ristorazione nazionale in un percorso comune che faccia leva sulle capacità dei singoli. Il “Tutti per uno, uno per tutti” viene esemplificato da Massimiliano Alajmo a margine del Taste Ring dall’evocativo titolo di Pane al Pane. Il senso di unitarietà del gruppo di amici che si consultano e decidono insieme è associato al pane di lievito madre la cui base univa nel recente passato le diverse tradizioni dell’Italia. Dopo gli spaghetti ad Identità Golose e il pane di Taste, due alimenti basic, volete sapere quale sarà il prossimo passo? Allora, ascoltate lo chef tristellato!

Video: Enrico Pietro Chelli

1 commento

  1. Siete in vena di pluristellati oggi? Posso dire una cosa? la dico. a me Alajmo mi piace molto ha una cucina che sembra uscita da un libro con la copertina bella spessa. l’ultima volta mi è venuto un po’ il terrore di macchiare il tavolo e mi sembra che anche il servizio avesse questa fifa. quasi quasi gli direi di mettere una bella americana così stiamo tutti più sciolti. ravioli di alghe a vita .)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui