‘Calabrese dal carattere punk’, così le disse un giorno il critico musicale Gino Castaldo. Stefania Monaco ha una grande passione per la sua Calabria oltre che per la musica e per l’enogastronomia. Le note delle critica sono il suo forte come la diffusione delle cose buone fatte da gente per bene che possano essere condivise e non restare nel ghetto. Stefania crede che in un momento storico come questo la migliore forma d’arte sia il cibo. “Trovo che sia la forma d’arte più rivoluzionaria perchè tutti debbono mangiare almeno una volta al giorno. Attraverso il cibo si comunica in una lingua universale e puoi far capire chi sei e di che materia sei fatto”. Prime note che suonano molto bene. (VP)

Il prosciutto San Daniele si è sposato alla presenza di numerosi enogastronomi, fan e curiosi con… i pani d’Italia !

Gli “accoppiamenti” più golosi partendo dal Nord sono stati con

  • La focaccia di Genova tagliata nel mezzo, leggiadra con qualche cristallino di sale che richiama la salatura del prosciutto ma che accompagnata da un bel tocai (ops pardon), friulano è una vera goduria!
  • E del grissino torinese che dire? La fetta abbarbicata sul coso lì …non è quanto di più sexy si possa immaginare? E del suono non ne parliamo? Quale altro pane può garantire un scrocckio così?

Al Centro

  • La pizza-focaccia di Campobasso (una vera scoperta!!!) morbida e sinuosa con un po’ di patata (i maliziosi direbbero che non guasta mai..) nel suo impasto, molto accogliente e con una delicata profumazione.
  • La spianata di Ozieri ha tutt’altro altro carattere, decisamente fine e antica , si presta con autorevolezza a servire il prosciutto a mo’ di tagliere.

A Sud

  • Il pane di Cerchiara di Calabria con la sua forma sinuosa di cinque chili, se lo sposerebbe tutto (all’occorrenza), il prosciutto! La sua crosta nera al profumo di faggio e castagno conquista tutti i palati.
  • La puccia salentina? Lei si apre a metà ed è comoda, accogliente, sembra un ostrica, le fette sottilissime di prosciutto si affollano sotto le sue ammalianti grinfie.

In sintesi, ce n’è per tutti i gusti…

Questo divertente gioco con tutti i pani d’italia, uno per regione si terrà tutti i giorni sino al 21 Maggio nel Temporary Store di Corso Garibaldi a Milano, per la festa del cinquantesimo anno di vita del Consorzio San Daniele.

Poi sarà la volta di Aria di Festa dal 24 al 27 Giugno a San Daniele dove tutti i pani partecipanti verranno portati in degustazione per un lungo week end godereccio con eventi, musica, corsi di degustazione e abbinamenti con altri prodotti friulani.

E non finisce qui, perchè dopo Aria di Festa, il re Prosciutto verrà portato con la corte dei pani, in un bel giro d’Italia. Non perdetevelo!

Consorzio del Prosciutto di San Daniele – Via Umberto I° 26 – 33038 San Daniele del Friuli (Udine). Tel. +39 0432 957515