Antonello D’Amato è un giornalista freelance nato nella Napoli che tutto il mondo conosce (ma non abbastanza) e che inizia a scrivere 15 anni fa mosso dall’irrefrenabile passione per la musica classica, quella tra ” ” colta, che quando l’ascolti capisci immediatamente di trovarsi al cospetto di un mondo meraviglioso dove si parla una lingua universale, quella delle note! Così raccontare di una serata musicale attraverso i propri sentimenti, parlare di quelle vibrazioni che ti scuotono l’animo, piuttosto che l’approccio filologico o moderno ad un autore rappresenta ogni volta una sfida irrinunciabile ed affascinante.
Esperienze all’estero da giramondo curioso e vorace delle notizie tutte, per poi plasmarle in scrittura, facendole mie, lo stile… Danimarca, Stati Uniti, Paesi Bassi, su e giù per lo stivale a ricorrere la musica e non solo.
Adesso uno spazio nuovo a disposizione per raccontare ancora profumi, sapori, gusti, colori, ambientazioni, location, paesaggi, etc. e così a trentanove anni (il 3 settembre) ho deciso di regalarmi uno scatto di gusto che amerò condividere con voi il più possible se vorrete. [Capirete dall’auto presentazione che il personaggio è un po’ sui generis, quindi non rispondiamo delle sue azioni, ma speriamo che i suoi scritti vi conquisteranno. Fateci sapere il vostro avviso. E fategli gli auguri il 3 settembre 🙂 V.P.]

Rispetta la tradizione il locale di Gennaro Blasi ristoratore dal 1995 che col suo Tarantino, ubicato nel centro storico di Pozzuoli, riesce sempre ad essere di parola: qui, solo pesce fresco!

Cucinato con gusto e servito meglio. E’ chiaro che chi non e’ amante dell’articolo farebbe meglio a dirigersi verso altre sponde, mentre su quelle puteolane e sempre piacevole naufragar…

Carpacci e crudité sono (e non solo a sua detta) i pezzi forti del Tarantino che ama servire il pescato del giorno in mille modi ad una clientela decisamente trasversale, ma dal palato fine.

E allora via con i copiosi antipasti, preparati con accuratezza e semplicità e sempre ben serviti; un waltzer di luveri, pesce azzurro, polpettine di mare, bocconcini di melenzane allo scoglio, cannolicchi al gratin, triglie e suaci fritte, calamarelle fritte e in umido, cruditè di calamari, tonno, scampi, improfumati da timo zenzero, mentuccia e briciole di scorze d’arancia.

Tra i primi piatti trionfano i mezzanelli allo scoglio (pomodorini del Vesuvio, spannocchie, coccio, calamari, etc) e le linguine con le vongole in bianco, entrambi perfettamente legati. Sì perchè quella di Gennaro è passione in cucina, ci mette amore in quello che fa e lo si avverte non solo al palato. La sua perizia in cucina esalta i cinque sensi e il merluzzo gratinato al forno all’aroma di limone, un’autentica prelibatezza, è lì a ricordarlo.

L’unica pecca è una carta troppo ristretta e pertanto inadeguata a quell’orgia di sapori serviti a tavola, ogni giorno, da oltre 15 anni.

Tempi di attesa contenuti e prezzi adeguati alle aspettative. Da provare.

Trattoria dal Tarantino. Via Maria Puteolana 20, a due passi dal Porto di Pozzuoli. Tel. +39 081.5266290 o al +39. 338.1049967

[Antonello D’Amato]

12 Commenti

  1. Abbiamo avuto occasione di assagiare le freschissime pietanze del Tarantino e vale la pena andarci.Il personale gentilissimo e l’assortimento di pesce fresco della giornata e’ fantastico . a te Antonello un felice compleanno e in bocca al lupo per la tua nuova avventura…………….Teresa Di PIETRO

  2. ha risposto a SdG: grazie de core SdG !
    …beh oggi direi un quick lunch per poi stasera affondare gli artigli in un maestoso pezzo di angus fresco fresco, servito tu di un letto di patate leggermente mentolate a sfoglia e un filo d’olio del vecchio fofo’ Coraggio con spolveratina di pepe rosa…dove? ma da me, naturalmente…siete tutti invitati!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui