Schiscetta perfetta. La ricicletta del rustico con piselli, crescenza e patate

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando ero bambina  vivevamo vicini al confine svizzero e sui  nostri televisori in bianco e nero la RTSI , il canale della Svizzera italiana, era  popolare quasi quanto la RAI. Di quel periodo mi sono rimaste impresse due trasmissioni: una sorta di cartone animato intitolato Cappuccetto a pois (di cui oggi non ricordo nulla tranne, appunto, il titolo),e un appuntamento settimanale con la cucina fatta con  il recupero degli avanzi. Una trasmissione semplice , il Mesozoico rispetto agli scintillanti show gastronomici dei nostri giorni.  Si chiamava Le Riciclette, e non so se mi piacesse per il tipo di trasmissione in sé o per quel titolo, Riciclette, che iniziava a stuzzicare in me il piacere di giocare con le parole, piacere che poi mi sono portata dietro per  tutta la vita.

Pensavo alle Riciclette ieri sera mentre lavoravo la preparazione che vi propongo qui di seguito. La trasmissione elvetica mi è tornata in mente perché quasi tutti gli ingredienti utilizzati erano degli avanzi del weekend. Nonostante il mio (minimale) tentativo di cucinare e fare acquisti nelle giuste dosi, infatti, sono sempre perseguitata dagli avanzi, da quel poco pochino che è un peccato buttare via ma che non basta per una persona. Dalla loro elaborazione è nata questa torta salata. Il dosaggio degli ingredienti, come vedrete “ è a occhio”. Ma così capita quando si mettono insieme gli avanzi…

Portatene con voi al lavoro un bel pezzo in un contenitore ermetico e consumatelo a temperatura ambiente o, meglio ancora, caldo se avete a disposizione un forno a microonde.

Rustico con piselli, crescenza e patate

Ingredienti per 4 porzioni

1 rotolo di pasta sfoglia
pisellini  surgelati 3 manciate
5 cucchiai di stracchino o di crescenza
2 piccole patate lesse
¼ cipolla fresca di Tropea
olio extravergine d’oliva
1 uovo
sale e pepe nero macinato al momento

Srotolate la pasta sfoglia e lasciatela riposare a temperatura ambiente. Scaldate il forno a 180°. In una padella con fondo antiaderente, riscaldate l’olio e cuocetevi la cipolla ad anelli fino a che diventa trasparente. Aggiungete i piselli e lasciateli cuocere fino a che sono teneri (circa 10-12 minuti), aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua. Salateli e pepateli, poi metteteli da parte a intiepidire.  Intanto, in una terrina,  lavorate lo stracchino con una spolverata  di pepe. Pelate le patate e tagliatele a fettine. Versate i piselli sulla pasta sfoglia, aggiungete le fette di patata lo stracchino a cucchiaiate. Livellate la farcitura e chiudetevi sopra  la sfoglia, dandogli la forma di uno strudel. Sigillate con cura i bordi. Spennellate il rustico con l’uovo sbattuto e infornate per circa mezz’ora.

Per il consumo fuori casa vi serviranno un contenitore a chiusura ermetica che possa, eventualmente, andare nel microonde e una forchetta.

La schiscetta con il rustico di piselli, stracchino e patate è stata fotografata sulla scrivania di Monika T., traduttrice e interprete a Sulzburg.

[Miss Schiscetta è supporter del cibo da preparare a casa e da portare in ufficio per mangiare bene in pausa pranzo e stare meglio fino a cena. La trovate sul blog che ha aperto per santificare il ruolo della gavetta o del lunch box americano o del bentobako, se preferite termini più cool. O solar-schiscetta se guardate al futuro prossimo venturo]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui