Prigioni dorate. Alcatraz all’ora di pranzo era un ristorante gourmet

Notizie

sala da pranzo alcatraz

Tutti conosciamo Alcatraz, la prigione di massima sicurezza che fino al 1963 (anno di chiusura), ospitò tra i più pericolosi criminali del mondo, tra cui Al Capone, giusto per citarne uno.

Criminali che, a quanto pare, non se la passavano poi così tanto male all’ora di pranzo. Sono infatti giunte notizie (con annesse fotografie/documento del fotografo Leigh Wiener) relative ai menù che venivano serviti nel famoso penitenziario: arrosto di spalla di maiale, crocchette di carne al forno, zucchine rosolate, chili con carne e tante altre prelibatezze. Questo è ciò che venne servito durante la settimana del 2-8 settembre 1946.

Il motivo di un menù così ricco e appetitoso? Sicuramente, nell’ambito di un regime punitivo quale era quello di Alcatraz, la volontà di tenere a bada i violenti, concedendogli la gratificazione di un pasto gourmet, per evitare così rivolte e tensioni interne. Ci saranno riusciti?

Certo è che uno dei motivi della chiusura del carcere, ordinata dagli Stati Uniti d’America, siano stati gli ingenti costi per la gestione. Come dargli torto!

[Giulia Caligiuri. Link: Daily Mail]