nuovo Gambero Rosso Roma

Il Gambero Rosso lascia la Città del Gusto a via Enrico Fermi a Roma.

La decisione era nell’aria e i rumors si sono fatti via via più insistenti con l’avvicinarsi della data in cui l’edificio doveva ritornare ai proprietari che dovrebbero dare corso a una variazione di destinazione dei locali.

La società guidata da Paolo Cuccia, che da tempo ha avviato un programma di espansione in altre città replicando il modello delle Scuole, non ha però intenzione di abbandonare Roma.

Dalle indiscrezioni trapelate, il Gambero Rosso resta affezionato ai luoghi di Monteverde ma sale in collina. Tramontate le ipotesi dei locali del Gazometro e di Porto Fluviale la destinazione è via Ottavio Gasparri 13 a poca distanza da piazza San Giovanni di Dio.

L’edificio prescelto è una realizzazione del gruppo Pulcini, costruttore con base a Roma, che ospitava una concessionaria di auto.

Nella nota di progetto si legge che “Il complesso e’ costituito da due edifici denominati “a” e “b”. L’edificio “a” e’ di tre piani fuori terra , con tre piani interrati adibiti a sale esposizioni e parcheggio. Il piano terra e’ riservato a sala esposizione, mentre gli altri due piani sono destinati ad uffici. Il fabbricato “b” invece e’ un ampio locale seminterrato adibito ad attivita’ commerciale – dirigenziale. La particolarita’ del solaio di copertura del fabbricato “b” e’ di essere destinato a parcheggio. Le finiture sono di ottima fattezza e lo stesso dicasi per i materiali utilizzati”.

gambero rosso chi sale chi scende

Il Gambero Rosso dovrà però sottoporsi a una cura dimagrante. L’attuale Città del Gusto può contare su circa 8.000 metri quadri coperti (compreso il wine bar) e circa 2.500 metri quadri di terrazze.

La nuova sede, tra piani interrati e piani fuori terra arriva a 3.800 metri quadri e dispone di un parcheggio per più di 200 auto.

Resteranno immutate tutte le attività cui i gastrofanatici romani sono abituati?

presentazione guida pizzerie

In questa fase intermedia, la Città del Gusto ha già effettuato alcune razionalizzazioni. Il canale, ad esempio, ha già lasciato i locali con gli studi per trasferirsi al piano terra dell’edificio che accoglie il teatro e le scuole. L’edificio, cioè, in cui vengono presentate le guide della casa editrice.

Le scuole troveranno sicura collocazione perché rappresentano un asset importante del Gambero Rosso e alimentano una community sempre attiva.

nuovo Gambero Rosso Città del Gusto

Probabilmente soffriranno le redazioni con spazi più limitati. E potrebbe restare l’incognita dell’opportunità di trasferire molte attività, presentazioni ed eventi, a Milano che nel 2015 sarà sotto i riflettori per il tema food.

Un’occasione per avvicinare i visitatori stranieri che rappresentano un mercato di destinazione importantissimo per le attività del Gambero Rosso legate al vino. E dai tre bicchieri alle tre forchette il passo sarebbe ancora più semplice con una sede istituizionale dove accogliere ospiti e presentare prodotti propri oltre a cantine e produttori.

gambero rosso

Una nuova sfida per il Gambero Rosso a conduzione Cuccia che ha dimostrato nel tempo di riuscire a fare business con strategie  molto diverse da quelle della società editoriale originaria.

Sempre che le indiscrezioni sul trasferimento trovino conferma dalla Città del Gusto.

[Immagini: Pulcini Group]