In questi giorni di esaltazione per il ritorno della pajata a tavola, ero in dubbio se la migliore carbonara di Roma fosse quella di Roscioli, di Marzapane, di Pipero al Rex o la versione estiva del Salotto Culinario (guardate i link che ho messo le ricette da copiare a casa). 

Ho un mantra per raggiungere la carbonara perfetta. Usare guanciale selezionato, 5 tuorli d’uovo e un albume intero, pecorino romano di altissima qualità, lo spaghettone di Benedetto Cavalieri e altre referenze che fanno parte del mio e, suppongo, del vostro Olimpo.

Ma poi mi sono imbattuta nella top 10 delle carbonare capitoline stilata dai lettori di RomaToday, quotidiano online della Capitale, che per un mese ha lanciato il contest #aromacipiace, per “riscoprire un pezzo di romanità” attraverso voti e pareri dei suoi lettori.

#aromacipiace non seguire quelli che sono i consigli delle migliori guide enogastronomiche o degli esperti del settore. #aromacipiace assaggiare, #aromacipiace vivere l’atmosfera di un ristorante, #aromacipiace gustare anche la storia di un luogo” erano gli obiettivi del contest.

Con 327 mila follower su Facebook il bacino di lettori era abbastanza largo. La prima fase ha visto la nomination di 162 (!) ristoranti suggeriti con circa 1700 votazioni da altrettanti follower.

Alla seconda fase sono passati 22 ristoranti (dovevano essere 20, ma c’è stato un triplo ex aequo).

Circa 360 mila voti hanno generato “la famosa top ten, quella che tutti vi vendono come vera, sempre troppo uguale, sempre percepita come troppo finta. Tante le sorprese tra i dieci che avete scelto, molti i ristoranti poco noti”.

Carbonara Perilli

Ha vinto la Trattoria Perilli a Testaccio dal 1911 gestita dalla quarta generazione della famiglia testaccina che ha postato su Facebook la foto della sua carbonara (che vedete qui sopra) per ringraziare tutti i votanti.

Ma ecco la classifica completa.

La top ten della carbonara RomaToday

  1. Perilli a Testaccio (via Marmorata, 39)
  2. Osteria Angelino (via Capo d’Africa, 6)
  3. Bottega Trattoria De Santis (via Santa Croce in Gerusalemme, 15)
  4. Osteria Sette (via Val Chiosone 3/5)
  5. Cacio e Pepe (via Avezzana, 11)
  6. Vado al Massimo (largo Cristian Doppler, 4)
  7. La Carbonara (via Panisperna, 214)
  8. Carlone (via della Luce, 5)
  9. Mad Restaurant (via Gino Cervi, 14)
  10. Oio all’Infernetto (via Toscanini, 3)

Devo confessare che sono rimasta un po’ delusa dal non vedere in classifica nemmeno uno dei “soliti noti” e spero in un vostro atto di solidarietà.

Avreste piazzato almeno un altro nome in questa top ten o è una classifica da rifare di sana pianta?

[Francesca Demirgian]

10 Commenti

  1. Ottima ricetta made in Italy… Sempre d accordo al consumo di prodotti italiani, amo le eccellenze del sud Italia soprattutto.

  2. Io sono rimasto senza parole grazie ad una carbonara da Stazione di Posta e ho apprezzato moltissimo quella di Arcangelo, entrambe assolutamente da mettere in lista, delusione dalle ultime prove di Roscioli.
    Comunque a me sembra che la “forbice” tra:

    – mangiare tanto/poco prezzo/ingredienti non noti
    – Menù degustazione da 1 o 2 portate/prezzo spropositato/ingredienti blasonati

    Si stia allargando decisamente troppo. Come se l’attenzione alla fascia di mezzo si stesse perdendo. Capisco quindi come realtà nuove a prezzi concorrenziali, ma magari in posti sfortunati, come il 9 della lista di cui mi hanno raccontato molto bene, stiano riscuotendo sempre più successo.

    • Sono deluso avendo letto diversamente carbonara mi aspettavoricette strane come ad esempio la mia carbonara mare e monti

  3. La carbonara di Marzapane è sempre molto buona ma il prezzo è decisamente aumentato. Nel link della ricetta c’è scritto La carbonara di Alba costa 8 € e sarebbe un delitto se da oggi non l’andaste ad assaggiare per comunicarci le vostre impressioni. Ricordando che è inserita solo nella lavagna del pranzo.

    Adesso costa la bellezza di 14 € ed è sempre quella del 2013.

  4. La differenza che passa fra quella de “La Carbonara” (l’unica provata di questa classifica) e quella di “Pipero” è la stessa che c’è fra Gegia e Megan Fox.

  5. @David ecco…il mio spiegone sulla “forbice” non serviva affatto, quando gegia e Megan fox avrebbero reso molto meglio..il concetto 🙂

  6. Allo stato attuale – anno 2015 – e dopo averle provate diverse, le dieci sono queste:

    Top 5 “chic”: 1. Pipero al Rex 2. Marzapane 3. Roscioli 4. Danilo 5. Quinto Quarto

    Top 5 “popular”: 1. Perilli 2. Hostaria Romana 3.Pecorino 4. Cesare al Casaletto 5. Hostaria dei Ghiottoni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui