Napoli Pizza Village 2015: 10 cose da sapere per assaggiare le migliori pizze del mondo

Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli Pizza Village 2013 dall'alto

Appassionati della pizza, prendete nota. A settembre ritorna il Caputo Napoli Pizza Village, promosso dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani,  e lo fa in grande stile.

La quinta edizione della manifestazione ha compiuto il salto di qualità sul palcoscenico internazionale con la presentazione a Roma – a Rossopomodoro di Largo Argentina – e due tappe a New York, il 4 giugno, e a Milano, al Padiglione Italia dell’Expo a fine luglio.

pizza vs McDonald's

Il richiamo della pizza è testimoniato dall’edizione dell’anno scorso che ha attirato 500 mila persone con 50 pizzerie e 100 mila pizze sfornate e ha fatto segnare una crescita del 15% dei turisti nei giorni dell’evento.

formaggio su pizza margherita

Ecco quindi le 10 cose che dovete sapere per iniziare a programmare la vostra partecipazione a quella che è considerata festa per antonomasia della pizza nella sua patria naturale: Napoli.

pizzaioli napoletani

  1. Quando: da martedì 1 settembre a domenica 6 settembre 2015.
  2. Dove: Lungomare Caracciolo (accessi: piazza della Repubblica, Lungomare Caracciolo, Villa Comunale).
  3. Orario: dalle 18,00 alle 24,00.
  4. Partecipanti: 50 pizzerie storiche napoletane con altrettanti forni a legna.
  5. Ingresso: gratuito.
  6. Posti a sedere: 24.500
  7. Costo consumazione: coupon per pizza (margherita o marinara), bibita, dolce o gelato, caffè a 12 €
  8. Prenotazioni: per saltare le (inevitabili) code ai botteghini, è possibile acquistare il “Pizza On Line – Salta la fila” sul sito ufficiale. Sulla propria mail arriva un voucher con codice a barre che viene letto da casse speciali dedicate e trasformato nel coupon. Il prezzi sale da 12 a 13 €.
  9. Contest: le foto che illustreranno il tema dell’amore per la pizza parteciperanno al concorso che mette in palio biglietti con ospitalità e viaggio a carico dell’organizzazione.
  10. Promozioni: Meridiana (ogni passeggero in arrivo da New York, Mosca, Atene, Londra e Madrid riceverà il coupon della manifestazione), Airberlin (sconto sul coupon), Frecciarossa (sconto sul coupon), Aloschi – navi da crociera.

Fate attenzione, però.

Antimo Caputo

Il Napoli Pizza Village non è solo un appuntamento amatoriale. Qui si decide chi è il più forte pizzaiolo di tutto il globo terracqueo con il Campionato del Mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo giunto alla sua quattordicesima edizione.

Un motivo in più per fare una puntata al Lungomare è sedersi sugli spalti dello Stadio della Pizza installato di fronte al mare all’altezza della Rotonda Diaz e vedere le nuove lòeve di pizzaioli, anzi, pizzaiuoli, che si sfidano in diverse specialità sempre in evoluzione.

Valerio Libro

  1. Innanzitutto la pizza STG (Specialità Tradizionale Garantita) che viene considerata la Formula Uno e a cui va il Trofeo più importante, vinto nelle due ultime edizioni da Valentino Libro e da Davide Civitiello.
  2. Pizza Classica
  3. Pizza Senza Glutine
  4. Pizza di Stagione
  5. Pizza in Pala
  6. Pizza in Teglia
  7. Pizza più Larga
  8. Pizza più veloce
  9. Free Style
  10. Juniores
  11. New York Style
  12. Pizza Elettrica

pizzaioli competizione Campionato Mondiale Pizza 2013

L’anno scorso si sono sfidati circa 600 pizzaioli provenienti da ben 40 Paesi a dimostrazione di quanto sia sentito il Trofeo.

Trofeo Caputo migliore pizza del mondo 14

Alla sfida mondiale parteciperanno i vincitori delle competizioni svolte in Giappone, Usa, Israele, Russia, Australia, Dubai, Taiwan.

L’inizio delle gare, aperte al pubblico e con ingresso gratuito, è previsto per le ore 15.00. Ricordate che le giornate di gara sono solo due, il 1 e il 2 settembre e i pizzaioli napoletani cercheranno di mantenere il Trofeo per il terzo anno consecutivo in Italia supportati da un tifo da stadio

pizza Unesco mondo#pizzaunesco Gino Sorbillopizza food truck Rossopomodoro

P.S. E non dimenticate che al Napoli Pizza Village potrete dare il vostro sostegno alla candidatura mondiale dell’arte dei pizzaioli a Patrimonio Immateriale dell’Umanità Unesco. La raccolta delle firme per quella italiana, vinta qualche mese fa, era partita proprio da qui. E ci sarà una puntata di presentazione anche a Napoli, dopo l’avvio di Expo, nell’area che mette insieme l’ospitalità della città e lo street food modello partenopeo. Dove potrete incontrare i vostri beniamini della pizza.

1 commento

  1. buongiorno …….
    inoltre ….11)sempre per beneficenza ………nella scuola Casa Rossopomodoro allestita pe l’occasione lezioni di “pizza napoletana a casa ” con la partecipazione di 18 grandi pizzaioli.
    ricetta pizza napoletana a casa (Libro della Pizza ) di Mondadori ……
    prenotate e donate …..http://www.lezionidipizza.com/
    grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui