Polpette al Sugo: Scatti di Gusto vi regala ricetta e ingressi

Tempo di lettura: 2 minuti

SUGO_12

Sugo, il nuovo evento di Roma dedicato al food e al design, è ai nastri di partenza. Dal 12 al 14 giugno alle Officine Farneto, condiremo cucina e casa con ingredienti di aziende italiane e straniere.

SUGO_13

È la sezione design dell’evento che potete toccare con mano e ordinare da Buru Buru e Le Civette sul Comò, due tra le piattaforme di e-commerce più innovative.

SUGO_07

I visitatori potranno visionare gli oggetti e acquistarli a prezzi speciali inviando l’ordine dalle postazioni in loco oppure attraverso i propri tablet o smartphone.

Ad accompagnare con gusto Sugo, tanto buon cibo. Diverse le proposte: il Bistrot, la Pasticceria, la Dispensa e il Cocktail Bar.

Il Bistrot presenterà un menu “pop” pensato dallo chef Igles Corelli, direttore didattico della scuola Chef Blanc. Il costo del menu sarà di € 35 a persona. Previsto anche un menu bambini al costo di € 15 e proposte easy come street food newyorkese e siciliano, fritti di pesce, piatti vegetariani e polpette.

SUGO_11

Ecco, l’ho detto: polpette.

Un comfort food semplice da preparare, ma sempre appagante, come la pasta al pomodoro che vi ha già regalato 10 ingressi.

Raccontateci il piatto al sugo che fa godere il palato del vostro partner: a 5 coppie che ci convinceranno regaliamo 10 ingressi a Sugo.

Io, intanto, vi regalo la mia ricetta delle polpette. Spero vi piaccia.

Polpette al sugo di pomodoro

Polpette al sugo

Ingredienti (per 4 persone)

Per le polpette

500 g di carne di manzo macinata
150 g di mollica di pane raffermo ammollato in poco latte o pangrattato
1 uovo
40 g di parmigiano grattugiato
40 g di pecorino grattugiato
1 spicchio d’aglio
Foglioline di prezzemolo
1 cucchiaino di pepe nero macinato fresco
Sale
100 g di farina

Per il sugo

700 g di polpa di pomodoro Mutti
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
1 cipolla
Sale e pepe

Foglioline di basilico
Procedimento

Mescolare insieme la carne, la mollica strizzata bene (o il pangrattato), l’uovo, il parmigiano e il pecorino grattugiati, lo spicchio d’aglio, il prezzemolo tritato, un pizzico di sale e il pepe nero macinato nero.

Polpette al sugo 1

Formare delle polpettine e passarle nella farina.

Scaldare in una piccola padella antiaderente un filo di olio extravergine di oliva. Adagiare nella padella le polpettine e cuocerle per circa 10 minuti, capovolgerle e cuocerle ancora per 6-7 minuti o sino a quando saranno leggermente dorate.

In un’altra padella fate soffriggere lo spicchio d’aglio e la cipolla tritata nell’olio extravergine di oliva.

Aggiungere la polpa di pomodori e un pizzico di sale e pepe e far cuocere per circa 1o minuti.

Unire quindi le polpette e far cuocere a fuoco lento ancora per circa 15 minuti.

Completate con qualche fogliolina di basilico.

Polpette-al-sugo-Mutti-1

State già pensando come solleticare il vostro partner con una bella ricetta e con una serie di assaggi di food e di design a Sugo Roma?

[Rosalia Imperato]

8 Commenti

  1. Se vogliamo godere a pieno, senza pensare troppo alla linea, prima friggiamo le polpette fino a leggera doratura e dopo averle fatte scolare ben bene dall’olio di frittura… le ripassiamo per una decina di minuti della salsa di pomodoro preparata nel frattempo.

  2. Reinventarsi ogni giorno è un segreto noto: applicare questo principio a un lesso stanco e un po’ triste, lo rivitalizza in un ottimo bollito alla picchiapò.
    Ingredienti:
    – 500 grammi di bollito di manzo già lessato
    – 500 gr. di pomodori pelati
    – olio d’olia
    – mezzo bicchiere di vino bianco
    – 1 cipolla
    – 1 peperoncino
    – sale e pepe q.b.
    Preparate un soffritto con olio extravergine, cipolla e peperoncino. Aggiungete il vino bianco per sfumare e poi i pomodori pelati, il sale e il pepe.
    Sfilacciate la carne e tagliatela in piccoli pezzi; tuffatela nel sugo e lasciate insaporire per qualche minuto.
    Servire caldo.

  3. Beh, sostanzialmente avevo di già parlato delle polpette nel precedente contest sulla pasta al sugo, quindi mi permetto di ripetere, con maggior dettaglio.
    Pasto come V&G dal lesso, facendo però un 50-50 con macinato fresco. Macinato nel quale non può mancare un pezzettino di mortadella (il fondino a poco prezzo, sempre prsente al supermercato), e se ci fosse anche un altro fondino di lardo/pancetta, per non fare mancare il morbido della parte grassa.
    Con le usuali proporzioni da polpette, che comprendono
    uovo,
    un cucchiaio di pangrattato,
    50 g. di parmigiano e _soprattutto_
    noce moscata “come se piovesse”
    si preparano le polpette, che mi piacciono non più grandi di una noce.
    Niente frittura, su cui non mi trovo molto ferrato, ma le adagio in umido, in un largo padellone dove possano muoversi con agio.
    Il fondo del sugo è preparato con uno scalogno tritato finissio, che diventa trasparente, e due spicchi d’aglio vestiti, che toglierò prima di adagiare le polpette.
    una volta che lo scalogno è trasparente, non meno di due lattine di pelati, grossolanamente spezzati, a mano o a coltello. Appena il sugo ha ripreso a borbottare, si adagiano le polpette a insaporirsi. Fuoco minimo, coperchio appena sollevato, sempre a borbottare come il nonno che davanti al camino ricorda la ritirata di Russia.
    Quando si spegne il fuoco, dal terrazzo giungono due cimette di basilico che andranno appoggiate, con padella incoperchiata.
    Se è stagione, le polpette cuoceranno in un sugo arricchito da 300 g. di piselli.
    E il piatto unico è servito.

  4. Quando si dice sugo viene quasi sempre in mente il sugo di pomodoro, però la mia ricetta non lo prevede:
    Polpette fatte come vi pare
    Cipolla, tanta, farla imbiondire
    Rosolare nella padella le polpette
    Aggiungere un limone spremuto allungato con acqua, vino bianco, e zenzero grattugiato
    Coprire fino a cottura delle polpette, se siete stati bravi avrete un sughetto spettacolare

  5. il sugo con le cozze. In realtà è una amatriciana di mare dello chef Dino de Bellis. Ma questa volta non metto il link!

  6. Hanno in regalo il doppio biglietto:

    Stefano
    V&G
    Francesco
    Daniela
    Emma

    Grazie a tutti e trovate la lista accrediti Scatti di Gusto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui