Cosa mangiate da Ikea che punta sul food con uno chef stella Michelin. Non solo polpette, ovvio

Tempo di lettura: 3 minuti

Lino Scarallo da Ikea

Ikea ha scelto di puntare con decisione sul food con un programma triennale da qui al 2018.

cucina ristorante Ikea

Ikea Napoli ha investito ben 1,2 milioni di euro per rifare la cucina. Che ora è una nave spaziale pronta ad accogliere uno chef stellato come Lino Scarallo di Palazzo Petrucci che l’ha inaugurata.

polpette Ikea e Lino Scarallo

Partendo dalle polpette. Che sono un po’ il simbolo dell’offerta food di Ikea che macina grandi numeri e ha grandi aspettative di crescita.

Ikea fattura nel mondo 600 milioni di euro solo alla voce cibo e il marchio è accostato al design e alla rivoluzione del sistema di arredamento domestico piuttosto che al salmone e ai dolci.

Ma è molto probabile che questa percezione cambierà anche grazie all’intervento di Lino Scarallo portato qui da Laura Gambacorta e Valeria Grasso che hanno messo in pratica la decisione del Customer Relations Manager IKEA Napoli, Luigi Monda, di offrire alternative creative con prodotti “off-the-shelf” di Ikea.

Operazione ben riuscita con le famose/famigerate polpette di Ikea, ora disponibili anche in versione pollo o vegana.

Quelle di pollo sono andate a nozze con acciughe e spuma di formaggio danese.

Le vegane sono diventate meno vegane con aringa e rafano, ma ne hanno acquistato in bontà.

abbinamenti Ikea

È stato interessante notare come alcuni gusti assolutamente atipici per la cucina italiana, come rafano, aneto, aringhe etc nelle mani di Scarallo abbiano assunto il ruolo di bravi coprotagonisti.

Ne è un esempio il pane ai cereali con marmellata di mirtillo nero e aringa con aneto.

polpette ikea confezione

Le potenzialità degli ingredienti Ikea è subito apparsa ben più elevata di quanto le confezioni lascino supporre. Vabbè, direte voi, che ci vuole per uno chef stellato!

formaggio erborinato

Guardate questo pane al sesamo con formaggio erborinato con riduzione di succo di fiore di sambuco. Che ne dite?

Mi è piaciuto il cracker, ovvero un croccante ai semi di sesamo con formaggio erborinato (simile al nostro gorgonzola) e riduzione di sidro di sambuco abbinato a patate, salame d’alce e confettura di bacche bianche. Il tutto innaffiato da succo di mirtilli e prosecco.

Molto buono  il salmone cotto 4 minuti con pepe di Cayenna, ma un po’ fuori dai nostri standard di tenuta del “dente” le trofie con zucchine, gamberetti e scaglie di cipolla fritta.

Mi chiedo a questo punto le potenzialità di un ristorante che in 10 anni di attività ha servito circa 1 milione di pasti.

E prima che iniziate a pensare che il mondo si stia “arrevotando“, capovolgendo, dopo l’amatriciana a pressione di un altro chef stellato, vi dico che è ancora lontana la pizza integrale con mozzarella di latte di bufala congelato cotta in un forno a micro onde.

piatti Ikea

Mentre mi sentirei di suggerire ai responsabili food di Ikea di implementare il loro menu. Non si sa mai che una stella possa venire a cucinare in questa astronave spaziale.

Leggetelo e ditemi se non ho ragione!

  1. Piatti Freddi tipici Svedesi. Salmone marinato; Insalate di gamberi; Trancio di salmone affumicato con verdure.
  2. Piatti Freddi Italiani. Piatto di crudo; Insalata Italia; Caprese.
  3. Dolci. Torta Svedese; Torte italiane; Macedonia di frutta a bicchiere.
  4. Piatti caldi tipici Svedesi. Polpette Svedesi con marmellata di Mirtillo e salsa; Polpette di Pollo (NEW); Polpette Vegetariane (NEW); Salmone a vapore con medaglioni di verdure.
  5. Zona self-service. Monoporzioni di verdure; Verdure a vapore; parmigiana di zucchine; gattopardo di melanzane.
  6. Pane. Panino classico; Panino ai semi di zucca; Panino al sesamo.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui