Diversamente mare. 10 indirizzi dal litorale domitio al Sud di Napoli

casina vanvitelliana Bacoli

Napoli è città di mare e offre indirizzi interessanti di trattorie per mangiare bene come nel caso delle nostre 10 trattorie dall’inarrivabile rapporto qualità prezzo. Un post cult per chi è a Napoli in questi giorni.

Poi ci sono i dintorni, la costa che dal fiume Garigliano, al confine del Lazio, si snoda giù fino ai Monti Lattari e alle due perle della Costiera Sorrentina e della Costiera Amalfitana.

Una costa “minore” tra Caserta e Napoli che ha pochi riflettori puntati e la concorrenza di mostri sacri. Un percorso che va indietro al tempo dei Romani quando questi luoghi splendevano di una luce diversa.

Sarà per le evenienze storiche tra casine, castelli e templi, ma dopo i ristoranti per mangiare sul mare di Roma, ecco 10 buoni indirizzi per mangiare sull’altro litorale campano. Ve li elenco in ordine di prezzo crescente.

1. Il Veliero

marmora arrostita

Al Veliero il menu cambia giornalmente in base al pescato, ma Anna e Umberto vi conquisteranno con la loro simpatia e con la loro cucina. Una cucina di mare verace, schietta che nel tempo ha conquistato una folta clientela locale anche per i prezzi popolari e il servizio sempre attento e premuroso. A seconda delle giornate quindi vi potrà capitare di assaggiare le polpette di alici e di baccalà, le frittelle di alghe, seppie e patate, il gattò di mare, le linguine con alici fresche, le mezze maniche con granchio fellone, la superba zuppa di fagioli e cozze, il calamaro imbottito, la frittura di paranza e buonissimi pesci alla griglia. Da non perdere i dolci di tradizione partenopea.

Prezzo medio: 28 euro.

Il Veliero. Via Spiaggia del Fronte, 32. Torre del Greco (Napoli). Tel. +39 081.8818712.

2. Abraxas Osteria

Abraxas

Semplici prodotti locali interpretati con estro per assecondare anche gli amanti di una cucina più ricercata, questi gli elementi alla base della proposta culinaria di Nando Salemme dell’osteria moderna Abraxas. Prima di iniziare vi arriverà in tavola un piccolo assaggino tipo crostini di pane con burro e alici di Cetara o alici del golfo di Pozzuoli marinate al limone, poi si passa all’antipasto (11 €) per sette delizie in base alla disponibilità delle materie prime e alla fantasia dello chef. E poi arrivano i primi. Ottimi gli spaghetti con alici su crema di zucchine alla scapece o, se non volete pesce, il sartù di riso con zucchine, provola e salsiccia su salsa alla parmigiana.  Tra i secondi da provare la zuppa di cozze o il polpettone di scottona con mozzarella di bufala su foglia. E per completare non potete esimervi da addentare un dolcino, potete scegliere tra il croccante all’amarena, il tortino alle mele annurche, il tiramisù alle fragoline, il cremoso al cioccolato con pere caramellate o fare come me, eterna indecisa, e prendere il tris.

Prezzo medio: 35 €.

Menù degustazione “Tradizione” (6 assaggi antipasti, 1 primo, 1 secondo, 1 dessert): 32 €.

Menù degustazione “i miei primi 40 anni” (5 antipasti, 2 primi, 2 secondi, 1 formaggio, frutta, 3 dolci): 40 €.

Abraxas Osteria. Via Scalandrone, 15. Pozzuoli (Napoli). Tel. +39 081.8549347.

3. Da Fefè

Da Fefè

Se volete mangiare pieds dans l’eau da Fefè sarete accontentati. Rispettando la stagionalità e sfruttando al meglio le risorse locali il patron della trattoria di mare, Bruno Esposito, propone un menu sempre allettante: crocchette di baccalà, sconcigli e patate, linguine con pomodorini e cicale di mareragù di scorfano, pasta patate e calamaretti, frittura di paranza, gamberi o baccalà fritti o alla brace, zuppa di cozze. Io non me ne andrei senza aver assaggiato la genovese di polpessa e la spuma di ricotta.

Prezzo medio: 35 €.

Da Fefè. Via Shoah, 15. Bacoli (Napoli). Tel. +39 081.5233011.

4. La Catagna

ristorante La Catagna

Non ci sono certezze nel varcare le porte di questo piccolo locale a conduzione familiare. Qui il menu è recitato a tutti i commensali e varia giornalmente in base al pescato e la fantasia dello chef. Cosa potete quindi gustare? Vi proporranno 4/5 antipasti come i crudi di mare, le polpettine di baccalà e patate, gli involtini di alici con salsa piccante o la genovese di polipo con crema di ceci; un paio di primi come i paccheri al granchio, cozze e scorfano o le linguine alle alghe con riccio di mare; e un paio di secondi come il filetto di cernia alla griglia o le triglie fritte, in ogni caso tutto sarà abbondante e ben fatto.

Prezzo medio: 40 €.

La Catagna. Via Pennata, 26. Bacoli (Napoli). Tel. +39 081.5234218

5. La Bifora

tagliatelle di calamaroRoof&Sky

Michele Grande è uno degli chef più conosciuti della costa. La segnalazione vale doppio perché, oltre alla Bifora, c’è il Roof&Sky (in napoletano “Asteco e cielo”), un oyster bar e crudità locali su un’imbarcazione che si sposta al centro del lago di Miseno. La Bifora propone un ambiente familiare con richiami a tempi lontani dove assaggiare una cucina di mare genuina, semplice, buona alla cui base vi è pescato fresco del giorno delle paranze che approdano alla marina di Bacoli. Vi consiglio di cominciare con alcune delle proposte del ricco antipasto di mare (veri e propri piatti): polpo all’insalata, moscardini alla Luciana, seppie e peperoni, zuppetta di vongole e se disponibile l’imperdibile genovese di polpessa o il trancio di tonno con pappacelle. Da accompagnare con un buon cuoppo di pizzelle di pasta cresciuta. Menzione obbligata per le tagliatelle di calamaro che hanno ottenuto un grande successo anche a Napoli alla cena al Grand Hotel Parker’s organizzata da Guido Ferraro.

Prezzo medio: 40 €. 

La Bifora. Via Virgilio, 210. Bacoli (Napoli). Tel. +39 081.8687324.

6. Viva lo Re

Viva lo Re Carpaccio Baccalà

Materie prime eccellenti, stagionalità, ricerca continua il tutto combinato con semplicità, questo il segreto della proposta di Maurizio Falcone del ristorante Viva lo Re di Ercolano. Intuendo la mancanza su questo lato del territorio partenopeo di un locale in grado di valorizzare i prodotti campani, Maurizio nel 1995 decide di aprire un posto tutto suo e sin dall’inizio con ottimi risultati. Qui il menu cambia settimanalmente e spazia tra proposte di mare e di terra. Vi capiterà quindi di imbattervi in ottimi carpacci di baccalà o di chianina, parmigiana o polpettine di melanzane, crudi e fritturine di pesce, paccheri con palamita o sconcigli e bottarga di tonno, timballo di bucatini patate e provola, coniglio farcito, crostone di scarole con polipetti verace. Buoni anche i dessert: mousse ricotta e gelsi, tiramisù, budino al caffè, solo per citarne alcuni.

Prezzo medio: 40 €.

Menu degustazione: 35 €.

Viva lo Re. C.so Resina, 261. Ercolano (Napoli). Tel. +39 081.7390207.

7. Piazzetta Milù

Uovo di Maria

Michele Izzo, patron dello storico Piazzetta Milù, ha fatto crescere il locale da braceria e pizzeria a punto di riferimento per gli appassionati di buona cucina in un territorio che è avamposto delle tante perle della costiera. Una conduzione familiare ma moderna con il figlio Emanuele che si occupa dei vini (e sta facendo crescere la cantina proponendo anche serate a tema come lo champagne francese) e il giovane Maicol che prova a dare carattere ai suoi piatti insieme al “veterano” Mario Fusco. Sulle selezioni di crudo e di carne e pesce alla griglia viaggiate tra due guanciali. Poi potete assaggiare le capesante su caponatina stabiese o la spuma di cozze. Molto gettonato  “L’uovo di Maria”, un uovo di livornese cotto a bassa temperatura su pappa al pomodoro, fonduta al Parmigiano Reggiano, fave, pancetta e tartufo estivo. Da bis il babà, perfettamente lievitato, soffice e bagnato alla perfezione.

Prezzo medio: 45 €.

Piazzetta Milù. Corso A. De Gasperi 23. Castellammare di Stabia (Napoli). Tel. +39 081.8715779.

8. Bobò

Bobò crudi

Se è la cucina verace di mare quella che volete assaggiare qui andate sul sicuro. Carpacci di pesce, crudo di gamberi, tartufi e ostriche, ravioli ricotta e spinaci con tartufo e gamberi, linguine al riccio, frittura di calamari e gamberi, scottata di tonno su letto di cipolle di Tropea alcune delle tante proposte in carta. Per finire in dolcezza ordinate assolutamente e gustatevi la cassata partenopea.

Prezzo medio: 55 €.

Bobò. Lungomare Cristoforo Colombo, 20. Pozzuoli (Napoli). Tel. +39 081.5262034.

9. ‘a Ninfea

a Ninfea linguine-allo-scoglio

Un panorama suggestivo farà da cornice a un pasto davvero soddisfacente. Da ‘a Ninfea infatti i patron vi delizieranno con pesce freschissimo e portate abbondanti. Noi vi consigliamo di fare diversi assaggi. Divertitevi con gli antipasti: crudi di mare, ostriche, fritturina, calamari in cassuola, sauté di vongole, insalata di polpo, alici fritte. Poi lasciatevi conquistare dai primi: paccheri con aragosta o coccio, risotto con scampi o granchio, fettuccine scampi e frutti di mare. E infine scegliete qualche pescetto alla griglia che vi permetterà di apprezzare a pieno la freschezza della materia prima utilizzata.

Prezzo medio: 60 €.

‘a Ninfea. Piazza Italia, 1. Pozzuoli (Napoli). Tel. +39 081.8042925.

10. Sud Ristorante

ricetta impepata

Marianna Vitale del ristorante Stella Michelin Sud ha ha dato voce al territorio con sue memorabili interpretazioni. Ci scostiamo dalla strada costiera che nel gomito di Pozzuoli e Bacoli si allunga sulla tangenziale di Napoli anche perché chi è a Milano potrà provare a immergersi nel mare napoletano a Expo: il 13 e il 14 luglio Marianna Vitale è a IdentitàExpo  con un menu 4 portate vini inclusi a 75 €. Minestra di mare con frutta e verdura di stagione, Spaghettoni Matt Felicetti con anemoni di mare e wasabi, Cartoccio revival: la triglia e la colatura di aliciBabà prosciutto e melone sono i quattro piatti scelti per il percorso, ma io vi direi di dare un’occhiata all’Impepata di cozze che ha avuto qualche variazione (e qui vedete la ricetta). Una maga della pasta, non c’è che dire.

Prezzo: il ricco menu degustazione da 7 portate a 60 €

Menu del giorno (1 antipasto, 1 primo, 1 secondo e 1 dolce): 40 €

Menu degustazione (2 antipasti, 1 primo, 1 secondo e 1 dolce): 47 €

Sud Ristorante. Via S. Pietro e S. Paolo, 8. Quarto (Napoli). Tel. +39 081.0202708.

Ecco i miei ristoranti per bagnarvi nel mare dei sapori e della storia. Ota tocca a voi aggiungere qualche segnalino: cosa consigliate in zona?

[Immagini: Bacoli 2.0, vesuviolive.it, Karen Phillips, Artempori, TripAdvisor, Facebook, Vincenzo Pagano, Scatti di Gusto]




- sabato, 11 luglio 2015 | ore 10:54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.