Roma. Mostó, il nuovo accento che fa la differenza per mangiare e bere bene

Ristoranti

Mostó bistrot Roma 1

Mostó, mi raccomando l’accento sulla “o”, possibilmente acuto. Così si dice a Napoli quando si approda felicimente in un luogo e ci si ferma soddisfatti.

Ciro BorrielloPaky Livieri

Felicissimi, anzi raggianti, Ciro Borriello e Paky Livieri, i due partenopei che hanno inaugurato un locale tutto loro al Flaminio, strategicamente non lontano dall’Auditorium e dal MAXXI in un quartiere che non offre tantissimo dal punto di vista gastronomico (ok, c’è Bistrot 64 e Neve di Latte ma orfano del suo genio Di Pomponio).

Mostó bistrot Roma 2 Mostó bistrot Roma 3 Mostó bistrot Roma 4

Due vecchie conoscenze della Roma che beve: Paky sommelier al Sorì di San Lorenzo e Ciro impeccabile maitre all’Acquolina di Giulio Terrinoni.

Mostó bistrot Roma 6 Mostó bistrot Roma 8 Mostó bistrot Roma 9 Mostó bistrot Roma 10 Mostó bistrot Roma 11

Tra un bicchiere e l’altro di Prosecco o Falanghina giravano guantiere di taralli, rustici a base di ricotta e persino frittatine di maccheroni (e lasciatemi scrivere “guantiera” in omaggio alle origini dei due anfitrioni).

Mostó bistrot Roma 5 Mostó bistrot Roma 7prezzi Mostó Roma

Ma si guarda anche oltre il Vesuvio per un’offerta enologica che, passando per Toscana, Piemonte e tutte le eccellenze italiane, si spinge fino alla Francia con etichette non banali dalla Borgogna e dalla Provenza (e sui prezzi potete farvi un’idea cliccando la foto qui sopra).

Si mangeranno fino a tarda notte crudi di alto livello, formaggi italiani e francesi, naturalmente salumi e qualche piatto più elaborato, come burgul con seppie e verdurine.

Mostó bistrot Roma 12 Mostó bistrot Roma 13 Mostó bistrot Roma 15

L’ambiente accogliente e quelle invitanti bottiglie sugli scaffali invogliano a tornare presto e a provare sul campo questo nuovo bistrot.

Che ne dite?

Mostó. Viale Pinturicchio 32. Roma. Tel. +39 392 2579616

[Immagini: Daniele Amato]