Bologna. Il Taste of Christmas che fa girare 17 chef

Tempo di lettura: 3 minuti

Taste of Christmas Bologna

Il Taste of è sbarcato a Bologna per l’edizione natalizia dopo la puntata di Verona dell’anno scorso.

Il capoluogo emiliano ha accolto l’evento a Palazzo Re Enzo, cornice ideale con il grande albero natalizio cittadino che fa da sfondo sulla terrazza che guarda la città.

Protagonisti di questa tre giorni del gusto (fino a domenica 29) sono 17 cuochi che propongono il meglio dei loro menù.

Oltre ai piatti stellati, ci sono scuola di cucina, corsi, laboratori e un’area dedicata ai bambini.

Taste of Bologna pizza

La pizza avrà il suo spazio con 3 chef stellati e 3 pizzaioli gourmet che si contamineranno per unire le diverse cucine.

panettoni sottovuoto

I visitatori troveranno un’area dedicata allo shopping con i prodotti tipici dell’Emilia Romagna e non solo.

Ogni visitatore potrà comporre a proprio piacimento il menù, scegliendo tra le quattro portate che ogni ristorante propone in versione assaggio – taste, appunto – a prezzi che variano dai 6 ai 10 €, per consentire ai visitatori di sperimentare piatti diversi.

Si paga cambiando gli euro in “bajocchi” la moneta scambio della manifestazione.

Guardate, però, il calendario. Perché ogni giorno c’è una rotazione degli chef presenti. Per cui cambiano i piatti.

Poletti Cantina Bentivoglio

L’apertura è stata affidata a Massimiliano Poggi de “Il Cambio”, Vincenzo Vottero de “L’antica trattoria del Reno” , Lucia Antonelli de “La taverna del cacciatore” e Ivan Poletti de “Cantina Bentivoglio”.

L’ospite della prima giornata è stato Vincenzo Guarino del ristorante napoletano “L’Accanto”.

La Mora

Tra gli assaggi, ho preferito la Terrina d’anatra con il suo foie gras, sfoglia di macarons alla liquerizia e gel di maracuja e la Mora,il maledetto e la nocciola entrambi dello chef Vottero.

tortelli di castrato

La proposta di Massimiliano Poggi è Tortelli di castrato, cardi e verza,tartufo nero (e la ritroverete).

tortino patate mortadella

Ivan Poletti ha omaggiato il territorio con un Tortino di patata dop di Bologna, Parmigiano con spuma di mortadella e cialda di pane di grani antichi.

Oggi è di scena L’Emilia Romagna con Andrea Vezzani del ristorante reggiano Ca’ Matilde e il suo Ricordo della mia torta di riso all’anice stellato; Riccardo Agostini de Il Piastrino di Pennabili propone Cotechino naturale e soffice di lenticchie del Montefeltro; Gianluca Gorini de Le Giare prepara passatelli romagnoli cacio e pepe. E ci sono anche Luca Marchini del ristorante L’Erba del Re di Modena e Claudio Sordi de I Carracci di Bologna con i tortellini di tradizionale chiusura bolognese cacio e pepe di Parmigiano 30 mesi,briciola di taggiasche e polvere di porcini.

ostrica

Domenica 29 c’è Agostino Iacobucci del Ristorante  stella Michelin I Portici con Ostrica, mango, Campari e erba cipollina. Molto atteso Terry Giacomello del ristorante Inkiostro di Parma, allievo di Ferran Adrià, che tra l’altro proporrà il Trancio di merluzzo fresco,pasta sfoglia tostata alle radici di citronella e aglio nero fermentato. E troverete anche la chef Aurora Mazzucchelli del ristorante Marconi e Mario Ferrara dello Scacco Matto.

Bologna Palazzo Re Enzo albero Natale

E ora a voi. Fateci sapere se vi piace il sistema di rotazione di questa edizione natalizia o pensate che Bologna potrebbe meritare una manifestazione calcata sui corrispondenti Taste of Milano e Taste of Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui