Cristiano Tomei

Cristiano Tomei è chef estroso e creativo del ristorante stella Michelin L’Imbuto nel centro storico di Lucca. Il suo locale si trova all’interno del Lucca Center of Contemporary Art nel cinquecentesco Palazzo Boccella e già questo dichiara una voglia di contaminazione di linguaggi tra cucina, arte, design e fotografia.

Una cifra stilistica che, come annuncia su Facebook, prende consistenza in un nuovo luogo.

L'imbuto work in progress ristorante

Prende forma…. prende forma…
La forma di un contenitore, 2 piani, molti mq, tante idee, gente che si muove
energie alternative, cibo, vino, Territorio e forse tanto altro, ma forse…. sicuramente un luogo che puoi far diventare tuo.
cibi che escono, cibi che entrano, vini che sostano vini che viaggiano, territori che si raccontano, uomini che si vestono, donne che si svelano
“L’imbuto; una dispensa in movimento”

Ci viene in soccorso un articolo di Alessandra Meldolesi su Reporter Gourmet che ci dà le misure della nuova avventura.

Che sono ampie con due piani di un capannone ai margini della città accanto allo studio fotografico di Lido Vannucchi, narratore per immagini delle gesta di molti chef.

piatto Tomei

Il cambio di destinazione è quasi contiguo. Qui si accatastavano piatti per la vendita e a breve si produrranno anche piatti cucinati.

Nascerà probabilmente un’osteria in collaborazione con Michelangelo Masoni che confezionerà salumi e formaggi insieme a qualche casaro.

L’idea è di uno spazio multifunzione ma di produzione. La grande cucina di 250 metri quadri al piano terreno servirà per il ristorante gourmet, ma è l’idea di una “comune” di scambio culturale e di esperienze a rendere il progetto originale.

Perché qui si sposterà l’amico Vannucchi con le sue attrezzature e il suo lavoro, ma Cristiano Tomei vorrebbe dare 100 chiavi ad altrettanti amici per creare un luogo aperto a diversi contributi.

Il capannone sta prendendo forma, la filosofia di un coworking per una nuova ragione di interazioni con chef, produttori, artisti, c’è.

spaghetti

Manca solo il nome che va trovato entro la fine di marzo perché, superato qualche inghippo burocratico (impossibile farseli mancare) si farà festa ad aprile per inaugurare.

Avete qualche idea da suggerire a Cristiano Tomei? Forse dall’Imbuto a una Planetaria per raccontare di uno strumento in grado di amalgamare esperienze e sensazioni diverse e di realizzare un nuovo sistema di compartecipazione creativa?

[Link: Reporter Gourmet. Immagini: sito ristorante]

4 Commenti

  1. Architetto in cerca di location..interessato alla creatività che esonda dalla cucina e dalle menti per ibridarsi in forme nuove.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui