Roma. Giulietta 7, amore di hamburger da 14 € al Romeo di Cristina Bowerman

Ristoranti

romeo

Questa storia di Romeo e Giulietta è decisamente moderna: non si tratta più di un amore per tutta la vita, ma di continua ricerca di perfezionamento. Naturalmente non stiamo parlando di giovani innamorati, ma di Romeo Chef & Baker e la costante ricerca di un hamburger migliore, ovvero, di Giulietta. A tre anni dall’apertura di questo grazioso e fantascientifico  bistrot a Prati di Cristina Bowerman (fantascientifico perché i lampadari mi fanno sempre pensare ad un film tipo “La guerra dei mondi” o cose simili), siamo arrivati alla versione numero 7.  Direi che 7 è il numero perfetto:  è il numero di 7 meraviglie del mondo, di 7 colli romani, di 7 colori dell’arcobaleno, di 7 vite del gatto…

romeo-giulietta-7romeo-giulietta-al-sangue

In effetti, Giulietta n.7 , a mio avviso, ha raggiunto la (quasi) perfezione: hamburger alto, dorato fuori e al sangue dentro come l’avevo ordinato, con cipolle caramellate, salsa rosa piccante, guanciale e chips di platano, davvero buonissimo. E mentre aspettiamo le versioni successive, ho voluto provare il resto del menù (14 €).

romeo-tartare

Parlando sempre di carne: è la prima volta negli ultimi 3-4-5 anni che vedo servita la tartare di manzo finalmente NON impiattata con l’aiuto di un coppapasta. Finalmente. Il cameriere mi ha avvertita premurosamente che all’interno c’erano i capperi (evidentemente non tutti li gradiscono, ma io si). Invece di un tuorlo crudo ho trovato un tuorlo sodo sbriciolato a mimosa. Versione un po’ vintage, ma diversa e divertente (14 €).

romeo-ricotta

Prima di iniziare la cena ci hanno portato, insieme ad un cestino, pardon, bustina di pane e pizza calda, delle ricottine fresche con un filo di olio e le olive di Gaeta, pensiero gentile e molto gradito.

romeo-calamaretti

Calamaretti ripieni di ricotta e crema di patate, aromatizzata alle erbe. Piatto delicato e armonioso (10 €).

Stavolta abbiamo saltato i primi a favore di secondi, e non ce ne siamo pentiti.

romeo-palamita

Pesce azzurro (palamita), salsa al tamarindo e riso basmati. Bella presentazione, sapori intensi, esotici (18 €).

romeo-noburger

Noburger vegetariano e verdure di stagione. Burger, ovviamente, a base di ceci con l’aggiunta di erbette aromatiche e di spinaci che abbiamo ritrovato anche nel piatto, 14 €, anche se mi sembra troppo caro rispetto al prezzo di Giulietta.

romeo-panna-cotta

Panna cotta con salsa al mou agrumata, anacardi e crumble speziato, decorato con le sempre presenti erbette e germogli, che qui secondo me erano di troppo, anche se un tocco di colore ci stava (8 €).

romeo-pasticceria

Un piattino di piccola pasticceria: mou al cioccolato bianco e liquirizia, gelatine di passion fruit e meringhe.

romeo-monsupello

Da una grande appassionata di bollicine, con grande dispiacere posso dire che la carta di vini di Romeo è un po’ scarsa in quel senso, anche se un Monsupello Nature ha degnamente accompagnato la cena.

E ora a voi. Da Milano a Padova a Roma. Per voi qual è l’hamburger perfetto?

Romeo Chef & Baker, via Silla 26, Roma,   tel. 06 32 110 120

Di Giulia Nekorkina

Moscovita di nascita, romana da 25 anni, Rossa di Sera da 10 anni, innamorata della vita, appassionata di bollicine, adora cucinare e mangiare. Il miglior museo è un mercato, il miglior regalo è un viaggio.