Cristina Bowerman

Torna a Roma, dopo la trasferta milanese dello scorso anno per l’Expo, la manifestazione Culinaria – Il Gusto dell’Identità.

La manifestazione, in programma questo week-end (20-21 febbraio) cambia sede e sbarca al Capitol Club (Via G. Sacconi, 39), ma non cambia invece il format che prevede il susseguirsi sul palco di chef che raccontano di sé e della loro cucina.

Ovviamente ci sarà da mangiare e saranno allestiti aree di ristoro. Il calendario prevede l’apertura alle 13 e la chiusura all’1 di notte.

A furia di sentire parlare di mangiare potrebbe venirvi voglia di uno spuntino, di un pranzo o di una cena. Ecco i migliori indirizzi da raggiungere a piedi.

1. Bistrot 64

matriciana Kotaro Noda

Praticamente di fronte, ecco Kotaro Noda ormai da anni ha imposto la sua cucina in quel di Roma, lasciando segni indelebili anche su piatti di romana tradizione, indimenticabile e sempre da riassaggiare la sua amatriciana (13 €).

spaghetti patate burro alici Bistrot 64

Da assaggiare anche uno dei piatti signature, lo spaghetto di patate burro e alici, lo spaghetto fresco, pomodorini secchi e arancia,  l’agnello e cavolo e il cioccolatissimo, tenendo conto anche che Bistrot 64 continua a essere uno dei ristoranti con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Menu degustazione: 15, 20, 30 € a pranzo; 35, 40, 60 € a cena.

Bistrot 64. Via Guglielmo Calderini, 64. Roma. Tel. +39 06.3235531

2. Trapizzino

trapizzino farcitura tradizionale

Ormai il trapizzino di Stefano Callegari è diventata una vera icona dello street food romano (sbarcato anche in Giappone) e fortuna vuole che ci sia una sede anche a Ponte Milvio oltre alla sede storica di Testaccio. Tanti i gusti, ma anche in questo caso noi suggeriamo di prediligere, per iniziare almeno, i grandi classici: pollo alla cacciatora, coda alla vaccinara, trippa alla romana e picchiapò, e poi se si ha ancora fame scegliere un trapizzino alla genovese, con lingua in salsa verde o con guancia brasata.

Prezzo: 3,5 €.

Trapizzino. Piazzale Ponte Milvio, 13. Roma. Tel +39 06.33221964

3. Metamorfosi

minestra di pesce in ravioli

Altra cucina di vera eccellenza quella di Metamorfosi, in questo caso anche stellata. Il nuovo menu racconta perfettamente la cucina di Roy Caceres, originale e piena, nell’accezione più positiva, delle sue tante esperienze passate e dei suoi viaggi. Non aggiungerei altro se non, lasciatevi conquistare dalle sue preparazioni.

Menu degustazione: 100, 130 € a cena.

Metamorfosi. Via Giovanni Antonelli, 30. Roma. Tel. +39 06.8076839

4. Mostò

11896069_750895651685660_9014781700087303516_n

Enoteca con cucina, così si può definire Mostò. Qui tutto gira perlopiù intorno al vino, ma ci sono alcune proposte interessanti e addirittura alcune delle preparazioni vengono ritenute dagli avventori la versione più buona sulla piazza di Roma come nel caso del club sandwich. Quindi visto che siete in zona andate a provarlo, non resterete affatto delusi.

Prezzo medio: 20 €.

Mostò. Viale Pinturicchio 32. Roma. Tel. +39 392.2579616

5. Solo Crudo

Solo Crudo Nori

Per chi preferisce una cucina vegana sana e nutriente, ma al tempo stesso gustosa e divertente, suggeriamo Solo Crudo (presente, solo nella giornata di sabato, anche all’interno della manifestazione). Diversi i piatti che meritano l’assaggio, ma non potendoli elencare tutti vi consigliamo i nori crudisti, gli spaghetti di barbabietola cacio e pepe e le polpette di carote e zucca al sugo.

SoloCrudo Millefoglie di pera

E poi il dolce, ovviamente, e in questo caso esageriamo pure con doppia portata: millefoglie di pere con crema pasticciera e i tartufi di cacao al profumo di vin brûlé.

Prezzo medio: 25 €.

Solo Crudo. Viale Parioli, 192. Roma. Tel. +39 06.90236251

6. I fritti de Sora Milvia

i-fritti-de-sora-milvia 1

Dall’altra parte della piazza di Ponte Milvio vi potete rifocillare ai tavoli di I fritti de Sora Milvia: un buchetto ben curato dove, lo dice chiaramente il nome, potrete trovare il mondo fritto.

i-fritti-de-sora-milvia

Dai supplì all’amatriciana, cacio e pepe o radicchio e gorgonzola alle polpette di bollito, melanzane o salsiccia e broccoli, dalla crocchetta classica o burina (arricchita con cipolla, guanciale e pomodoro) al panzarotto cotto e mozzarella, cicoria e alici o straccetti e carciofi. Non mancano le proposte dolci: crema fritta e ravioli dolci.

Prezzo medio: 7 €.

I fritti de Sora Milvia. Via Cassia, 4. Roma. Tel. +39 06.33220828

7. Panificio Nazzareno

Schermata-21

Il nome è rimasto invariato, ma da qualche tempo l’antico forno di Ponte Milvio si è trasformato in un luogo multiforme con un’offerta che varia durante l’arco della giornata. Quindi potete partire con la colazione, per proseguire con pranzo e merenda e infine aperitivo e cena. Per i pasti è possibile scegliere una formula più veloce tra la pizza alla pala romana in tranci o tonda, gli hamburger, insalate o alcuni dei piatti in menu come gli gnocchetti di patate con gamberi e cicorietta di campo o i tortelli freschi con melanzane, pomodoro e ricotta infornata o ancora tagliata di tonno con semi di sesamo e insalata saltata o controfiletto di vitella con maionese leggera al pistacchio.

Prezzo medio: 10 € pizza, 30 € menu alla carta.
Menu lunch: 10 € (insalata a scelta, pane, acqua, caffè e dolcetto mignon).

Panificio Nazzareno. Piazzale Ponte Milvio, 35. Roma. Tel. +39 06.33220720

8. LO’ Steria

LO' Steria

Tradizione, tradizione e ancora tradizione, questa la parola d’ordine del menu della trattoria LO’ Steria. Una cucina romana con grandi antipasti, in primis il saccoccio di fritti con supplì, baccalà e verdure in pastella e polpette di lesso, buoni anche i primi e i secondi anche se con qualche piccola e correggibile imperfezione. Davvero buone le proposte dolci, la nostra preferita senza dubbio la crostata ricotta e cioccolato.

Prezzo medio: 35 €.

LO’ Steria. Via Prati della Farnesina, 61. Roma. Tel. +39 06.33218749.

9. Molo 10

MOLO 10 Polpo

Se invece avete voglia di pesce, Molo 10 fa al caso vostro. Materie prime freschissime e un lavoro attento in cucina fanno del ristorante guidato dallo chef Vincenzo Ciano un porto sicuro. Grande scelta di antipasti (crudi, cotti, caldi, fritti), consigliatissimi il polpo verace alla griglia con patate arrosto e gli scampi soffiati fritti. Molto buoni tra i primi lo spaghetto alle vongole e il tonnarello scampi, fiori di zucca e pecorino, anche se c’è da dire che il mezzo pacchero allo scorfano se la gioca bene.

MOLO 10 tonno

Tra i secondi la nostra preferenza va al tonno croccante con cicoria di campo. Lasciatevi uno spazio per i dessert che meritano di essere gustati.

Prezzo medio: 50 €.

Molo 10. Via Prati della Farnesina, 10. Roma. Tel. +39 06.3336166

10. Le Sicilianedde

le-sicilianedde

Amanti dei sapori di Sicilia in viale dei Parioli  vi potete fermare invece da Le Sicilianedde. Un po’ gastronomia, rosticceria, pasticceria e in stagione anche gelateria, quindi un’offerta diversificata ma con un unico conduttore, la tradizione culinaria siciliana. Assolutamente da provare il pani cunzatu, un pane farcito in vari modi e condito con olio e erbe aromatiche. Ovviamente ampia offerta di dolci tipici: cannoli, cassatine, paste di mandorle

Prezzo medio: 10 €.

Le Sicilianedde. Viale Parioli, 35. Roma. Tel. +39 06.80693080

pizza alla romana il Buchetto

Altro da suggerire in zona? Io vi ricordo un altro stellato: Acquolina Hostaria che è un po’ più lontano ma propone un’ottima cucina di pesce. E anche il Buchetto dove potete mangiare la vera pizza scrocchiarella.

Ed aspetto le vostre proposte.

[Credits immagini: Scatti di Gusto, Vincenzo Pagano, TripAdvisor]

1 commento

  1. VI siete dimenticati la l’ocanda giuliva, un piccolo ristorante di una ventina di posti che fa cucina gourmet da più’ di due anni e si trova a lungotevere flaminio 62d, proprio vicino al teatro olimpico dove e’ crollato il palazzo circa un mese fa’.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui