Paolo Barrale

Lo conoscete Paolo Barrale? È lo chef stella Michelin di Marennà, il ristorante che si trova all’interno dell’azienda vitivinicola Feudi San Gregorio a Sorbo Serpico.

Una tavola che è molto piaciuta anche a chi scrive su queste pagine.

Mi sono fatto una convinzione, oltre ad aver mangiato con gli occhi le portate servite ad altri: Paolo Barrale è lo chef più carnale e carnivoro d’Italia.

Ve lo dimostro in tre passaggi con altrettanti stati di Facebook.

Sono stanco …..morto…..

Pubblicato da Paolo Barrale su Venerdì 19 febbraio 2016

Ha iniziato subito prima di Pasqua con un avviso ai naviganti, cioè a quelli che si preparano a deplorare lo scannamento di agnelli come tradizione impone.

Un messaggio che ha sollevato qualche perplessità e una levata di scudi di chi fa parte dell’esercito veggie le cui file si ingrossano giorno dopo giorno.

Tra me e me ho deplorato.

Fulvio Masi…anche tu hai partecipato al funerale di questo povero agnello….aveva espresso il consenso di donare gli…

Pubblicato da Paolo Barrale su Domenica 27 marzo 2016

Poi ho visto questo post e le mie convinzioni hanno cominciato a vacillare.

Più che vedermi novello Heidi tra boschi e caprette, mi sono immaginato con forchetta e coltello.

Ho allontanato il pensiero scodellando un mezzo chilo di tofu sulla mia tavola.

E oggi mi sono indignato di nuovo.

Shhhhhhhhhh zitti sta dormendo ????

Pubblicato da Antonio Sicignano su Lunedì 11 aprile 2016

Un altro post, un innocente maialino che sembra riposare.

Ora non è che Paolo Barrale, il più sensibile degli chef alle questioni di carne, posterà una nuova foto del funerale che scuoterà le coscienze? O le pance?

Voi non lo condannate?

6 Commenti

  1. Anche mangiando carne si può e si deve avere un atteggiamento rispettoso per l’animale. Le spiritosaggini sono fuori luogo. L’arroganza umana non ha limiti. A livello karmico spero la paghi, prima o poi.

  2. Carissimi, 

    non mi ritengo la bestia nera di nessuno e soprattutto non sono contro nessuno. 

    Io credo fermamente nella diversità. Diversità è bellezza ed è bellezza che crea armonia. Ma diversità significa anche rispetto per chi non la pensa come noi e io nutro rispetto verso chi non la pensa come me ed è ovvio che richiedo lo stesso rispetto. Facebook è un agorà affascinante ed è bello trovare commenti di ogni tipo. Ma va detto che è arrivato il momento di riflettere su molte ipocrisie. Potrei chiedere a vegetariani e a vegani se vanno in auto o in bicicletta, se usano le candele per leggere o accendono la lampada e come alimentano la batteria del cellulare con il quale si collegano ad Internet e leggono questo post. Potrei proseguire con una rilassata conversazione su come il consumo di latte e uova, che viene accettato dai vegetariani, abbia un impatto notevole sull’industria della produzione di prodotti di origine animale che massimizza i suoi profitti proprio a danno dell’animale stesso. Sapete cosa succede ai maschi che non possono produrre uova? Non esistono uova e latte scevre da crudeltà, non esiste un mondo magico dove le nostre decisioni alimentari non hanno un impatto su altri esseri viventi e questo vale per tutti, onnivori, vegetariani e vegani. Siamo diversi miei cari amici e apprezziamo questa diversità in armonia per quanto possibile.

    A chi interessano i fatti e non i titoloni dico che come Charming Italian Chef, stiamo lavorando sulla creazione di menu eco-solidali. Io e miei amici cuochi, stellati e non, stiamo facendo ricerche su menu nuovi che ci vedono impegnati ad utilizzare ingredienti commercializzati attraverso i canali del Commercio equo e solidale. 

    Siamo fermamente convinti che il rispetto per l’uomo passa anche per la tutela dell’ambiente.

    • peccato che una cosa sia la crudeltà necessaria per ammazzare un animale, un’altra cosa è l’ostentazione di tale crudeltà con battute infantilistiche

  3. Pur essendo un critico della SVOLTA MODAIOLA E FIGHETTARA del veganismo
    (Attenzione resta intatta la stimma profonda che da anni nutro verso i “veri vegani etici”)
    non posso non unirmi agli amici che hanno criticato questo cuoco.
    .
    Ma è interessante per CAPIRE CHI SONO alcuni stellatici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui