Roma. Cosa mangiate e bevete da Santo, bistrot e cocktail bar, che apre a Trastevere

Tempo di lettura: 1 minuto

santo-trastevere

Non abbiamo fatto in tempo a riassumervi le più interessanti nuove aperture di Roma (e di Milano) che subito bussa alla nostra porta un altro locale che potrebbe sorprenderci.

Si chiama Santo e aprirà un non meglio identificato giorno della prossima settimana a Trastevere, in via della Paglia 40.

Si definisce un cocktail bar, ma anche bistrot, con apertura dalle 18 alle 2 di notte, cioè per aperitivo, cena e dopo cena (50 il numero dei coperti).

I giovani proprietari sono Daniele Fadda, 32 anni, e Luca Castignani, 34. “Abbiamo volutamente messo in piedi un team di ragazzi come noi: in cucina saranno in tre, due al bar e due in sala, oltre a noi due”.

Giovane anche lo chef, Edoardo Meuti, 32 anni, che ha lavorato all’Osteria L’Incannucciata e da Quinzi & Gabrielli.

santo-trastevere santo-trastevere

Dalla cucina (i primi giorni si lavorerà con preparazioni a crudo), raccontano i proprietari, usciranno piatti particolari e ben ragionati.

ceviche-trastevere-santo

Che significa ceviche, tartare, carpacci, antipasti sfiziosi ma anche qualche primo e qualche secondo.

dolce-santo-trasrevere-roma

E i dolci, ovviamente. Le immagini fanno ben sperare.

tartare-santo-trastevere

Oltre agli ultimissimi preparativi, sono in corso anche le finalissime decisioni sui prezzi. Ma roba di poco tempo perché, come promettono i due giovani imprenditori, la spesa media per una cena completa sarà sui 35 €.

drink-santo-trastevere

Non da meno è la parte dedicata al buon bere.

drink-santo-trastevere drink-santo-trastevere drink-santo-trastevere santot-trastevere-drink

Cristian Straccio, parecchie esperienze per lo più all’estero, è il capo barman e proporrà solo alta miscelazione, che come da codice prevede l’utilizzo di prodotti qualitativamente alti. Tanto da giustificare il costo dei drink, che varia da 10 € a 15 €.

I piatti e la presentazione dei drink mi hanno incuriosita. Voi che ne pensate?

[Immagini: P&P Fotografia]

1 commento

  1. “Sorgerà qualche bistrot contemporaneo…”(V.M.V.)
    .
    Valero Massimo Visintin anticipa, in un pezzo esilarante, le tendenze della MODA GASTRONOMICA dei prossimi mesi dal titolo l’anno che verrà.
    http://mangiare.milano.corriere.it/2016/08/31/lanno-che-verra/
    Anche questo nuovo locale “Si definisce un cocktail bar, ma anche bistrot…”
    .
    “Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’
    e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò.

    Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico
    e come sono contento
    di essere qui in questo momento,
    vedi, vedi, vedi, vedi,
    vedi caro amico cosa si deve inventare
    per poterci ridere sopra,
    per continuare a sperare…”
    .
    (L’anno che verrà d’indimenticabile Lucio Dalla)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui